inizia

Responso Ufficiale ai fatti in Egitto e Wikileaks

4 febbraio 2011,


Clicca in basso a destra su "CC" per attivare i sottotitoli in italiano. Attenzione, i sub non sono sincronizzati perfettamente, ma per chi non capisce proprio nulla di inglese dovrebbero andare bene comunque. Riporto qui il transcript completo del filmato, tradotto in italiano.

Dal secondo decennio del XXI secolo il panorama geopolitico è in subbuglio: guerre, crisi economiche e invadenti strutture consolidate di potere nazionali e societarie stanno ridisegnando il mondo così come lo conosciamo. Dal 30 gennaio 2011, data in cui è stata scritta questa dichiarazione, nelle capitali e nei caffè del Medio Oriente e del resto del mondo infuria un acceso dibattito in reazione alla più recente serie di documenti resi pubblici. La controversa pubblicazione da parte di WikiLeaks di documenti precedentemente segreti rivela una realtà innegabile: le attuali regole del business globale e le politiche pubbliche sono ora sotto processo.

Questa ondata di consapevolezza in risposta al nostro attuale sistema geopolitico ed economico sta diventando evidente per il grande pubblico, mentre assistiamo alla crescente e rumorosa risposta da parte dei cittadini di Tunisia, Egitto e del Grande Medio Oriente. Con la pubblicazione di comunicazioni diplomatiche relative a crescita di dispotismo e disuguaglianza economica, una nuova ondata di persone sta insorgendo per pretendere il proprio diritto di esistere all'interno di una società libera e aperta. Non come musulmani o cristiani, atei o ebrei, ma come esseri umani indipendenti che reclamano i loro diritti umani ad una vita libera e indipendente. Il numero di cittadini insorti in nome dei loro diritti inalienabili è in rapida crescita e il mondo ne sta prendendo nota. Abbiamo ad esempio visto che la disperata situazione dagli iraniani nel 2009 si sta riproponendo ora con maggiore frequenza e ciò è dovuto al paradigma economico e politico mondiale che di giorno in giorno rivela sempre più la sua inadeguatezza.

Questa risposta in Nord Africa indica che se le persone hanno accesso alla conoscenza delle leggi che regolano il sistema, si trovano dinnanzi a una scelta: possono perpetuare un mondo in bancarotta morale ed economicamente alla deriva, oppure esigere un'alternativa più equa. In un mondo dove l'informazione è digitalizzata e onnipresente, è importante sottolineare che è stato confermato che l'intera rete Internet in Egitto è stata temporaneamente disattivata, insieme alle reti wireless a banda larga (3G). Se le nazioni operano fondamentalmente per il bene del popolo, essendo questo il fattore motivante primario delle politiche pubbliche, allora perché il bisogno di soppressione? I disordini civili possono continuare e continueranno, con despoti sostituiti da despoti un po' più benevoli o malevoli, a seconda dei capricci dell'organismo pubblico. È giunto il momento di rivalutare il nostro modello corrente.

Come affermato precedentemente, il concetto inquietante di un "interruttore di spegnimento” di Internet non è lontano dal divenire una realtà in Nord America o in Europa Occidentale. Il senatore Lieberman, ex vice candidato presidenziale, ha proposto una normativa del genere che si trova nel Congresso americano al momento in cui questo comunicato è stato scritto. Questo è ciò che accade quando entità politiche inefficienti e irresponsabili non operano più a beneficio dei loro elettori, ma operano invece per perpetuare lo status quo, a prescindere da chi viene inevitabilmente calpestato. Come un animale ferito, esso farà tutto il possibile per garantire la propria sopravvivenza, indipendentemente da quanto malato possa diventare.

I sostenitori e i detrattori di WikiLeaks, sia nel pubblico che nel privato, operano con la consapevolezza che l'informazione viene soppressa per giustificare lo status quo del corrente clima geopolitico ed economico. Entrambe le parti sostengono inoltre che viene utilizzato l'inganno per fabbricare il consenso dei cittadini del mondo. I rapporti suggeriscono che gli Stati Uniti hanno commesso atti contrari alle posizioni politiche dichiarate e hanno anche spudoratamente violato il diritto internazionale. Gli Stati Uniti non sono però i soli. È ormai confermato che altri paesi, tra cui Russia, Cina, Arabia Saudita e vari stati dell'Unione Europea e del Grande Medio Oriente, sono coinvolti in simili contraddizioni. Ci sono tre domande importanti che il Movimento Zeitgeist vorrebbe porre al lettore: un governo che rappresenta il popolo e che agisce per suo conto, ha il diritto di operare clandestinamente e, in molti casi, illegalmente? Se tali azioni sono condannate dalla maggioranza delle persone, che ruolo ha la stampa nel mantenere la struttura di potere sotto controllo? Ancora più importante: una tale condotta non è forse indice di problemi gravissimi all'interno del sistema stesso?

I cittadini globali del Movimento Zeitgeist sanno che le tattiche che una nazione sceglie per indebolire un'altra nazione e la volontà del suo stesso popolo derivano dalla concorrenza economica e dalla costante lotta per risorse limitate all'interno del sistema economico moderno, così come dalla loro perpetuazione strutturale. Tali sistemi si sono ora rivelati difettosi, superati e fondamentalmente corrotti. I documenti pubblicati fin ora hanno rivelato lo stato geopolitico attuale. Se interpretata alla luce della scienza e della tecnologia moderna e degli enormi benefici che queste apportano alla società, la parola "geopolitica" non ha alcuna rilevanza, se applicata alla qualità della vita. Scienza e tecnologia sono state le uniche responsabili del miglioramento del tenore di vita nel mondo moderno. Comprendendo questo fatto importante, Il Movimento Zeitgeist promuove un approccio al sistema che utilizzi scienza e tecnologia al fine di ottenere un’intelligente gestione delle risorse della Terra e il benessere sociale della sua popolazione. Questo concetto in pratica è conosciuto come Economia Basata sulle Risorse.

Pur non sostenendo o condannando la legittimità di rendere pubbliche informazioni riservate, il Movimento Zeitgeist cerca di affrontare le questioni portate alla luce da Wikileaks. Questi documenti definiscono con precisione il funzionamento interno del nostro sistema. Noi, il Movimento Zeitgeist, siamo entrati nel dibattito pubblico al fine di discutere la rilevanza di questi documenti pubblicati in relazione al sistema monetario globale e all’insurrezione egiziana.

L'indebolimento del benessere di una nazione rivale era lo status quo del secolo scorso: i governi del mondo avevano infatti posto in cima alle loro priorità il mantenimento strutture di potere centralizzato attraverso l'uso di intimidazioni, violenza e guerra economica. Alcuni dati suggeriscono che tali sistemi vengano usati anche nella nostra epoca. Il Movimento Zeitgeist ritiene che tali azioni siano ormai obsolete e sempre più pericolose. La popolazione mondiale si sta rendendo conto che ciò che accade al singolo avrà impatto su tutti. Sappiamo che l'attuale clima culturale ha offerto al popolo accesso limitato alle conoscenze rilevanti e questo produce risultati negativi. Tipologie di governo come queste minano un processo decisionale maturo e consapevole. La soppressione del dissenso, così come la distorsione della verità oggettiva, non possono che avere conseguenze negative e quindi delle conclusioni pertinenti non potranno mai essere raggiunte. Si deve domandare ai propri rappresentanti: può l’indebolimento della libertà produrre senso di sicurezza? Ci si può davvero aspettare risultati differenti utilizzando le dinamiche fallite del passato? Perché questo pianeta, in un modo o nell’altro, è in uno stato di guerra perpetua? Affinché fiorisca una società giusta e consapevole, il libero accesso alla conoscenza e l'espressione di quest’ultima sono essenziali, in quanto sono il fondamento della libertà.

La controversia "Cablegate" (lo scandalo della pubblicazione delle comunicazioni riservate via cavo - ndt) ha offerto al pubblico uno sguardo senza precedenti sul funzionamento interno delle agenzie governative, militari e dei servizi segreti. Queste organizzazioni non hanno soddisfatto le aspettative di una società civile e consapevole e non hanno fatto leva sulla struttura societaria e bancaria alla base del sistema economico e politico mondiale. Le suddette organizzazioni generano paura e diffidenza in molte categorie della popolazione. Queste organizzazioni erano state create per combattere il paradigma stesso dentro il quale stanno attualmente operando. Sappiamo che i paesi che agiscono per il proprio tornaconto faranno di tutto per proteggersi gli uni dagli altri e da eventuali minacce percepite come tali e questo è provato dai documenti che sono stati pubblicati. L'ossessione per la sicurezza si sta dimostrando più dannosa per la società del rischio potenziale che qualsiasi fuoriuscita di informazioni o atto di terrorismo potrebbero causare. Il rischio di perdere la propria libertà è un prezzo che vale la pena di pagare? Se sì, che stile di vita vale la pena difendere?

Il Movimento Zeitgeist sa che noi, in quanto persone e in quanto voce collettiva, siamo costantemente alla ricerca di un ambiente maturo e razionale nel quale intrattenere un dibattito pubblico e globale. L’unico scopo di tutto questo è permette a coloro che sono direttamente interessati dal risultato di avere un mezzo per giungere a conclusioni ragionate e valide per risolvere i gravi problemi che il mondo oggi affronta.

Devono essere messi in atto nuovi meccanismi di governo basati su ragione, uguaglianza e giustizia sociale, piuttosto che su consolidamento del governo e degli interessi cooperativi, dato che il nostro sistema attuale sta giungendo sl termine della sua vita. I documenti riguardo gli incontri tra i diplomatici resi pubblici hanno esplicitato una generale paura e sfiducia tra sistemi economici nazionali concorrenti che vengono minati dalle stesse istituzioni che li hanno creati. Tali politiche fomentano l'instabilità e il caos, mentre una piccola porzione di popolazione trae beneficio da questo mondo pericoloso. I problemi che affrontiamo collettivamente sono la diretta conseguenza di un sistema basato su nazionalismo feroce e tutela dello status quo per garantirne la sopravvivenza.

L'unico modo che una società libera e aperta ha per prosperare è l'attuazione di un meccanismo di governo trasparente. Questi nuovi meccanismi governativi possono soppiantare il mondo pericoloso e irrazionale in cui attualmente viviamo. Senza un sistema affidabile che controbilanci comportamenti aberranti a tutti i livelli, il benessere della popolazione di una nazione si ridurrà. Negli Stati Uniti la legislazione al di fuori della Costituzione e quella inclusa fino al primo emendamento che garantisce la libertà di stampa e funziona da campanello d'allarme, era stata messa in atto perché il governo rendesse conto ai cittadini di ogni azione intrapresa.

Abbiamo menzionato in questo comunicato pubblico che l'ultimo scandalo, "Cablegate", dà credito al vecchio assioma: "L'imperatore è nudo". In altre parole, noi tutti collettivamente comprendiamo i difetti fondamentali che esistono all'interno del nostro meccanismo di governo. Questo sistema attuale non è attrezzato per gestire un mondo sempre più complesso e tecnologicamente avanzato. Come stiamo scoprendo, i bisogni della popolazione mondiale sono radicalmente diversi da ciò che erano secoli fa, alla nascita del modello economico in cui viviamo oggi.

L'attuale sistema di valori, influenzato dal nostro attuale clima socio-economico, ha prodotto la corruzione sistemica, nonché una tendenza verso una diminuzione delle libertà personali. In questo sistema attuale, i governi e i loro parthner aziendali stanno indebolendo sia il pubblico che se stessi. È essenziale che informazioni precise e trasparenza all'interno dei governi rappresentativi diventino luogo comune per poter sviluppare gli aspetti più essenziali della libertà.

I fallimenti attuali nell'ottenere un governo ragionevole parlano da sé. Nel corso della storia, la politica è stata dettata da opinioni non verificabili e soggettive. Stiamo avanzando di pari passo con il concetto che giungere a decisioni che producono i risultati più accurati e obiettivi possibile, per il miglioramento di tutta l'umanità, richiede trasparenza assoluta. Capirete che il nostro interesse non è sostenere né opporci a entità che cercano di minare e distruggere il nostro mondo attuale, bensì trascenderle. I problemi che abbiamo definito non devono definire noi. Vi invitiamo a guardare oltre i titoli e capire che i crimini che WikiLeaks avrebbe scoperto sono solo sintomi di un problema di fondo, endemico su tutto lo spettro. Non possiamo sbarazzarci di questi problemi con la legislazione, perché ogni nazione legifererà a beneficio dell'azienda, delle istituzioni finanziarie e di se stessa, piuttosto che del singolo cittadino. Infine, la legislazione non può effettuare un cambiamento rilevante a causa dei modelli di comportamento culturale che sono parte integrante del paradigma socio-economico attuale, dato che l'attuale sistema non può funzionare senza detti comportamenti. È ora di ridefinire il mondo che ci circonda, comprendere come funziona e costruire un'alternativa migliore, utilizzando i più alti livelli di trasparenza e di abilità tecnica.

-Il Team di Comunicazione del Movimento Zeitgeist-

Il Movimento Zeitgeist, che attualmente conta circa 500.000 membri in tutto il mondo, è stato fondato nel 2008 dal regista Peter Joseph. Il film Zeitgeist Addendum e il recentissimo Zeitgeist: Moving Forward esistono come risposta diretta agli errori prevalenti documentati nella società moderna, promuovendo la presa di coscienza che l'attuale sistema esiste come continuazione del nostro bagaglio storico. Essendo il braccio attivista del Venus Project, fondato a Venus, Florida, dal progettista industriale e ingegnere sociale Jacque Fresco, il Movimento Zeitgeist cerca di allineare la comprensione moderna della scienza e della tecnologia con il progetto sociale di attuare quella che viene definita "Economia Basata sulle Risorse". Una E.B.R. si basa sul concetto che l'abbondanza globale è un motivatore molto più rilevante dell'incentivo monetario, con risultato finale una società sana e tecnologicamente avanzata. Ulteriori informazioni possono essere trovate su http://www.thezeitgeistmovement.com e http://www.thevenusproject.com.


Per informazioni stampa contattare:
media@thezeitgeistmovement.com

Traduzione di davtama
Editing e Proofreading di Elisa Generali
GDL Traduzioni - http://zeitgeistitalia.org

5
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.
juri appignanesi
Ritratto di juri appignanesi
Offline
Unito: 14 Maggio 2011
Messaggi: 130
Wikileaks

è senza bubbio una scintilla che può creare un incendio,o già lo ha creato,ma mi piace sottolineare INTERNET,è il perfetto esempio come la tecnologia può aiutare l'uomo ed è grazie a lui se tutto sta nascendo (compreso Zeitgeist),ha creato conoscienza e risvegliato la coscienza,se nn troveranno il modo di fermarlo,credo che riusciremo a cambiare il mondo veramente,dobbiamo fare il possibile divulgando l'informazione(quella vera)Wikileaks ne è un esempio e i fatti in egitto sono parte del risultato che la rete ha creato,muoviamoci ora,diffondiamo e risvegliamo le coscienze sopite dal sistema,questo è il nostro momento e Zeitgeist la nostra voce e pensiero!!!!

Condividi contenuti