inizia

tecnologia

Stufa a Pirolisi


Fonte

di Jacopo Amistani Guarda, coordinatore Open Source Ecology Italia

La Pirolisi, parola strana.
Cos'è e a cosa serve? Come può aiutarci a ridurre il nostro impatto sull'ambiente e rendere molto più efficenti le nostre fonti di approvvigionamento energetico?

Secondo Wikipedia:
La pirolisi (o piroscissione) è un processo di decomposizione termochimica di materiali organici, ottenuto mediante l’applicazione di calore e in completa assenza di un agente ossidante (normalmente ossigeno). In pratica, se si riscalda il materiale in presenza di ossigeno avviene una combustione che genera calore e produce composti gassosi ossidati; effettuando invece lo stesso riscaldamento in condizioni anaerobiche (totale assenza di ossigeno), il materiale subisce la scissione dei legami chimici originari con formazione di molecole più semplici. Il calore fornito nel processo di pirolisi viene quindi utilizzato per scindere i legami chimici, attuando quella che viene definita omolisi termicamente indotta. Tra i principali processi pirolitici sfruttati su larga scala spiccano il cracking industriale e il trattamento termico dei rifiuti. Prima del 1925 la pirolisi del legno costituì la fonte principale di metanolo.

cit:http://it.wikipedia.org/wiki/Pirolisi

È quindi possibile sfruttare in maniera efficiente l’energia stoccata all'interno delle biomasse per permetterci di recuperare il calore e l’energia elettrica necessaria per sopravvivere e ricavarne anche un ingente eccedenza, ma dove si può trovare una stufa di questo tipo e quanto costerebbe produrla? Esistono già modelli facilmente recuperabili sul mercato e funzionanti? Quanto costano?

Questo argomento è egregiamente affrontato da Jacopo Fo in uno dei suoi articoli sul Fatto Quotidiano.

Zeitgeist Moving Forward (nuovo doppiaggio 2012) | Official Release

Zeitgeist: Moving Forward
di Peter Joseph - Versione Italiana (Doppiaggio 2012)

http://www.zeitgeistitalia.org/node/4486

Scarica da qui: http://goo.gl/XF5r0 | Torrent: http://tinyurl.com/3m6n8ej
Info, download alternativi e riutilizzo film: http://goo.gl/Zwnbc

Grazie al team doppiaggio coordinato da Ezio Coriglione, che hanno svolto questo lavoro gratuitamente per il progresso umano ;)

Zeitgeist Moving Forward (nuovo doppiaggio 2012) | Official Release

Scarica da qui: [Coming Soon] | Torrent: [Coming Soon]
Info, download alternativi e riutilizzo film: http://goo.gl/Zwnbc

Grazie al team doppiaggio coordinato da Ezio Coriglione, che hanno svolto questo lavoro gratuitamente per il progresso umano ;)

Zeitgeist: Moving Forward
di Peter Joseph - Versione Italiana (Doppiaggio 2012)

In questa nuova edizione sono state sostituite con un nuovo doppiaggio le voci di Jacque Fresco, Robert Sapolsky, James Gilligan, Colin Campbell e Adrian Bowyer per un totale di 40 minuti di nuove registrazioni.
Le parti restanti hanno mantenuto il vecchio doppiaggio effettuato nel novembre del 2011.
Il lavoro di doppiaggio è stato svolto a titolo completamente gratuito.
Con le voci di: Sergio Sghedoni, Mario Menna (Mr.Drago), Maximiliano Arotce (IlRidoppiatore), Ivan Anoè, Francesco Gobbi, Alessandro Capra, Stefano Broccoletti (brocs1991), Andrea P., Sisco, Flavio Pirro (MisterSevenUp), Ester Parrulli (Pimpa1988), Jacopo Carta (Starkiller1196)

Questo documentario, attraverso interviste ad esperti, narrazioni e sequenze animate, identifica alcuni problemi della società e propone un modo per vivere in equilibrio con l'ambiente, senza inquinare né distruggere le risorse naturali.

Il film è diviso in quattro capitoli.

Risolvere la fame nel mondo? Facile


Fonte
Traduzione di Vincenzo Barbato
Il GdL Tecnologia sta lavorando su questi progetti, se sei interessato contattaci

Nel 1974 si tenne la prima Conferenza mondiale delle Nazioni Unite per istituire un piano d'azione per porre fine alla fame nel mondo. In quella conferenza, il segretario di stato americano di allora Henry Kissinger dichiarò che entro 10 anni nessun bambino sarebbe andato a letto affamato. Il signor Kissinger ahinoi si sbagliava sulla sua previsione. Nel 1974 fu stimato dalla FAO che 434 milioni persone subirono la fame. Da allora quel numero è salito a 925 milioni. Fino ad oggi ci sono stati numerosi convegni, comitati, summit, manifestazioni e proteste per porre fine alla fame nel mondo, ma ogni tentativo è stato vano. Sembrerebbe che porre fine a questa crisi sia un'impresa impossibile e con la popolazione mondiale in aumento da 7 a 8 miliardi entro il 2050 in cui la fame non può che peggiorare, ma non è necessario. Con i metodi di coltivazione fuori dal terreno, come la coltura idroponica e aeroponica, nutrire gli affamati sarebbe un gioco da ragazzi.
L’idroponica è un metodo di coltivazione in cui suolo non viene utilizzato come mezzo per la crescita delle piante. Piuttosto, sono coltivate con le loro radici immerse in una soluzione nutritiva minerale o di un mezzo inerte come il cocco, la sabbia, fibra di legno, ecc Contrariamente a quanto si crede, il suolo non è una necessità per la crescita delle piante. Finché le piante hanno a disposizione minerali nutrienti l’acqua è poco richiesta.

Zeitpillola | Politica e sistemi decisionali 5/5

Quinta parte: un nuovo paradigma

Credits:
Concept, Editing audio e video:
Ezio Coriglione e Vincenzo Barbato
La voce fuori campo è di Sisco.

La musica di sottofondo è in Licenza CC:
· Ezietto - ZG theme (Orchestral Version)
· Evan LE NY - Some Elements
· Evan LE NY - Puzzle

Testo:

Cina, la prima città ecologica è stata creata su una discarica

questa mattina su repubblica.it è possibile trovare questo articolo

Tianjin Eco-City

vi riporto il link... nel caso qualcuno se lo fosse perso ....

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/asia/china/9151487/Chinese-mov...

http://www.repubblica.it/ambiente/2012/06/21/news/cina_citt_modello-sost...

http://www.tianjinecocity.gov.sg/

un saluto a tutti voi !

M.Torelli

GDL Tecnologia

Innovazione tecnologica e sviluppo di progetti per l'indipendenza dal sistema monetario

Condividi contenuti