inizia

Zeitgeist: Addendum

Download (in italiano) Download (torrent, in inglese) Download sottotitoli

Zeitgeist Addendum, scritto, diretto e prodotto da Peter Joseph. Secondo film del regista Americano, dopo Zeitgeist, The Movie, propone un'alternativa al nostro stile di vita, passando dalla denuncia all'azione. Recensione in arrivo.

4.76923
Il tuo voto: Nessuno Media: 4.8 (26 voti)

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.
marcoaaron
Ritratto di marcoaaron
Offline
Unito: 2 Giu 2009
Messaggi: 1
come posso pubblicare il video su FACEBOOK?!

ciao A TUTTI.
come posso pubblicare il video su FACEBOOK?!
ciao grazie!!

Stefan Danov
Ritratto di Stefan Danov
Offline
Unito: 31 Maggio 2009
Messaggi: 480
come posso pubblicare il video su FACEBOOK?!

Scusa il ritardo ,ma a quale video ti riferisci?

Basta sistemi monetari, di baratto, servitù o schiavitù !

Orologio
Ritratto di Orologio
Offline
Unito: 30 Gen 2010
Messaggi: 1
HD

Ciao a tutti.
Sto organizzando la proiezione di Zeitgeist,
Mi potreste dire dove scaricare il film ad una qualità un po' più decente? Dai link qui sopra si scarica un misero file con risoluzione 480 x 360.
Capisco che i contenuti sono più importanti delle immagini, ma potersi godere anche le immagini non sarebbe male.
Grazie a tutti.

roberto70
Ritratto di roberto70
Offline
Unito: 25 Gen 2010
Messaggi: 2
diffusione

sono d'accordo con l'utente precedente.
Se il video potesse essere scaricabile e masterizzabile su un dvd, ognuno di noi potrebbe farne delle copie e darle agli amici, i quali visionerebbero l'intero documento senza stancarsi e quindi capendone interamente contenuti.
saluti

roberto dal seno

sharemind
Ritratto di sharemind
Offline
Moderatore
Unito: 15 Nov 2009
Messaggi: 371
640 x 360

Orologio ha scritto:
Ciao a tutti.
Sto organizzando la proiezione di Zeitgeist,
Mi potreste dire dove scaricare il film ad una qualità un po' più decente? Dai link qui sopra si scarica un misero file con risoluzione 480 x 360.
Capisco che i contenuti sono più importanti delle immagini, ma potersi godere anche le immagini non sarebbe male.

Benvenuti Orologio e roberto70,

Zeitgeist adendum doppiato in italiano è scaricare qui sopra a una risoluzione 640 x 360. Questa è la stessa risoluzione del film in versione inglese disponibile dal sito internazionale.

640 x 360 dovrebbe essere sufficente per la tv o una proiezione.

roberto70 ha scritto:

Se il video potesse essere scaricabile e masterizzabile su un dvd, ognuno di noi potrebbe farne delle copie e darle agli amici

Il filmato in formato .avi può essere masterizzato su un DVD con qualche programma apposito, dai un'occhiata qui per iniziare: http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_programmi_open_source#Programmi_per_masterizzare

------------------------------
Prima di creare una nuova discussione, usa la funzione di ricerca... :-)
....in alto a destra di ogni pagina ------>

Senryu_91
Ritratto di Senryu_91
Offline
Unito: 11 Gen 2010
Messaggi: 475
sono ancora un pò poveri

riguardo a risoluzione

per una tv normale l'ottimale sarebbero 576p in verticale, non 360 :(

<-- MAGAZ LA LEGGENDA!!!!
Visita il mio blog!! --> http://lo-spirito-del-tempo-by-senryu91.blogspot.

Andrea Gentiletti
Ritratto di Andrea Gentiletti
Offline
Unito: 8 Nov 2010
Messaggi: 9
treno altissima velocità

per un treno che va a 6.400km/h ha bisogno di una struttura che non faccia le curve!!!!!!!

Alessandro Antonazzo
Ritratto di Alessandro Antonazzo
Offline
Unito: 28 Apr 2011
Messaggi: 6
Il cambiamento è quello che

Il cambiamento è quello che effettivamente l'uomo cerca, nessuno di noi vuole che la propria vita sia manipolata dagli altri, ognuno di noi vuole effettivamente vivere la propria vita senza che ci siano contrasti, lotte e continui confronti per dimostrare chi è migliore di chi.

Nella mia vita ho sempre cercato la verità, ho sempre cercato risposte che ho trovato sempre poco chiare, e comunque ho sempre trovato risposte con libertà di analisi del concetto soggettivo più che oggettivo.

Oggi finalmente grazie a zeitgeist ho capito che l'obbiettivo di noi umani deve essere comune, deve essere globbale è unico.

E tali concetti mi fanno venire in mente discorsi semplici di un uomo semplice che era mio nonno che diceva (L'unione fa la forza).

E visto che io nel mio piccolo ho il vostro identico obbiettivo, è un onore per me far parte e contribuire attivamente per cercare di far diventare il nostro progetto comune a tutte e che il nostro lavoro presente e futuro lo possano godere tutti gli uomini di questo mondo indistintamente.

Alessandro Antonazzo

sheval
Ritratto di sheval
Offline
Unito: 11 Giu 2011
Messaggi: 5
Aiuto!!

non riesco a scaricare i filmati in italiano apre una pagina piena di lettere e numeri! come posso scaricarli in italiano? GRAZIE!

Paolo Posocco
Ritratto di Paolo Posocco
Offline
Unito: 19 Maggio 2009
Messaggi: 326
Strano, i link sono diretti

Strano, i link sono diretti al file.
Prova a cliccare sui bottoni verdi con il tasto destro e fare "salva link/oggetto con nome" ;)

Paolo Posocco

sheval
Ritratto di sheval
Offline
Unito: 11 Giu 2011
Messaggi: 5
Grazie mille! funziona!

Grazie mille! funziona!

jettero (non verificato)
Ritratto di jettero
Questo sistema é fallimentare

Credo che questo sistema non possa funzionare, per via di alcune implicazioni comporamentali croniche umane di cui non si tiene conto nel video. Parlo del fatto che l'uomo é un vincitore o uno sconfitto. Da qui il fatto che diventa persecutore o vittima. Questa caratterialità non deriva dal sistema monetario, ma semmai é il contrario. Si é andati a costruire un sistema monetario perché il sistema monetario permette di esprimere totalmente questa caratteristica umana. La famosa "soddisfazione" é legata moltissimo a questo comportameto.

Non se ne parla nenache lontanamente nel video. Molto strano. Come vedete si tende già a fare il doppio gioco nascondendo alcune faccende. Cominciamo bene...

Fintanto che l'uomo non lavorerà per sradicare questo comportamento, tenderà sempre a costruire intorno a se sistemi e castelli dove potrà dimostrare di essere vincitore. Senza che se ne rendano conto, questa caratteristica umana sta già lavorando in sottofondo sia su quelli che stanno creando il progetto, sia su quelli che lo seguono.

paolo87
Ritratto di paolo87
Offline
Unito: 15 Nov 2010
Messaggi: 331
@ jittero

Non so su quali basi affermi che l'uomo sia caratterialmente sconfitto o vincitore, e tanto piu' che il sistema stesso sia conseguenza di questa caratteristica caratteriale.
L'uomo come ogni altro essere si relaziona con l'ambiente che lo circonda e in base ad esso modifica alcune sue caratteristiche.
L'uomo non e' mai stato ne vincente ne vinto, forse tu ti riferisci alla famosa legge della giungla per cui vince il piu' forte o il piu' inteligente.
Ebbene in realta' e' stato dimostrato che l'uomo e' un essere empatico e che basa le sue relazioni sulla collaborazione.
Gli aspetti di competizione derivano da un ambiente che costringe alla sopravvivenza ovvero alla competizione per perpetrare la propria vita. Dato il livello di sviluppo raggiunto dall'uomo e' chiaro che non c'e' piu' bisogno di lottare per sopravvivere, e' evidente quindi che le caratteristiche caratteriali di cui parli non sono innate nell'uomo, bensi' conseguenze dell'ambiente in cui vivevamo.
Ti vorrei dare 2 consigli:
1 non saltare a conclusioni affrettate, ne sulle caratteristiche umane, ne sulle basi su cui poggia il movimento, perche' verifica, sono solidissime.
2 Guarda Zeitgeist Moving Forward dove gli aspetti di cui tu parli, sono trattati da professori universitarii di tutto il mondo.
A presto e continuiamo a cercare e a informarci, perche' non si smette mai di scoprire cose nuove, che ci fanno cambiare punto di vista.

"Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtutae e conoscienza"

juri appignanesi
Ritratto di juri appignanesi
Offline
Unito: 14 Maggio 2011
Messaggi: 130
@jettero

Rispetto la tua opinione,ma nn concordo,ti consiglio di seguire il film suggerito da paolo87, ma ritengo fondamentale che visioni il SIMPOSIO DI ATTIGLIANO,un capolavoro di logica applicata elaborando i dati reali!!!

jettero (non verificato)
Ritratto di jettero
Non é il "sistema" che ti cambia la vita.

Caro paolo87, é chiaro che la vittoria e la scoffitta sono illusioni, ma l'uomo comune non può farne a meno. La vittoria e la sconfitta sono il motore che lo fa andare avanti.
Anzi, ci devi aggiungere la parola "GUERRA" E "SOFFERENZA". Ti faccio un esempio. Se decido per esempio di smettere di fumare, il ché mi pare sia una buona cosa, devo cominciare a lottare, a fare una sorta di guerra contro la voglia di ritornare a fumare. Giorno dopo giorno é una lotta. Da questa guerra ne uscirò o vincitore o sconfitto e avrò anche "sofferto" per farlo. Non ci sono altre alternative. Tutta la vita di uomo é costellata di sfide e battaglie piccole o grandi dove può solo uscirne vincitore o sconfitto. Non ci sono altre alternative.
Dove inciamapate alla grande é che volete un'altro "sistema" che risolva i vostri problemi. Loro chiaramente lo sanno.
Dovresti un attimino riflettere sulla cosa e dirmi per esempio dove NON trovi, sul pianeta terra e nella dimensione dell'uomo comune, queste 4 situazioni che ho citato, e cioé: VINCITA, SCONFITTA, GUERRA E SOFFERENZA.

paolo87
Ritratto di paolo87
Offline
Unito: 15 Nov 2010
Messaggi: 331
@ jittero

jettero ha scritto:
Caro paolo87, é chiaro che la vittoria e la scoffitta sono illusioni, ma l'uomo comune non può farne a meno. La vittoria e la sconfitta sono il motore che lo fa andare avanti.
Anzi, ci devi aggiungere la parola "GUERRA" E "SOFFERENZA". Ti faccio un esempio. Se decido per esempio di smettere di fumare, il ché mi pare sia una buona cosa, devo cominciare a lottare, a fare una sorta di guerra contro la voglia di ritornare a fumare. Giorno dopo giorno é una lotta. Da questa guerra ne uscirò o vincitore o sconfitto e avrò anche "sofferto" per farlo. Non ci sono altre alternative. Tutta la vita di uomo é costellata di sfide e battaglie piccole o grandi dove può solo uscirne vincitore o sconfitto. Non ci sono altre alternative.
Dove inciamapate alla grande é che volete un'altro "sistema" che risolva i vostri problemi. Loro chiaramente lo sanno.
Dovresti un attimino riflettere sulla cosa e dirmi per esempio dove NON trovi, sul pianeta terra e nella dimensione dell'uomo comune, queste 4 situazioni che ho citato, e cioé: VINCITA, SCONFITTA, GUERRA E SOFFERENZA.

Ciao Jittero, condivido quello che dici, nel senso che fai un'analisi abbastanza accurata della distorzione del sistema di valori che si e' generata in risposta all'ambiente sociale da noi creato.
Premettiamo che nella vita, si nasce, si vive, spesso soffrendo, e si muore.
Questo ovviamente nn e' male, e' semplicemente la vita.
Come dici anche tu, la vittoria e la sconfitta sono illusioni, quindi mi verrebbe da dire che ti sei risposto da solo, ovvero l'uomo si nutre ancora troppo di illusioni.
Cercando di analizzare cio che e' maggiormente rilevante si evince, che l'uomo fa parte del pianeta terra, e che per di piu' ne e' la specie dominante, che ha la possibilita' di viverci in maniera prospera e pacifica, a questo punto l'unica sconfitta per l'umanita' e non per il singolo, e' il non riuscire a superare le illusioni individualistiche, culturali, religiose etc,che ci ancorano ad una visione cosi soggetiva ed illusoria.
Se Tu riuscissi a semttere di fumare, nn saresti ne un vinvitore ne un vinto, questo e' solo frutto del sistema sociale attuale che mette al centro la competitivita'.
Cosi per tutto, se non vai bene a scuola sei un perdente, se non sei figo con le ragazze sei un perdente, noti da solo che questo e' semplicemente frutto del tipo di ambiente in cui viviamo.
Qui nessuno di noi vuole un sistema che risolva i problemi, noi identifichiamo le cause della maggior parte dei problemi umani, tra cui alcuni che hai citato te, nell'attuale sistema sociale, e cioe' quindi nell'ambiente che ci circonda.
E siamo consci che andando ad agire sulle cause che genrano questi problemi, si potranno realmente e finalmente risolvere.
Il bambino guerriero africano (realta' cosi aberrante che mi vengono le lacrime solo a pensarci) non penso sia ne cattivo, ne egoista, ne vinto, ne vincitore, ma e' nato in un ambiente che lo ha costretto a sviluppare alcune caratteristiche. Cosi noi siamo semplicemnete schiavi del sistema, fino a quamdo almeno non ne diventiamo consapevoli, e non individuiamo le catene invisibile che imprigionano la nostra mente, autoconvincendoci, che i problemi umani cioe' quelli che ci affliggono, sono intrinseci nella natura umana.
Guerre, fame, distruzione, poverta', criminalita', stratificazione sociale, sono solo alcune delle conseguenze che il sistema sociale genera, e mettere ognuno di noi in una visione individualistica competitiva, dove o si e' vinti o vincitori, non e'altro che il miglior modo per garantire che non ci sia collaborazione tra di noi, e quindi mantenere paralizzata la massa schiava del sistema e dei suoi padroni.

"Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtutae e conoscienza"

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
@jittero

Jittero guarda Zeitgeist Moving Forward e poi osserva l'ambiente intorno a te, tutti coloro che ruotano nella tua sfera di vita, i comportamenti,le reazioni etc etc forse questo osservare da una prospettiva più realistica e non viziata dalla cultura distorta odierna, può toglierti qualche dubbio sulla natura umana e sulle possibilità che abbiamo di lasciare che essa si manifesti nella sua naturalezza in un "ambiente positivo". Ciao, buona visione e non smettere mai di porti dei dubbi e di cercare di acquisire nuova conoscenza che possa dare soluzione ad essi :)

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

jettero (non verificato)
Ritratto di jettero
Non ci capiremo mai

Sono il primo a dire che intorno a me o sopra di me c'é qualche cosa che non quadra. Ma la causa NON é il sistema monetario. I video li ho visti. Siamo tutti daccordo su tutto... chi potrebbe non esserlo??? ma NON é il cambiare tipo di sistema monetario che ti cambia i problemi di base. Sarebbe troppo bello e sarebbe già stato fatto da un pezzo.
In ogni caso i sistemi si mettono a posto da loro generazione dopo generazione. È inevitabile e lo si vede anche guardando la storia (oggi si sta meglio di ieri).
Se proprio dobbiamo parlare di cosa veramente non va nell'umanità, purtroppo la realtà é molto peggiore di quella che viene descritta dai vari video. Il Rockfeller di turno é nella tua stessa barca, se non peggiore. Ma qui bisognerebbe aprire un'altro capitolo.

Tutto bene invece per il discorso di usare energia pulita, tecnolgia, e fare pubblicità in questo senso. Piano piano si va in ogni caso verso questa via.

Ma per il resto non fatevi troppe illusioni. Ci sarà sempre competizione, vittoria e sconfitta. Quindi, con questi ingredienti, e nelle peggiori delle ipotesi, ci sarà sempre chi sta in cima alla piramide e che farà il bello o il cattivo tempo.

vuoto79
Ritratto di vuoto79
Offline
Unito: 10 Set 2010
Messaggi: 110
trickle down (colare giù)

E' un meccanismo che si basa sul fatto che chi sta sopra, mangiando, fa cadere le briciole, che altri possono mangiare. E' una cosa che non posso concepire: il fatto che alcune persone debbano essere considerate importanti, è quello che viene chiamato: "esistenza commerciale e cultura della visibilità".
Se non appari in un certo modo, e se non ti attieni ad i valori consumistici, allora non puoi ottenere neanche approvazione del tuo gruppo di amici... e tutti come sciocchi continuiamo ad aderire a valori che si basano sulla competizione.
Ma i valori sono relativi soltanto al contesto del luogo ed in un preciso momento storico. (Qualche anno fa era scandaloso vedere le donne nude in televisione...) è un esempio di come i valori sono cosi fragili ed intercambiabili, specialmente quelli indotti.

L'unica cosa che non è opinabile è questa: "il fumo fa male!"

Quirino Cuccioli
Ritratto di Quirino Cuccioli
Offline
Unito: 24 Giu 2012
Messaggi: 6
Il ragionamento e' valido condivido

jettero ha scritto:
Sono il primo a dire che intorno a me o sopra di me c'é qualche cosa che non quadra. Ma la causa NON é il sistema monetario. I video li ho visti. Siamo tutti daccordo su tutto... chi potrebbe non esserlo??? ma NON é il cambiare tipo di sistema monetario che ti cambia i problemi di base. Sarebbe troppo bello e sarebbe già stato fatto da un pezzo.
In ogni caso i sistemi si mettono a posto da loro generazione dopo generazione. È inevitabile e lo si vede anche guardando la storia (oggi si sta meglio di ieri).
Se proprio dobbiamo parlare di cosa veramente non va nell'umanità, purtroppo la realtà é molto peggiore di quella che viene descritta dai vari video. Il Rockfeller di turno é nella tua stessa barca, se non peggiore. Ma qui bisognerebbe aprire un'altro capitolo.

Tutto bene invece per il discorso di usare energia pulita, tecnolgia, e fare pubblicità in questo senso. Piano piano si va in ogni caso verso questa via.

Ma per il resto non fatevi troppe illusioni. Ci sarà sempre competizione, vittoria e sconfitta. Quindi, con questi ingredienti, e nelle peggiori delle ipotesi, ci sarà sempre chi sta in cima alla piramide e che farà il bello o il cattivo tempo.

irinasirbu85
Ritratto di irinasirbu85
Offline
Unito: 29 Apr 2013
Messaggi: 33
ciao

jettero ha scritto:
é chiaro che la vittoria e la scoffitta sono illusioni, ma l'uomo comune non può farne a meno. La vittoria e la sconfitta sono il motore che lo fa andare avanti.
Anzi, ci devi aggiungere la parola "GUERRA" E "SOFFERENZA". Ti faccio un esempio. Se decido per esempio di smettere di fumare, il ché mi pare sia una buona cosa, devo cominciare a lottare, a fare una sorta di guerra contro la voglia di ritornare a fumare. Giorno dopo giorno é una lotta. Da questa guerra ne uscirò o vincitore o sconfitto e avrò anche "sofferto" per farlo. Non ci sono altre alternative. Tutta la vita di uomo é costellata di sfide e battaglie piccole o grandi dove può solo uscirne vincitore o sconfitto. Non ci sono altre alternative.
Dove inciamapate alla grande é che volete un'altro "sistema" che risolva i vostri problemi. Loro chiaramente lo sanno.
Dovresti un attimino riflettere sulla cosa e dirmi per esempio dove NON trovi, sul pianeta terra e nella dimensione dell'uomo comune, queste 4 situazioni che ho citato, e cioé: VINCITA, SCONFITTA, GUERRA E SOFFERENZA.

stavoleggendo i vostri commenti, sono felice che qualcuno almeno si preoccupa di capire questi concetti ke poco interessano a tutti coloro che io conosco. grazie ai 3 film di zeitgeist ho scoperto il filosofo J.K.,quello della crisi delle coscienze, ho letto i suoi testi e ho applicato i suoi "insegnamenti" per cominciare a risolvere alcuni degli aspetti della "natura" umana,ma ci arriverò più tardi.
volevo rispondere a questo commento:
La vittoria e la sconfitta sono illusioni? se sono illusioni ci portano avanti? eppure i ricchi e i poveri esistono..il problema è ke se c'è qualcuno che vince ce ne sono mille chiamati sconfitti, se c'è un buono ci devono essere i cattivi, se ce la patria ci devono essere nemici, sono idee astratte per cui si fanno azioni che produccono sofferenza negli individui che fanno parte dello stesso tutto dal quale facciamo parte anche noi,idee per le quali ci stiamo rendendo disuguali, e per le quali abbiamo una guerra. dove ci può mandare la parola buono? se la stessa parola buono deriva da una parola come la cattiveria? io voglio capire cos'è la vera bontà, non voglio essere buona chiamando cattivi tutti gli altri per qualche motivo. vi siete mai chiesti se per le vostre azioni c'è qualcuno che soffre? io si. ma bisogna arrivare alla conclusione che non esiste un "io". l'"io" è la grande illusione in cui tutti crediamo.
il problema della dipendenza è assolutamente un'altra cosa. la prima cosa che ho fatto dopo aver letto i testi di j.k. è stato smettere di fumare.ho provato a vedere cosa succede ed è stato indolore, è stato divertente scoprire la verità di affermazioni quali:"il cervello è uguale in tutti, ognuno lo usa come vuole, ma pochi ne conoscono le potenzialità" e ci credi ke esiste un modo per farlo indolore? beh io non ho sofferto neanke un nano secondo, e non per un grande cambiamento sostenuto da trattamenti o psicologi, o combattimenti e sofferenze interiori. questo è possibile grazie alla conoscenza, conoscenza del modo in cui funziona il nostro cervello, chimica, fisica, anatomia, scienza, chiamala come vuoi. se per qualcuno è così difficile smettere di fumare vuol dire che non sa cos'è il fumo e il meccanismo mentale che decide di fumare. bisogna chiederselo invece di soffrire. per riuscirci bisogna percorrere una strada interessantissima, per scoprire fin dove siamo condizionati da idee tradizioni e cultura. e lo siamo in ogni pensiero.
quello ke si fa dopo dopo giorno è vivere, è vita ,sono scelte, e bisogna farne quelle che non producano poi alcunissimo rimpianto,o sofferenza. con ragionameti logici, lasciando da parte la tradizione.

vincita sconfitta guerra e sofferenza sono 4 delle parole con le quali chiamiamo concetti sovrapposti nel corso del tempo. la parola si deve usare per il significato con la quale è nata, e conoscere per quale motivo è nata, invece di associare varie esperienze passate. (platone nelle sue opere parla di concetti inventati che nominiamo ogni giorno senza sapere quel che diciamo) per esempio l'economia dice che la vincita non esiste, la sconfitta è la parola che nasce dal suo contrario, perche se non ci sono gli sconfitti non ci sono i vincitori, ma poi se uno vuole proprio essere l'uinco vincitore vorrebbe dire che ha perso di visto una cosa fondamentale ovvero ke siamo parte di un tutto. appena si divide l'umanità in due parti, con due parole, per esempio uomo e donna, ecco che cminciano le lotte. provate a pensare a 2 parole così, ma che non siano collegate ad un ambiente sfruttato dall'economia, diventeremo ancora lottatori? ricordo che al liceo discutevamo ore sull'amicizia, e sapete, tutti i nostri raggionamenti sono fondati sul pritto, siamo abituati ad ottenere se no non è amore, ricompense, gratifiche. siamo condizionati profondamete e finche non lo scopriremo, produrremo sofferenze agli altri.

irina sirbu

jettero
Ritratto di jettero
Offline
Unito: 30 Apr 2013
Messaggi: 15
Ciao, al di la di tutte le

Ciao, al di la di tutte le parole però nessuno ancora ha risposto o ha indicato dove sarebbbero assenti le 2 componenti che ho citato, cioè di vittima o carnefice, vittoria e sconfitta, con tutte le sue categorie che ne derivano (gioia e dolore) e sottogategorie (padrone, schiavo) ecc... ecc.... , oppure se c'è stata una situazione di assenza di questo umano comando biologico nel passato.
Ripeto che questo bipolarismo comportamentale è talmente radicato nell'essere umano che cercare di cambiarlo, con dei mezzi proposti, è come cercare di insegnare il paso doble ad un toro. Sembra di essere vicini, ma nello stesso tempo è impossibile farlo, almeno con i mezzi tradizionali. La libertâ sta tutta da un'altra parte e ognuno se la deve cercare da se, nel suo intimo, come da sè siamo venuti al mondo e da sè ce ne andiamo.L'idea di un movimento o un sistema che mi renderebbe libero mi fa anche sorridere. Siamo almeno un po' realisti e mettiamo le carte sul tavolo come si deve. Poi si può evtl. continuare su un piano meno "speranzoso".

C'è chi ha detto che il motore che fa girare il capitalismo è il conflitto di interesse, ed è vero, in quanto se non si inietta un conflitto, il mercato del buy & sell non funziona, quindi il capitalismo crolla. E io mi spingo oltre dicendo che la stessa cosa accade addirittura all'interno dell'umanità, nel senso che l'umanità gira intorno proprio a una sorta di cntinuo conflitto, una tensione che va da A a B e che genera sconfitta e vittoria, paura, gioia, ecc.. ecc... all'infinito, quindi tutte questi "visioni speranzose" teorie sulla libertà della comunità e addirittura dell'umanità sono delle grandi frottole, create o da gruppi malevoli o da persone visionarie inconcudenti e fallimentari, o detite alla dittatura e al potere, non so.

L'umanità senza questa caratteristica di nascita-morte, gioie-dolori, vittima-carefice, ecc... ecc.. collasserebbe, e arrivati al quel punto la gente starebbe talmente male che rivorrebbe indietro subito il naturale e caratteristico comportamento umano. Ogni specie sulla terra è fatta, concepita e disgnata in un modo ben preciso, compresa la razza umana.

irinasirbu85
Ritratto di irinasirbu85
Offline
Unito: 29 Apr 2013
Messaggi: 33
:)

L'umanità senza questa caratteristica di nascita-morte, gioie-dolori, vittima-carefice, ecc... ecc.. collasserebbe, e arrivati al quel punto la gente starebbe talmente male che rivorrebbe indietro subito il naturale e caratteristico comportamento umano. Ogni specie sulla terra è fatta, concepita e disgnata in un modo ben preciso, compresa la razza umana.[/quote]

grazie Simone Persiani! ma quanto amore c'è in questo forum :)
inquanto a te jettero..un pò non capisco cosa vuoi dire, ma un pò possiamo raggionarci su:
la gioia deriva dalla vincita? cos'è la gioia, e il dolore?
per capire noi stessi davvero pensi che bisogna guardare nel passato?
quando hai fame guardi le foto dei piatti ke ti sei mangiato in vacanza? o ti frullano tante idee di cosa ti andrebbe di mangiare ora!
si può sradicare tutto dalla mente, in un modo così facile che non immagini!
sapresti mettere in pratica questa frase? : conoscendo le cose esse vengono già cambiate, oppure condividi perche sono frasi belle e profumano di mistero. i mezzi tradizionali non sono mezzi, lo dimostra il tempo e il mondo di oggi, la tradizione tradisce il presente, è la foto di un piatto di pasta per la quale altri pregano o invocano, ma questo non sazzia.
i comportamenti ci sono insegnati dai genitori e dagli altri. e si possono sradicare facilmente, ma ki aspettiamo per farlo? il messia?
se vuoi la libertà, non c'è l'hai se non sai cos'è, e se dici che sta da una parte piuttoste che qua nella mente umana, nella liebrtà dei pensieri ke non abbiamo pke siamo condizionati anche nel inconscio, allora non vuol dire che non hai speranze, pke dici ke non c'è, ma dici anke che forse c'è da un'altra parte. cos'è un monaco invidioso per esempio,sulla cima di una montagna? è forse libero dalla sua invidia?
se insegni ai tuoi bambini che siamo fottuti e bisogna arrendersi al sistema qualcosa cambierà? se nessunp si mette a cucinare rimani conla foto della pasta a convincerti ke la carta non è gustosa. mah...
lo sai bene vedendo i film che chi accetta il sistema non è libero, tu che sei nel sistema perché crei la tua teoria sulla libertà allora? anche sostenere che non esiste è una teoria, è tutta teoria. quando sperimenterai qualcosa raccontacelo.
io non voglio negare a tutti i costi quello ke dici, perché stai rivelando te stesso e le tue debolezze e non per questo ti sminuisco, siamo tutti nella stessa barca, ma perche si deve arrivare a una conclusione se la vita ci insegna che tutto cambia, perche si tende a trovare una visione del mondo che ci convince per un attimo per rimanere fermi su una conclusione se dopo 1 minuto sei già un'altro? è questa la tradizione, la tradizione che ci creamo da soli, per non imparare a vedere cose nuovecercando di ricordare come si kiamano, in inglese magari.

e poi mi chiedo perche sei così legato a queste parole: carnefice, vittima, sconfitta, tu lo sai ke l'animale essere umano, è l'unico animale che è consapevole di morire, dimmi tu se qui non inizia la lotta vera per la sopravivenza. nasce tutto nella mente, e nella mente deve finre, ovvera quando la tua mente smetterà di parlare allora sarai libero. è la disuguaglianza che ci fa arrabbiare. e la rabbia sai, ha anche lei un suo rimedio. socrate disse, ma ora non voglio esagerare, che si ha paura della morte perche non la si conosce, e perche devo avere paura della morte se magari essa è meglio di quello che sto vivendo adesso. allora forse la paura è la nostra dannazione, ma anche questa ha un rimedio, ma come dici tu, bisogna capire gli strummenti giusti per vincere il dolore, la paura, no? li stai scoprendo o te la preferisci tenere la sofferenza? tu soffri quando ti insultano? perche? pwerche invece non smetti di soffrire? ahahah rsgazzi, non create teorie su teorie, perche un giorno vi cadranno sui piedi!

irina sirbu

irinasirbu85
Ritratto di irinasirbu85
Offline
Unito: 29 Apr 2013
Messaggi: 33
ps

la vita c'è , che precisione ha un batterio? si è adattato all'ambiente finchè è diventato un dinosauro, un uomo, altre specie adesso stanno mutando ma non lo sai, perche ci vogliono anni. solo l'uomo non muta mai, potrebbe farlo ma si è fermato. l'evoluzione dell'uomo ha preso piede nel cervello non nele ali o nella coda. ma lo usiamo solo per poke cose ormai, sempre le stesse, e pensate ke lo usiamo persino quando ci fanno accettare certe idiozie, si noi raggioniamo sempre, inutilmente, da platone in giù. solo la scienza va avanti, ovvero solo l'area della tecnica del cervello va avanti, e quale altra? ahahah se ogni volta che viene uno a dirci guardate che si può vivere in pace, io lo faccio, si può! gli sputiamo addosso.

irina sirbu

jettero
Ritratto di jettero
Offline
Unito: 30 Apr 2013
Messaggi: 15
A leggere i libri di storia

A leggere i libri di storia però pare che Ghandi, la sua non violenza e il suo tentativo di unificare le due comunità induiste e pakistane, abbia invece scatenato una guerra civile di proporzioni bibliche, una delle più cruente della storia, risoltasi con la morte di centinaia di migliaia di persone, fra entrambe le parti, se non faceva niente non ci sarebbero stati tutti quei morti, e comunque poi la situazione è tornata dov'era prima, cioè induisti da una parte musulmani dall'altra.

irinasirbu85
Ritratto di irinasirbu85
Offline
Unito: 29 Apr 2013
Messaggi: 33
tu parli di violenza come

tu parli di violenza come concetto astratto? essa non esiste come concetto.
la violenza è quando tu sei violento, e non c'è nessun ghandi che ti può dire come risolverla, apparte te stesso, la storia appunto ci mostra come cerchiamo i modi sbagliati di risolvere laviolenza, invece di capire che cos'è, da dove nasce con tutti i suoi aspetti, la violenza nella sua totalità. e nel momento in cui ti arrabbi, se lo ricordi l'arrabbiatura passa come se non fosse mai esistita e non progredisce. non c'è la violenza da combattere, nel sistema noi siamo violenti. noti come già di dire "la violenza" e "siamo violenti" nascono in noi diverse sensazioni. come dicevo prima, non c'è la violenza, c'è l'uomo violento e quello che la subisce e sopratutto risponde con la stessa moneta. se cil modo è così, è perche noi siamo così da milleni, perchè il mondo sei tu, io, e gli altri, la società siamo io e tu e gli altri, in quale parte della società vorresti ke fosse la pace, in te no?

irina sirbu

irinasirbu85
Ritratto di irinasirbu85
Offline
Unito: 29 Apr 2013
Messaggi: 33
per jettero

guarda jettero, http://www.youtube.com/watch?v=DRlMPB8J0mY&feature=share fai un piccolo sforzo quanto piccolo è questo filmato, e capirai

irina sirbu

jettero
Ritratto di jettero
Offline
Unito: 30 Apr 2013
Messaggi: 15
Certo, e se tu fai

Certo, e se anche tu vai un attimo oltre vedrai che il video è pieno zeppo fino all'orlo proprio di che ho fatto osservare, cioè da una parte la vittima e dall'altra il carnefice (che può essere inteso come figurato, ma in tanti casi anche reale).
Ma il problema è, come modificare questa situazione? giusto? è questa la grande domanda che vi ponete?
E voi pensate di poter cambiare questa comportamento umano nato con l'uomo semplicemente sostituendo un sistema o modello di società? Voi pensate che non mandare la gente a lavorare o tornare al baratto o trovare un sistema sociale innovativo cambi di base la situazione estremamamente disperata dell'essere umano? beh.... buona fortuna, in quanto con qualsiasi sistema vivi resti comunque un mortale confrontato con cose ben più importanti della struttura materiale e sociale.
Credo che la situazione critica dell'uomo non è da ricercare nel sistema sociale, ma bensi interiormente e rispetto a cose che vanno al di là del mondo intero in quanto quello è il nostro vero futuro.

In fondo questa sofferenza nasce da un malessere comune, che viene focalizzato come tale, ma che non viene affrontato mai fino in fondo, preferendo la classica via semplice del tipo "è colpa dei governanti, è colpa dei politici, ecc..."

Inoltre c'è anche l'incapacitâ di assumersi le proprie responsabiltà di essere umano in quanto è difficile, si preferisce che sia qualcunaltro a gestire le nostre vite, e quindi già di base l'essere umano preferisce la schiavitù alla responsabilitâ individuale, guardate in che situazione si trovsa l'Italia, la gente che da la colpa del macello sociale a 2 deficenti che sono al governom come se questi 2-4 politicanti siano in grado di gestire un paese. Ecco la prova che piuttosto di prendere in mano il proprio destino, l'essere umano lascia volentieri il volante a dei furfanti, ed ecco speigata la malattia cronica dell'Italia.

irinasirbu85
Ritratto di irinasirbu85
Offline
Unito: 29 Apr 2013
Messaggi: 33
pazienza..

io credo soltanto, jetttero, che tu molte cose non hai letto non hai visto, mentre io cerco di leggerle, vederle, capirle, ti dovrei dire, vediti quello, leggi quell'altro, ma fallo da solo se ti interessa, invece di dire che quello per cui viviamo e per cui abbiamo la passione per scoprirlo, è sbagliato!
una cosa è comunicare per per dire, una cosa è scambiarsi informazioni, che devono generare domande interiori per spronare alla ricerca della verità, e non chiedere risposte pronte dagli altri per poi giudicarle errate o meno errate.
tu puoi dirmi quello che vuoi, ma io so quello che faccio. so dove voglio arrivare. e sicuramente non voglio arrivare . in risposta puoi vedere un mio topic i scienze umanistiche, si chiama 1 maggio etc..

irina sirbu

irinasirbu85
Ritratto di irinasirbu85
Offline
Unito: 29 Apr 2013
Messaggi: 33
:)

ah, simone persiani, impeccabile come sempre.
l'uomo è fatto di pensieri e sensazioni. e non c'è vittoria senza la lotta, siamo competitivi perchè siamo stati addestrati ad esserlo. lo sport esste per questo.

irina sirbu

Condividi contenuti