inizia

Il Movimento Zeitgeist su Canale 5 a "Il senso della vita", Domenica 27 marzo ore 21:10

È con immenso piacere che annuncio ufficialmente che il Movimento Zeitgeist ha stretto una collaborazione autoriale con il programma di prima serata su Canale 5 "Il senso della vita", presentato da Paolo Bonolis e co-autorato da Michele Afferrante.

Il tutto nasce all'inizio di gennaio. Roma, il Cinema Azzurro Scipioni del regista Silvano Agosti viene gentilmente messo a disposizione per l'anteprima mondiale della proiezione del film "Zeitgeist: Moving Forward". Tra il pubblico, gli attivisti romani (grazie Paolo, Daniele, Rino, Luciano, Florindo e tutti gli altri per lo splendido lavoro!) vedono Paolo Bonolis, il quale mostra grande interesse per il film, il Venus Project e il Movimento Zeitgeist.

Da lì a breve, grazie all'aiuto di Rino e del gruppo Zeitgeist di Roma, nasce una collaborazione tra il Movimento, Paolo Bonolis e il co-autore del programma Michele Afferrante, due persone bellissime, che hanno mostrato di essere perfettamente in linea con le idee del movimento. Dall'idea iniziale di avere una breve citazione del Movimento Zeitgeist nel programma, man mano che parlavamo e discutevamo si è passati a rendere il Movimento un leitmotiv di tutta la stagione, mostrando delle clip in tutte le puntate, come un percorso formativo, per porci delle domande, dare spazio alla nostra immaginazione e al nostro spirito critico.

Non posso rivelare i dettagli, ma vi assicuro che sarà un viaggio fantastico.

Sento di volere condividere ancora una cosa con voi: dovete avere fiducia nelle persone. Il mondo è pieno di individui eccezionali, di grande umanità. Per trovarli, basta tenere una mente e un cuore aperto.

Federico Pistono,
coordinatore del Movimento Zeitgeist Italia

4.894735
Il tuo voto: Nessuno Media: 4.9 (19 voti)

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.
Daniel Iversen
Ritratto di Daniel Iversen
Offline
Unito: 26 Feb 2011
Messaggi: 286
ottima cosa. come ho gia

ottima cosa.

come ho gia detto nel mio post, i lati positivi sono innumerevolemente superiori a quelli negativi, ed è inutile che li dica :)

però sono curioso di vedere "come" verrà lanciato il messaggio, perche non so, Mediaset.. zeitgeist... va contro i principi di una rete televisiva commerciale..
o forse , semplicemente, se una cosa interessa = "vende", chissenefrega , lo si trasmette ..

che ne pensate?

Bisogna preparare la gente del forum a rispondere alle critiche e ad essere pazienti, perche secondo me dopo qualche domenica di "il senso della vita" , approderanno qui sul sito tantissimi nuovi utenti.

Se poi, avrà un'impatto forte sulla società, o parte della società italiana, prepariamoci a venire screditati, in qualsiasi maniera..

non voglio mettere paura, però mi piacerebbe discuterne, perche meglio essere preparati a tutto insomma :)

facebook.com/zeitgeistTrentino

Gazo
Ritratto di Gazo
Offline
Unito: 12 Lug 2010
Messaggi: 3
Finalmente!!!grandissimi!!

Finalmente!!!grandissimi!!

Gazo

Cristian Innusa
Ritratto di Cristian Innusa
Offline
Unito: 10 Feb 2011
Messaggi: 29
Concordo con Federico, finchè

Concordo con Federico, finchè continueremo ad essere negativi e chiusi, non potremo vedere le positività che ci sono nella vita e creeremo noi stessi le negatività di cui, poi, ci andremo a lamentare additandole come colpe altrui.

aveva il tuo stesso identico umore ma la divisa di un altro colore

Fabrizio De Andrè

Valentina Fundarò
Ritratto di Valentina Fundarò
Offline
Moderatore
Unito: 29 Gen 2011
Messaggi: 83
Copio quanto scritto

Copio quanto scritto nell'altro post:

Pronta, in assetto da dialogo, per accogliere nuovi e spaesati iscritti.

Sarebbe bello se per regioni (o province) ci fossero dei volontari pronti
ad incontrare o a dialogare con eventuali interessati perchè possano iniziare
a farsi un'idea della nostra concezione del senso della vita.
Potremmo provare ad organizzarci in questo senso.

Melissa Biancon
Ritratto di Melissa Biancon
Offline
Unito: 7 Dic 2010
Messaggi: 12
Sono molto felice di questa

Sono molto felice di questa notiza, credo sia un ottimo nuovo punto di partenza da cui poter crescere, condividere ma anche imparare.
Hai proprio ragione, bisogna avere fiducia nelle persone = )

paolo87
Ritratto di paolo87
Offline
Unito: 15 Nov 2010
Messaggi: 331
grandi tutti

Questo è l'esempio di come impegnandosi, dagli attivisti cittadini ai coordinatori, che dedicano con gioia il loro tempo al movimento zeitgeist, si possa aarrivare a dei risultatri sorprendenti.
Come dice Federico bisogna avere fiducia, e continuare a dedicarci all'attivismo.
Questo risultato porterà il movimento ad avere una visibilità mai ottenuta precedentemente, almeno in Italia, e ciò potrebbe direzionare i riflettori dei media verso di noi.
Per questo motivo, penso sia giusto essere molto cauti, e approfondire molto bene i punti cardine del movimento, che troviamo sulla guida di orientamento per l'attivista, cosi da essere preparati! Daltraparte penso possa essere il giusto momento per uscire allo scoperto con un iniziativa come quella proposta nel podcast di ieri sera contro le centrali nucleari, un video o un testo che si basi su dati scientifici e spieghi perchè non usare il nucleare, e magari anche una zeitmanifestazione, assolutamente pacifica e scientifica.
In questo il movimento avrebbe la visibilità, data dal senso della vita, offrirebbe soluzioni pratiche con il testo contro le centrali, e si potrebbe lanciare il messaggio con una manifestazione nazionale.
Cmq complimenti a tutti coloro che dedicano con impegno il loro tempo al movimento, i risultati si vedono, Grazie!

"Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtutae e conoscienza"

Daniele
Ritratto di Daniele
Offline
Unito: 29 Lug 2009
Messaggi: 208
Per Tutti

La cosa più importante è rispettare e credere nelle persone cercando di dargli gli strumenti adeguati per crescere ed esprimere le proprie potenzialità!

Fare attivismo a volte significa semplicemente amare ed accettare chi ci circonda e cercare di fare qualcosa per migliorare le cose, molti piccolissimi miglioramenti possono coagularsi in un vero grande miglioramento per la società di cui tutti fanno parte e a cui tutti partecipano.

La società siamo noi, come vogliamo che sia?
:)

Ninni
Ritratto di Ninni
Offline
Unito: 11 Set 2009
Messaggi: 11
The Revolution is Now

Grandi!!! ^_^

Ninni Corrao

RIDDICK (non verificato)
Ritratto di RIDDICK
Bellissima notizia!

Apprendo la notizia da questo post in quanto non ho potuto essere presente al podcast di domenica sera. Vorrei aggiungere alcune informazioni che possono essere di vostro interesse:

  1. Durante le proposte per l'organizzazione della proiezione in anteprima mondiale del film "Zeitgeist: Moving Forward" nella città di Roma, gli attivisti Marta C. (Maruta) e Michele R. (mikero) hanno proposto il cinema "Azzurro Scipioni" considerando l'estrema vicinanza alle idee del movimento del regista Silvano Agosti;
  2. Gli attivisti Paolo B. (paolo87) e Daniele B. (Nameless), insieme al coordinatore del gruppo di Roma Guerrino Crielesi (Rino/RIDDICK), si incontrano con il regista Silvano Agosti - persona davvero squisita - e concludono l'accordo per la proiezione di ZMF il giorno 15 gennaio;
  3. Il giorno della proiezione, oltre all'incredibile sorpresa di vedere 200 persone affluire davanti all'Azzurro Scipioni, un'altra incredibile sorpresa è la presenza di Paolo Bonolis e Michele A. alla proiezione del film, i quali si complimentano per i contenuti del film e per l'organizzazione dell'evento, chiedendo i contatti del coordinatore del gruppo di Roma per parlare di un progetto di Paolo Bonolis sul Venus Project e il Movimento Zeitgeist, di cui si sarebbero discussi i dettagli in seguito;
  4. Il coordinatore del gruppo di Roma viene contattato dal portavoce di bonolis, Michele A. - persona incredibilmente disponibile e cordiale - per organizzare un incontro e discutere dell'idea di Paolo B., in presenza di Silvano Agosti;
  5. Durante l'incontro - in cui era presente oltre a Rino anche Luciano M. (Luciano) - si è discusso di molte cose interessanti e soprattutto della scaletta che aveva in mente Paolo Bonolis per la trasmissione "Il senso della vita", quindi delle clip da mandare in onda in ogni puntata per destare sempre maggiore interesse nelle persone, fino all'intervista finale a Jacque Fresco;
  6. Rino e Michele A. rimangono in continuo contatto telefonico per gli aggiornamenti sul progetto e per la consegna del materiale necessario relativo al movimento, materiale che avrebbero potuto reperire facilmente in rete, dimostrando il massimo rispetto per il lavoro svolto dagli attivisti, nel caso specifico dagli attivisti romani;
  7. Il coordinatore nazionale Federico Pistono chiede a Rino di passargli i contatti di Michele Afferrante per occuparsi lui della faccenda, nessun problema da parte di Rino a patto di rimanere informato sugli sviluppi;

Vorrei enfatizzare il fatto che questo è stato possibile grazie alla collaborazione di tutti quanti, dal concepimento dell'idea alla sua conclusione abbiamo lavorato come una vera squadra passandoci la palla quando necessario, arrivando al risultato finale con la massima efficienza!

Guerrino Crielesi,
Coordinatore del Gruppo di Roma del Movimento Zeitgeist Italia

iannace (non verificato)
Ritratto di RIDDICK
Grandi Ragazzi!

Grandi Ragazzi!

Cambiamo l'inserimento del post come è giusto che sia con tutte le persone che hanno collaborato per questo grande successo. Siano resi gli apprezzamenti per tutti i meriti di ogni singolo e per il resto:
CONGRATULAZIONI A TUTTI perchè questo sarà un trampolino fondamentale per l'evoluzione della coscientizzazione!

A presto!

PED FABIO IANNACE
http://iannace.comuf.com

Stefania F.
Ritratto di Stefania F.
Offline
Unito: 24 Gen 2011
Messaggi: 91
Che belloooo!!! sono

Che belloooo!!! sono contenta!

Federico Pistono
Ritratto di Federico Pistono
Offline
Fondatore del capitolo nazionale
AmministratoreStaff Zeitgeist Italia
Unito: 17 Mar 2009
Messaggi: 1420
Ciao ragazzi, ho aggiunto

Ciao ragazzi,
ho aggiunto subito i ringraziamenti sul post (sorry guys, si trattava di una semplice dimenticanza).

Ieri sera nel podcast (già caricato online), ho ringraziato tutti i ragazzi di Roma e delle altre città per la proiezione di Moving Forward. Quando poi alcuni mi hanno ringraziato per il lavoro che avevo fatto io ho risposto:

"ringraziate tutti, non solo me, Rino e tutti gli altri attivisti che Roma che hanno reso possibile questa collaborazione, senza la comunità questa cosa non sarebbe mai nata!"

Mostriamo positività, forza ragazzi!

Edit: Riddick ed io abbiamo sistemato al telefono, i commenti relativi al vecchio post sono stati eliminati :)

Federico Pistono - Fondatore del Movimento Zeitgeist Italia
:: http://facebook.com/federicopistono.page
:: http://twitter.com/federicopistono
:: http://it.federicopistono.org

Stefan Danov
Ritratto di Stefan Danov
Offline
Unito: 31 Maggio 2009
Messaggi: 478
Straquoto !!

Straquoto !!

Comunque, questo tipo di problemi e la facilità con cui vengono risolti dimostra che stiamo davvero Moving Forward !!

Forza ragazzi !!! Preparatevi ad accogliere tante nuove persone con la sete di sapere come stiamo cambiando il mondo !

Basta sistemi monetari, di baratto, servitù o schiavitù !

giuseppe.chinati
Ritratto di giuseppe.chinati
Offline
Unito: 18 Mar 2011
Messaggi: 11
congratulazioni

Bravi Ragazzi, ottimo lavoro!
Credo che anche se è nata qualche piccola incomprensione, il risultato raggiunto grazie alla collaborazione di tutti voi sia davvero sorprendente!
Annoverare tra i sostenitori un personaggio pubblico come Bonolis, è una risorsa preziosissima per la diffusione del movimento!!!
Si vedranno i filmati in onda in prima serata su mediaset, parlerà del movimento, l'itera trasmissione avrà come leitmotiv il movimento zeitgeist!!! Speriamo che la trasmissione riesca a diffondere fino in fondo il messaggio sincero che sta alla base di questo movimento, così che altre persone aprano gli occhi, si sveglino e inizino ad attivarsi.
Io sono positivo, lasciamo stare le incomprensioni ed andiamo avanti!
Il merito qui non conta, altrimenti ci ritroviamo anche noi a fomentare arrivismo e agonismo!
Sta andando alla grande!
Un saluto.

Giuseppe

samjanny
Ritratto di samjanny
Offline
Unito: 23 Set 2009
Messaggi: 5
o.O sembra a me o sono

o.O sembra a me o sono spariti dei commenti?

Edit: Scusate, non avevo visto l'edit di Federico! Bravi ragazzi :D

Soulbreaker
Ritratto di Soulbreaker
Offline
Unito: 8 Feb 2011
Messaggi: 55
Ho pensato proprio qualche

Ho pensato proprio qualche giorno fa a come ci si sarebbe posti "in merito al merito" nel Venus Project.
Ho passato mezz'ora a chiedermi come le persone si sarebbero potute sentire gratificate dal loro lavoro, poi mi è tornata in mente la cosa fondamentale: cooperazione; l'inseguimento di un obiettivo comune, che è il più alto che l'umanità si sia mai posto fino ad oggi.
Quello che stiamo compiendo è un percorso che si prospetta epico e non ci saranno nomi, né gruppi. Ci sarà quello che c'è sempre stato: l'umanità, e finalmente esse sarà unita da un'unica idea, quella della consapevolezza di essere tutti uguali.

In ogni caso, non posso dire di non essere entusiasta per la notizia. E ringrazio tutto il movimento per rendere sempre meno un sogno e sempre più realtà ciò a cui tutti aspiriamo.
Grazie.

iannace (non verificato)
Ritratto di RIDDICK
Ah! Ma a livello di

Ah! Ma a livello di statistica qualcuno sa darmi qualche numero su quanti siamo in Italia e quanti dovremmo essere al Mondo ad essere "iscritti"
Diciamo in termini di persone che credono nel progetto?
Grazie mille :)

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
Già sono spariti dei

Già sono spariti dei commenti!!!

Tra cui un mio precedente!!!

PERCHE'?????

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

Daniele
Ritratto di Daniele
Offline
Unito: 29 Lug 2009
Messaggi: 208
Per tutti :)

Soulbreaker ha scritto:
Ho pensato proprio qualche giorno fa a come ci si sarebbe posti "in merito al merito" nel Venus Project.
Ho passato mezz'ora a chiedermi come le persone si sarebbero potute sentire gratificate dal loro lavoro, poi mi è tornata in mente la cosa fondamentale: cooperazione; l'inseguimento di un obiettivo comune, che è il più alto che l'umanità si sia mai posto fino ad oggi.
Quello che stiamo compiendo è un percorso che si prospetta epico e non ci saranno nomi, né gruppi. Ci sarà quello che c'è sempre stato: l'umanità, e finalmente esse sarà unita da un'unica idea, quella della consapevolezza di essere tutti uguali.

In ogni caso, non posso dire di non essere entusiasta per la notizia. E ringrazio tutto il movimento per rendere sempre meno un sogno e sempre più realtà ciò a cui tutti aspiriamo.
Grazie.

Quoto :)

alesmuc
Ritratto di alesmuc
Offline
Unito: 3 Feb 2011
Messaggi: 26
L'avevo già capito 25 anni fa!

E' da quando faceva 25 anni fa a Bim Bum Bam lo sketch della Caciotta Fetecchia che ho capito che era un grande!!
:-)

RIDDICK (non verificato)
Ritratto di RIDDICK
L'importante è la collaborazione!

Ragazzi come già detto da Federico, ci siamo chiriti al telefono. Inutile lasciare commenti dovuti a conseguenze di fraintendimenti neanche lontanamente volute. L'importante è che sia passato il messaggio principale, cioè che il modo migliore per andare avanti nel modo più efficiente è la collaborazione.

paolo87
Ritratto di paolo87
Offline
Unito: 15 Nov 2010
Messaggi: 331
cooperazione

Ragazzi, la cooperazione, l'altruismo, l'ugualianza, un approccio critico ai problemi sono gli attributi necessari alla crescita del movimento e del mondo!
Se vogliamo vedere il cambiamento per cui impegnamo il nostro tempo, dobbiamo fare in modo che questi principi siano alla base del movimento stesso, e rallegrarci del fatto che i problemi che incontriamo possano essere superati con positività, ricordandoci di essere tutti sulla stessa barca, e con un fine comune!
Dobbiamo crescere individualmente per rendere il rapporto sociale alla pari in tutto e per tutto, siamo tutti uguali, e con gli stessi bisogni.
Un ringraziamento speciale a tutti coloro che mettono prima delle loro aspettative e del proprio ego, la causa che questo movimento supporta!
Allora ragazzi, pace e Moving Forward

"Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtutae e conoscienza"

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
Trasparenza

Federico Pistono ha scritto:
Ciao ragazzi,
ho aggiunto subito i ringraziamenti sul post (sorry guys, si trattava di una semplice dimenticanza).

Ieri sera nel podcast (già caricato online), ho ringraziato tutti i ragazzi di Roma e delle altre città per la proiezione di Moving Forward. Quando poi alcuni mi hanno ringraziato per il lavoro che avevo fatto io ho risposto:

"ringraziate tutti, non solo me, Rino e tutti gli altri attivisti che Roma che hanno reso possibile questa collaborazione, senza la comunità questa cosa non sarebbe mai nata!"

Mostriamo positività, forza ragazzi!

Edit: Riddick ed io abbiamo sistemato al telefono, i commenti relativi al vecchio post sono stati eliminati :)

Va bene, ma perché cancellare dei post piuttosto che scrivere qualcosa che vada a spiegare apertamente l'accaduto fugando qualsiasi dubbio o perplessità??
Sono contento che sia tutto chiarito ma il modo con cui si è fatto non è esattamente ciò che sarebbe stato opportuno o perlomeno che mi sarei aspettato su queste pagine in una situazione semplice e pacifica.
Che dire guardiamo con positività avanti soprassedendo a quanto è stato in quanto non rilevante? O magari rendiamo onore ad un po' di sana trasparenza anche in una situazione critica come quella sorta nei post cancellati? Sono pronto ogni giorno a impiegare tempo e risorse e soprattutto la "parola" per un mondo migliore ma dobbiamo pretendere che tutto ciò che ognuno di noi fa sia "alla luce del sole". No censure di nessun tipo, per favore, specie se si tratta di incomprensioni!

Scusate l'insistenza ma questo aspetto, se trascurato, proprio mi erode lo spirito costruttivo e positivo.

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

8FreetheMinds8
Ritratto di 8FreetheMinds8
Offline
Unito: 20 Mar 2011
Messaggi: 5
Ho visto Silvano Agosti in

Ho visto Silvano Agosti in trasmissione da Bonolis

http://www.youtube.com/watch?v=TntCbyrcpgw

Zeitgeist for the Future

+++ DMT, The SPIRIT MOLECULE +++

[URL=http://img535.imageshack.us/i/freeyourmind3.gif/][IMG]http://img535.imageshack.us/img535/6783/freeyourmind3.gif[/IMG][/URL]

Uploaded with [URL=http://imageshack.us]ImageShack.us[/URL]

Giampierr
Ritratto di Giampierr
Offline
Unito: 4 Nov 2010
Messaggi: 16
Grandi uomini

Sono molto contento.
Volevo dire..... grandi RAGAZZI... ma grandi UOMINI MI SEMBRA PIù ADATTO.
MOVING FORWARD!!!

bimbo
Ritratto di bimbo
Offline
Unito: 18 Set 2010
Messaggi: 12
L'unica mia paura in questa

L'unica mia paura in questa che dovrebbe essere (e lo è probabilmente) una grande notizia, è che il movimento venga strumentalizzato dopo l'uscita in tv, che possa essere trasformato in qualcosa che non è o magari completamente stravolto.
I miei pensieri vanno oltre ai personaggi dello spettacolo. Chi sta dietro, chi non si vede mi fà sempre un po' più paura.
Io non mi fido delle persone per natura, (cercherò di sforzarmi un po' di +...) spero quindi che Bonolis o chi per lui in ogni caso sia in buona fede.
Senza niente togliere agli altri, l'unica persona degna di nota e per la quale nutro un grande rispetto (niente leccate di culo, credetemi, non sono il tipo) è Federico.

P.S: Ho appena visto "L'uomo che venne dalla Terra". Un capoloavoro, un film da risveglio, lo consiglio a tutti.

Daniel Iversen
Ritratto di Daniel Iversen
Offline
Unito: 26 Feb 2011
Messaggi: 286
io l'unica paura che ho è

io l'unica paura che ho è quella di dare pane ai denti dei complottisti...

magari verrà fuori che è tutta "Opera del potere e di mediaset" quindi "non fidatevi"..

perche in realtà , se ci pensate, è inverosimile che un progetto come Zeitgeist abbia visibilità a mediaset.

comunque , ripeto, ASPETTIAMO domenica, per vedere come viene sviluppato..

il rischio comunque ci sarà comunque.. quindi, prepariamoci ! ;)

facebook.com/zeitgeistTrentino

Lelekiss
Ritratto di Lelekiss
Offline
Unito: 26 Ago 2010
Messaggi: 6
Piccola Osservazione

Speriamo che il movimento non venga strumentalizzato
in Negativo dal conduttore che spesso e volentieri ridicolizza
un po tutte le idee che non lo coinvolgono particolarmente.

Lelekiss
Ritratto di Lelekiss
Offline
Unito: 26 Ago 2010
Messaggi: 6
Una Riflessione

Tutto Bellissimo, Ma molto spesso
il conduttore di quella trasmissione
Ridicolizza gli Invitati e le IDEE!

Lelekiss
Ritratto di Lelekiss
Offline
Unito: 26 Ago 2010
Messaggi: 6
Vero

bimbo ha scritto:
L'unica mia paura in questa che dovrebbe essere (e lo è probabilmente) una grande notizia, è che il movimento venga strumentalizzato dopo l'uscita in tv, che possa essere trasformato in qualcosa che non è o magari completamente stravolto.
I miei pensieri vanno oltre ai personaggi dello spettacolo. Chi sta dietro, chi non si vede mi fà sempre un po' più paura.
Io non mi fido delle persone per natura, (cercherò di sforzarmi un po' di +...) spero quindi che Bonolis o chi per lui in ogni caso sia in buona fede.
Senza niente togliere agli altri, l'unica persona degna di nota e per la quale nutro un grande rispetto (niente leccate di culo, credetemi, non sono il tipo) è Federico.

P.S: Ho appena visto "L'uomo che venne dalla Terra". Un capoloavoro, un film da risveglio, lo consiglio a tutti.

Appoggio questa PAURA!

Egolo
Ritratto di Egolo
Offline
Unito: 9 Feb 2011
Messaggi: 18
SVEGLIA

Come gia postato da Daniel Iversen in apertura alla discussione bisognerà essere pronti e preparati alle innumerevoli domande critiche che verranno poste.
Come il movimento dice bisogna avere dei documenti, dei dati certi, delle dimostrazioni per spiegare che il Nostro pianeta sta andando in una direzione sbagliata.
E allora c'è bisogno di coinvolgere di più le persone di scienza che diano supporto a queste altenative.
Bonolis si ok è un grandissimo evento e spero venga dato un importante segnale a tutti cioè "SVEGLIA", ma dopo?
Bisognerà spingere ancora di più per cercare personalità di scienza che diano risalto a quanto il movimento sostiene.
Personalmente ogni tanto mando mail alle televisioni alle riviste o altri personaggi per stimolarli alla visione del filmato nella speranza di diffondere il messaggio del movimento (non mi permetto di aggiungere commenti nelle mail perchè non rappresento nessuno).
SPERIAMO QUESTO EVENTO SIA L'INIZIO DI UNA NUOVA MENTALITA' MA SOPRATTUTTO DI UNA NUOVA INFORMAZIONE.

antilope
Ritratto di antilope
Offline
Unito: 10 Feb 2011
Messaggi: 18
i motivi

Io personalmente non sono così entusiasta della cosa, primo perchè sono convinto che la televisione sia un mezzo mediatico nato per fare propaganda ed irretire le menti delle persone, anche chiamata intrattenimento, e pertanto è implicita la manipolazione, distorsione e strumentalizzazione di qualsiasi cosa reale e non. Quando parlo di televisione ovviamente non intendo l'apparecchio televisivo, ma l'industria televisiva.
E' un pò come usare le armi per fare la pace, la verità e la tv non vanno proprio a braccetto.
In secondo luogo, non mi fido assolutamente di bonolis, che in questa cosa sicuramente ha visto l'opportunità di sfruttare la buona fede del movimento per fare una manciata di ascolti.
Non dico che sia una persona cattiva, semplicemente che è un uomo d'affari e come tale ha un unico interesse, fare affari.
Purtroppo la televisione è veramente un mezzo potente, ed è per questo che sempre più persone hanno deciso di non guardarla, per sottrarsi al potere subdolo e mediatico del mezzo televisivo, che condiziona ogni tuo pensiero.
Avvalersene quindi mi sembra ipocrita e controproducente per l'immagine stessa che l'iniziativa può dare.
Io sinceramente credo che la forza del movimento sia proprio la capacità di non scendere a compromessi di nessun tipo, proprio perchè non è un movimento politico non si deve comportare come tale.
Compromettendosi si rallenta il lavoro che stiamo facendo e non solo, rischiamo di dare un'immagine distorta di ciò che vogliamo rappresentare, ovvero il cambiamento.
Questa è una rivoluzione, e non c'è spazio per questo tipo di strategie in una rivoluzione.
Sarei più incline a mandare un messaggio chiaro ed inequivocabile, che "questa merda deve finire", e la merda è anche la tv.
Intendo perfettamente chi ha intravisto nella tv un mezzo per farsi conoscere ma credo che il rischio di danneggiare l'immagine del movimento sia più alto dei benefici che forse è possibile ottenere.
E poi proprio perchè non siamo un partito politico non abbiamo bisogno di quel tipo di propaganda nè di quel tipo di pubblicità. Le persone devono trovare noi e non il contrario. Cercare di fare accettare un cambiamento anche solo a parole a chi non è pronto è inutile e controproducente, e a volte lo si nota anche sul forum, la TV non è selettiva, e potrebbe paradossalmente allontanare da noi anche chi sarebbe pronto, e che diffidando del mezzo televisivo diffiderebbe anche del movimento e del VP.
Come ho già detto mi sembra un inutile rischio ora come ora senza contare che stringere alleanze non deve essere una nostra prerogativa, è una rivoluzione, un cambiamento radicale, tutto il resto è il passato, non si possono fare compromessi.
Certo bisogna essere disponibili per le persone che hanno bisogno di informazione, facciamolo attraverso la rete, facciamolo nelle strade e nelle piazze di tutto il mondo, facciamo in modo che chi cerca una soluzione ci possa trovare, ma per favore non roviniamo tutto con la tv.
Se poi Bonolis è in buona fede e vuole aiutare, che lo faccia scendendo in piazza come fà Grillo, o con altri mezzi che sicuramente a lui non mancano, ma attraverso la tv, rischiamo di essere fraintesi e/o strumentalizzati e il danno potrebbe essere difficile da riparare se non irreparabile.
Quindi, sono molto perplesso!
Credo che sia abbastanza ingenuo che la tv si metta a disposizione sincera di un movimento che mira all'eliminazione dei soldi.
Non tanto per Bonolis, che ricordiamo è solo un dipendente, ma per coloro ai quali la tv appartiene.
Ricordo che dietro a Mediaset c'è Berlusconi, per favore no, io non voglio insudiciare la buona energia del movimento con questi personaggi, io non voglio averci nulla a che fare.
Ragazzi ma abbiamo la rete, ma cosa ci serve di più?
Almeno la rete è ancora considerato un ambiente "quasi" libero, la TV non lo è mai stato, solo il pensiero che dopo aver parlato di noi mandino la pubblicità, di qualche inutile oggetto che inquina o che danneggia la nostra salute e non solo quella fisica ma anche quella mentale, magari un programma tipico mediaset,( un paio di tette ) mi fà sinceramente rabbrividire!
Io mi dissocio!
Spero le cose si risolvano per il meglio!

gamberale.francesco
Ritratto di gamberale.francesco
Offline
Unito: 18 Dic 2009
Messaggi: 18
sono d'accordo per accogliere i nuovi arrivi

Sono d’accordo che bisogna essere pronti per i nuovi arrivati….

Io posso mettere a disposizione uno o due giorni alla settimana in Milano

fatemi sapere ……se qualcuno si unisce

Francesco
Marzo 211

francesco

Samuele
Ritratto di Samuele
Offline
Unito: 31 Ott 2009
Messaggi: 27
Jacque Fresco

Non so se è già in programma, ma perchè non invitare Jacque Fresco in persona durante una delle puntate?

Soulbreaker
Ritratto di Soulbreaker
Offline
Unito: 8 Feb 2011
Messaggi: 55
Jacque

Samuele ha scritto:
Non so se è già in programma, ma perchè non invitare Jacque Fresco in persona durante una delle puntate?

È già in programma: parteciperà all'ultima puntata, da quanto dicono.

Egolo
Ritratto di Egolo
Offline
Unito: 9 Feb 2011
Messaggi: 18
RE: antilope

Anche se condivido quello che hai scritto voglio essere ottimista perchè l'evento è organizzato con la collaborazione di alcuni membri del movimento e credo siano a conoscenza dell'enorme responsabilità che si sono presi e spero per tutti noi ma soprattutto per loro che abbiano studiato bene il progetto "TV".
Ovvio che Bonolis è un ricco mercante ma se utilizziamo la sua collaborazione per incrementare la nostra visibilità credo sia un bene.
Voglio solo ricordare l'importanza che ha la scienza.
Anche la TV è scienza ovvero dell'informazione e bisogna saperla gestire per questo faccio un enorme in bocca al lupo ai nostri amici del movimento che hanno organizzato questo evento.
E cmq anche Grillo fa TV, vedi le partecipazioni ad anno zero.

TROVIAMO SUPPORTO NELLA SCIENZA ALTRIMENTI I NOSTRI DISCORSI CADRANNO COME CASTELLI DI SABBIA.

NB: qualcuno conosce economisti italiani che possano confermare ciò che il movimento sostiene in materia di debito mondiale?

Samuele
Ritratto di Samuele
Offline
Unito: 31 Ott 2009
Messaggi: 27
Jacque Fresco

Soulbreaker ha scritto:
Samuele ha scritto:
Non so se è già in programma, ma perchè non invitare Jacque Fresco in persona durante una delle puntate?

È già in programma: parteciperà all'ultima puntata, da quanto dicono.

Ok, allora ottimo!!!

antilope
Ritratto di antilope
Offline
Unito: 10 Feb 2011
Messaggi: 18
purtroppo dissento

La Tv non è scienza, e sopratutto non lo è l'informazione. L'informazione è uno strumento e lo è sempre stato, vedi solo quello che ha combinato la chiesa, la politica, le casa farmaceutiche ecc.
La tv è pubblicità, è sempre stata la sua funzione.
All'ora vediamo di capire bene la TV è strumentale però quando serve ai propri scopi allora va bene?
Parlare poi di visibilità all'interno di questo contesto mi sembra veramente assurdo.
Quì non c'è bisogno di visibilità, ripeto non stiamo facendo politica, non dobbiamo convincere nessuno, l'unico imperativo è salvare il pianeta e noi stessi, non si può scendere a patti, per quanto tempo ancora?
Non vi sembra di aver già barattato abbastanza la vostra libertà ed il vostro benessere in nome della visibilità, dell'intrattenimento, del consumismo, dell'indifferenza e di tutto ciò che la TV e la società da essa abindolata rappresenta?
Perchè piuttosto non mandiamo un segnale forte al mondo e la buttiamo la TV?
Perchè non cominciamo a boicottare il consumismo smettendo di assoggettarsi ad esso?
Ho sempre sostenuto che il movimento si estende oltre i confini della democrazia e delle ideologie.
Il movimento non nasce per raccogliere persone, nasce piuttosto per contenerle, per ottimizzare l'energia di queste persone verso lo sforzo comune dell'autoguarigione.
Le persone maturano la propria sensibilità al sistema e da sole si rendono conto della necessità di un cambiamento e sul loro percorso autonomamente cercano di informarsi al fine acquisire più consapevolezza e indipendenza.
E quando questo avviene è fondamentale che coloro che già hanno fatto questo percorso si rendano disponibili ad informare ed aiutare altri a comprendere.
Semmai il movimento deve coordinare le forze degli attivisti affinchè non si disperdano, perchè vengano impiegate nel processo di informazione.
Ma non deve essere una propaganda. Prima nascono le persone e poi il movimento e non il contrario.
Il fatto stesso che qualcuno possa associare anche erroneamente zeitgeist a mediaset, proprio per quello che rappresenta spingerebbe molte persone a diffidare del messaggio stesso, non certo della propria convinzione nella necessità di cambiare questo mondo perchè questo è un risveglio di coscienza in corso che è inarrestabile, ma piuttosto sul fatto che questo movimento in particolare lo possa rappresentare.
Pertanto se non si coincide su questo, mi dispiace mi dissocio, il movimento in questo caso non avrà il mio appoggio!

Egolo
Ritratto di Egolo
Offline
Unito: 9 Feb 2011
Messaggi: 18
Precisazioni

Piccola premessa che non vuole essere polemica ma solo essere più chiaro su quello che scritto:
la scienza dell'informazione riguarda "le metodologie per la rappresentazione, l'elaborazione e la comunicazione dell'informazione, fino alla sperimentazione di nuove tecnologie sviluppate nell'ambito informatico" e in questo caso la televisione e poi youtube e facebook e molti altri che replicheranno l'evento sui loro siti e blog.

Non mi piace molto la tua frase anche se credo sia una provocazione "perchè piuttosto... non la buttiamo la TV", non si può fare di tutta l'erba un fascio bisogna sapere usare le cose.

Anch'io sono molto scettico e ho molti dubbi in merito all'evento TV ma voglio fidarmi degli organizzatori per questo ho detto nei post precedenti che "spero abbiano studiato" e che "l'informazione va gestita".

Spero tra l'altro che la trasmissione non prenda l'impronta di una propaganda ma piuttosto che ci sia un forte impulso al rendere consapevoli.

Chi seguirà la trsmissione è la stessa gente che guarda in tv il dramma del giappone come fosse una trasmissione televisiva e che a breve voterà a favore del nucleare. Ma c'è anche molta gente che ha dei dubbi sul sistema e questa può essere l'occazione per fargli accendere una luce.

PS: è bene confrontarsi per trovare soluzioni migliori

Egolo
Ritratto di Egolo
Offline
Unito: 9 Feb 2011
Messaggi: 18
INFORMAZIONI

Sarebbe bello trovare sul sito gli accordi dell'evento una sorta di verbali degli incontri che ci sono stati tra gli organizzatori.
Tutto questo per trasparenza verso tutti al di la della fiducia che vi ho dimostrato nei post precedenti.

antilope
Ritratto di antilope
Offline
Unito: 10 Feb 2011
Messaggi: 18
visto che si rappresenta un certo tipo di persone

Egolo ha scritto:
Sarebbe bello trovare sul sito gli accordi dell'evento una sorta di verbali degli incontri che ci sono stati tra gli organizzatori.
Tutto questo per trasparenza verso tutti al di la della fiducia che vi ho dimostrato nei post precedenti.

Scusa ma la mia non era una provocazione, credo fermamente che la televisione abbia avuto effetti devastanti sull'informazione e sulla nostra società.
Non ne vedo gli effetti positivi, utili che ne possano riconfermare l'esistenza nelle nostre vite.Se ti riferisci al 'monitor' al puro e semplice tubo catodico, insomma allo schermo come tecnologia, nulla da dire, ma il mezzo televisivo, palinsesto, trasmissioni ecc, bhè ecco sì, la TV andrebbe spenta.
C'è molto più da apprendere osservando la natura ed il mondo che ci circonda piuttosto che stare incollati davanti alla TV dove qualsiasi messaggio è manipolato e distorto al solo fine di creare dipendenza, intrattenimento e generare ascolti.E' un industria, come il cinema, che ha contribuito alla svendita dei valori e alla totale perdita di sensibilità. Ma analizza un pò i messaggi che veicola la TV, consumismo, superficialità, esteriorità, violenza, sesso vizioso, droga, denaro al di sopra di tutto, corruzione, tradimento, il meglio del meglio insomma, tutte cose che ti trasformano solo in un consumatore passivo e rassegnato.Certo avrebbe potuto essere diverso, avrebbero dovuto veicolare messaggi positivi, non strumentalizzati e non distorti, ma questa è la TV che abbiamo noi. In attesa che si riprogrammino le trasmissioni è meglio lasciarla spenta, credimi.
Ad ogni modo, sono d'accordo con te che prima di prendere accordi per rappresentare un certo numero di persone e parlare per esse, bisognerebbe parlarne e rendere l'informazione trasparente e fruibile da tutti, ricordo che il movimento sono le persone.
Se così non è ripeto, io mi dissocio!
E comunque, vista la polemica e visti i rischi sono sempre più convinto che la cosa sia controproducente.
Mi spiace solo che per ogni passo fatto avanti, se ne facciano tre indietro.
......mediaset.....non ci voglio credere.....!

bimbo
Ritratto di bimbo
Offline
Unito: 18 Set 2010
Messaggi: 12
Proposta

E qui riprendo al balzo la palla di Antilope...
Innanzitutto mi sento un po' responsabile del declino dell'entusiasmo iniziale. Sono stato il prima a "lanciare" il dubbio.
Forse se al posto di canale5 (o la rai) fosse stata currentTV (o qualsiasi altro tipo di TV indipendente) penso che le reazioni a seguire sarebbero state più confortanti.

Butto la mia ragazzi:
... e se invitassimo Bonolis in Teamspeak?
Così ognuno potrebbe porre domande e dubbi in tempo reale e avere qualche chiarimento in più sulla questione.

Detto da me che non ho mai partecipato a nessun evento suona un po' strano, quindi se potete perdonatemi... è solo un'idea.

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
Attenzione! Trasparenza e TV

Egolo ha scritto:
Sarebbe bello trovare sul sito gli accordi dell'evento una sorta di verbali degli incontri che ci sono stati tra gli organizzatori.
Tutto questo per trasparenza verso tutti al di la della fiducia che vi ho dimostrato nei post precedenti.

Quoto! ;)

Per quanto riguarda il tema televisione il rischio che si paventa effettivamente c'è ma dobbiamo correrlo perché è una vetrina che aprirebbe -se ben gestita- orizzonti inimmaginabili fino a ieri per lo meno in Italia. Il fatto che l'uso della Tv sia stato soggiogato al potere questo non significa che lo strumento Tv sia antirivoluzione. Basterebbe far diventare la TV interattiva e costruttiva, riempirla di contenuti sinceri, veri e stimolatori della ragione e del risveglio. Resta il fatto che ora come ora la televisione è ciò che sappiamo e così abbiamo deciso in molti di boicottarla per intero o quasi. E dico quasi perché comunque a volte alcune persone che vi lavorano si destano e mettono in gioco il loro lavoro, la loro vita, per comunicare agli altri qualcosa di veramente rilevante e di vera informazione. Affermando questo penso a programmi come "Reporter" di RaiTre o come Current di Sky o AnnoZero quando intervista Grillo o Bonolis quando riceve Agosti e altre gocce di speranza che via via cadono in un oceano purtroppo fatto di TV spazzatura e "rincoglionitrice".

PS. Mentre attendo qualcosa come 2 righe di trasparenza sulla vicenda o una risposta semplice e concisa sul perché si è preferito cancellare post e tracce di un confermato malinteso chiesto qui "Gabriele Alloro post del 21 marzo 2011 - 8:46pm (Punteggio:4 Ridondante)",
posto un'altra domanda pacificamente:
Perché il sistema di moderazione pur segnando 4 di punteggio continua a riportare la moderazione "Ridondante" come riportato sopra?

Da parte mia nessuna critica e nessun rimprovero ma solo un bisogno sacrosanto di trasparenza al di là di qualsiasi aspetto di fiducia. Le persone che si avvicinano al movimento hanno bisogno di trasparenza e sicerità perché nel mondo questi due aspetti sono quasi estinti e spetta a noi come movimento in primis farli rinascere e alimentarli. Non sono cose irrilevanti ma se così pensate la gente pian piano storcerà il naso e si allontanerà e quel punto potrà anche remare contro e il danno sarebbe a quel punto rilevante.
Stiamo attenti per favore a queste cose, altro che rischio televisione.

Spero di leggere qui -e non privatamente- la trasparenza che il movimento stesso merita o meglio necessita.

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

Denis Gobbi
Ritratto di Denis Gobbi
Offline
Unito: 29 Dic 2010
Messaggi: 198
tv libera?

bimbo ha scritto:
E qui riprendo al balzo la palla di Antilope...
Innanzitutto mi sento un po' responsabile del declino dell'entusiasmo iniziale. Sono stato il prima a "lanciare" il dubbio.
Forse se al posto di canale5 (o la rai) fosse stata currentTV (o qualsiasi altro tipo di TV indipendente) penso che le reazioni a seguire sarebbero state più confortanti.

Butto la mia ragazzi:
... e se invitassimo Bonolis in Teamspeak?
Così ognuno potrebbe porre domande e dubbi in tempo reale e avere qualche chiarimento in più sulla questione.

Detto da me che non ho mai partecipato a nessun evento suona un po' strano, quindi se potete perdonatemi... è solo un'idea.

Per quanto possa apprezzare Current, un canale decisamente sopra la media per i contenuti che propone, nemmeno esso è libero, in quanto proprietà di Al Gore, il politico americano (il tizio che propaganda le balle del global warming)

Dr.Drago
Ritratto di Dr.Drago
Offline
Unito: 7 Ott 2010
Messaggi: 12
fiducia

Ragazzi capisco che dobbiamo riempirci la testa di "fiducia del prossimo" e "positività", però ricordiamoci che nel mondo ci sono persone sincere come Bonolis, e persone che se dovessimo diventare troppo grandi, strumentalizzeranno il nostro movimento. Non è un pensiero negativo, è una cosa certa. Presto o tardi, questo avverrà, e noi dobbiamo farci trovare pronti.

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
Meglio un AlGore che un Berlusca :)

Ishiki Takai ha scritto:
bimbo ha scritto:
E qui riprendo al balzo la palla di Antilope...
Innanzitutto mi sento un po' responsabile del declino dell'entusiasmo iniziale. Sono stato il prima a "lanciare" il dubbio.
Forse se al posto di canale5 (o la rai) fosse stata currentTV (o qualsiasi altro tipo di TV indipendente) penso che le reazioni a seguire sarebbero state più confortanti.

Butto la mia ragazzi:
... e se invitassimo Bonolis in Teamspeak?
Così ognuno potrebbe porre domande e dubbi in tempo reale e avere qualche chiarimento in più sulla questione.

Detto da me che non ho mai partecipato a nessun evento suona un po' strano, quindi se potete perdonatemi... è solo un'idea.

Per quanto possa apprezzare Current, un canale decisamente sopra la media per i contenuti che propone, nemmeno esso è libero, in quanto proprietà di Al Gore, il politico americano (il tizio che propaganda le balle del global warming)

Vado un attimo offtopic perché il riscaldamento globale sarebbero balle? Balle o no Gore è un verde propaganda la difesa dell'ambiente naturale e dall'inquinamento... Hai visto il film "An Inconvenient Truth"? Hai sky e puoi sapere cosa si dice su current? Sai che su current hanno trasmesso Addendum? Allora seguendo il tuo raginamento anche internet non è libero ancora. La rete è di proprietà così come i satelliti. Il concetto di libero è da inquadrare comunque in un contesto di sistema pianeta e non definisce la bontà di quel determinato agire quale può essere una proprietà televisiva o una trasmissione televisiva. Che si chiami Al Gore o Bonolis o Grillo o Satana ciò non deve trascendere o disconoscere la bontà e il merito del loro agire.
Magari ci fossero la stramaggioranza delle televisioni che trasmettono concetti e informazioni come fa current o simili.

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

faith81
Ritratto di faith81
Offline
Unito: 7 Set 2010
Messaggi: 29
Pace e bene :)

Pace e bene!

Denis Gobbi
Ritratto di Denis Gobbi
Offline
Unito: 29 Dic 2010
Messaggi: 198
Al Gore ha solo interessi politici

Gabriele Alloro ha scritto:
Ishiki Takai ha scritto:
bimbo ha scritto:
E qui riprendo al balzo la palla di Antilope...
Innanzitutto mi sento un po' responsabile del declino dell'entusiasmo iniziale. Sono stato il prima a "lanciare" il dubbio.
Forse se al posto di canale5 (o la rai) fosse stata currentTV (o qualsiasi altro tipo di TV indipendente) penso che le reazioni a seguire sarebbero state più confortanti.

Butto la mia ragazzi:
... e se invitassimo Bonolis in Teamspeak?
Così ognuno potrebbe porre domande e dubbi in tempo reale e avere qualche chiarimento in più sulla questione.

Detto da me che non ho mai partecipato a nessun evento suona un po' strano, quindi se potete perdonatemi... è solo un'idea.

Per quanto possa apprezzare Current, un canale decisamente sopra la media per i contenuti che propone, nemmeno esso è libero, in quanto proprietà di Al Gore, il politico americano (il tizio che propaganda le balle del global warming)

Vado un attimo offtopic perché il riscaldamento globale sarebbero balle? Balle o no Gore è un verde propaganda la difesa dell'ambiente naturale e dall'inquinamento... Hai visto il film "An Inconvenient Truth"? Hai sky e puoi sapere cosa si dice su current? Sai che su current hanno trasmesso Addendum? Allora seguendo il tuo raginamento anche internet non è libero ancora. La rete è di proprietà così come i satelliti. Il concetto di libero è da inquadrare comunque in un contesto di sistema pianeta e non definisce la bontà di quel determinato agire quale può essere una proprietà televisiva o una trasmissione televisiva. Che si chiami Al Gore o Bonolis o Grillo o Satana ciò non deve trascendere o disconoscere la bontà e il merito del loro agire.
Magari ci fossero la stramaggioranza delle televisioni che trasmettono concetti e informazioni come fa current o simili.

Gli studi scientifici NON DI PARTE dicono che un riscaldamento globale c'è, ma è influenzato in maniera ridicola dalle attività umane, il riscaldamento è dovuto solo all'attività del sole lievemente aumentata negli ultimi anni (il cambiamento della temperatura secondo i dati della NASA è visibile su tutto gli altri pianeti del sistema solare, e se ancora non ci siamo andati oltre la luna... non credo ci stiano ET a fare le puzze per aumentare la temperatura degli altri pianeti :D), null'altro.

Quando si parla di lotta all'inquinamento sono d'accordo, quando si parla di lotta al riscaldamento climatico mi viene da ridere.

L'ho visto il film di Al Gore, spero tu sappia che molte fonti di quel documentario sono state manipolate ;)

A malincuore ho sky in casa (mia mamma) sò che canale è current, sò cosa trasmettono (infatti l'ho lodato per la qualità dei suoi contenuti, forse te lo sei perso, è uno dei migliori canale che io abbia mai visto ma non è esenti dall'essere influenzato da certi interessi e correnti di pensiero), sò che hanno trasmesso addendum (e allorà? il movimento andrà su mediaset pensa te!).

Al Gore spinge sul cambiamento climatico perchè ha evidentemente ricevuto mazzette (o finanziamenti per le campagne elettorali se vuoi...) da certe compagnie, e sfrutta tutti i suoi mezzi compreso Current, punto.

Bonolis e Grillo centrano poco con Al Gore :P e sicuramente pure loro hannod ei difetti, nessuno è perfetto.

Daniel Iversen
Ritratto di Daniel Iversen
Offline
Unito: 26 Feb 2011
Messaggi: 286
username ha scritto:Al Gore

username ha scritto:
Al Gore spinge sul cambiamento climatico perchè ha evidentemente ricevuto
mazzette (o finanziamenti per le campagne elettorali se vuoi...) da certe
compagnie, e sfrutta tutti i suoi mezzi compreso Current, punto.

.mah.. queste affermazioni secondo me lasciano il tempo che trovano...

Anche in "age of stupid" (che consiglio a tutti)c'è un venditore di pale eoliche che parla a favore delle sue pale eoliche, perche ci tiene all'ambiente ma anceh per il suo resoconto personale...

cioè è OVVIO.

L'importante è il messaggio, secondo me..

Ovvio che anch'io se avrò la fortuna di lavorare nell'industria del solare o del geotermico porterò acqua al mio mulino ....

facebook.com/zeitgeistTrentino

Denis Gobbi
Ritratto di Denis Gobbi
Offline
Unito: 29 Dic 2010
Messaggi: 198
hai frainteso

Daniel Iversen ha scritto:
username ha scritto:
Al Gore spinge sul cambiamento climatico perchè ha evidentemente ricevuto
mazzette (o finanziamenti per le campagne elettorali se vuoi...) da certe
compagnie, e sfrutta tutti i suoi mezzi compreso Current, punto.

.mah.. queste affermazioni secondo me lasciano il tempo che trovano...

Anche in "age of stupid" (che consiglio a tutti)c'è un venditore di pale eoliche che parla a favore delle sue pale eoliche, perche ci tiene all'ambiente ma anceh per il suo resoconto personale...

cioè è OVVIO.

L'importante è il messaggio, secondo me..

Ovvio che anch'io se avrò la fortuna di lavorare nell'industria del solare o del geotermico porterò acqua al mio mulino ....

Non si parlava di aziende che spingono solare e geotermico, che sono buone cose, ma cose meno buone come il commercio di quote di co2 e altro di molto peggio.

Il suo messaggio, sarebbe giusto se fosse vero, ma è falso.

Daniele
Ritratto di Daniele
Offline
Unito: 29 Lug 2009
Messaggi: 208
La TV è solo un mezzo!

Ciao ragazzi,
Eccomi con un bel post lunghissimo e noioso così vi spengo un po' i bollenti spiriti :)

Noto che c'è parecchia confusione tra le persone che postano qui e vorrei dare un piccolo contributo alla discussione condividendo il mio punto di vista.

Noi siamo un movimento apolitico, non ideologico, non religioso che non basa la sua azione su dogmi o preconcetti e certamente rifiuta il pregiudizio.
Spero che su questo siamo tutti d'accordo.
Noi vogliamo migliorare la società applicando il metodo scientifico piuttosto che ideologie e moralismi derivati da strutture di pensiero precostituite per quello che riguarda la gestione comune della società.
In effetti essere apolitici non significa rifiutare l'aiuto di un politico che volesse appoggiarci, significa non identificare nella politica il mezzo ideale per agire e raggiungere gli scopi che ci prefiggiamo.
Rifiutare l'aiuto di un politico sarebbe irrazionale ed un pregiudizio, nessuno dovrebbe essere Pre-giudicato ma giudicato sulla base di ciò che fa!

Scientificamente parlando la televisione è un mezzo di propagazione di idee e contenuti eccezionale che ha pregi e difetti.
I pregi sono la capacità di raggiungere la massa in modo semplice e penetrante il che la rende assolutamente fantastica per diffondere le nostre idee ed informare le persone che esistiamo e raccogliere coloro che riescono a comprendere la nostra direzione e finalmente arrivare nelle case degli italiani!

Dalla mia esperienza come anche da una piccola inchiesta fatta da una ragazza che fa parte del nostro movimento abbiamo riscontrato praticamente che il 99.99% delle persone intervistate non conosceva il movimento Zeitgeist, perché?

Perché purtroppo ancora pochissimi usano la rete a certi scopi, se poi parliamo di professori e ricercatori di un certo livello come i miei colleghi il numero è ancora peggiore, praticamente è totalmente sconosciuto da coloro che in effetti sono i detentori della conoscenza che ci serve accedere per fare qualcosa di concreto e muoverci verso un nuovo paradigma.

Quindi è assolutamente ovvio e scientificamente dimostrabile che andare in TV è la più grande fortuna che ci potesse capire o forse ce lo siamo meritato con il lavoro che TUTTI HANNO FATTO per ANNI!
In effetti dobbiamo ringraziare il figlio di Paolo Bonolis che abita in USA che se non erro lo ha convinto ad andare a guardare il film che abbiamo proiettato a Roma, quindi mi sentirei di ringraziare con tutto il cuore il figlio di Paolo Bonolis che potrebbe essere colui che ha contribuito in maniera pesantissima alla crescita di questo movimento. Chiaramente questo è tutto da vedere.

Difetti di questa tecnologia obsoleta è la unidirezionalità, ossia una trasmittente e tantissimi riceventi che non possono interagire con la fonte e commentare ciò che ricevono.
Ciò la rende perfettamente adatta alla propaganda, ovvio, in fondo risente degli stessi difetti che hanno libri e giornali ma essendo più avanzata è in grado di avere effetti più devastanti.

È, e rimane comunque, una tecnologia e come tale in se non è ne buona ne cattiva ma è l'uso che se ne fa che può esserlo. È solo ovvio che in un sistema monetario venga contaminata dalle ragioni di profitto come avviene per tutte le altre tecnologie, internet inclusa e che rispetti la cultura della popolazione alla quale deve piacere per essere guardata!

Ora cerchiamo di essere razionali e valutare le possibili conseguenze di questa cosa:

1) esposizione al pubblico del movimento => sempre positivo, come sapete le regole dello spettacolo dicono: non importante perché se ne parli purché se ne parli! Cantanti e politici come anche lady Gaga diventano più famosi per gli scandali e le cavolate che sparano che per le cose meravigliose che fanno! E noi siamo sconosciuti praticamente a tutti. Scendete in strada ed iniziate a chiedere: Conosci Zeitgeist e riportateci i risultati!
2) Diciamo che Paolo Bonolis abbia il coraggio di prendere in giro e tentare di ridicolizzare una persona di quasi 95 anni che ha speso la vita a studiare la società e la tecnologia per amore della gente e cercare di portare avanti un futuro migliore (certamente non per se stesso che ha 95 anni!) e che accetta di farsi intervistare in diretta o differita o quello che sia: chi ci farebbe la figuraccia Jacque Fresco o Paolo Bonolis??

In questi post ho la sensazione di percepire la tipica “paura di vincere” che molti hanno. Quando si ottengono grossi risultati e sembra che ce la stiamo facendo improvvisamente iniziano a tremare le gambe e sembra tutto troppo bello per essere vero!
Comprendete che chi subisce questo tipo di stress psicologico certamente non farà mai niente di rilevante per la società vero?

Se ascoltate i podcast sia io che Federico abbiamo creato appositamente l'angolo della scienza e la zona delle news per aiutarvi ad uscire dalla tipica chiusura mentale che separa le classi sociali che sempre si danno la colpa l'un l'altra per come va la società.

La verità è che tutti competono con tutti ed ognuno cerca di fare ciò che può per salvare il proprio orticello sono le regole del gioco competitivo del società basata sul capitalismo che abbiamo al giorno d'oggi.
Questa strategia obsoleta sta mostrando i suoi limiti e sta finalmente diventando intollerabile per tutti!
È ora di aprire gli occhi e realizzare che siamo tutti sulla stessa barca e che tutti vogliamo le stesse cose: essere felici e vivere in armonia con gli altri!

Tutti nessuno escluso: religiosi, atei, scienziati, poeti, ricchi e poveri, massoni e chi più ne ha più ne metta!

Se la TV mostra immondizia la colpa non è del potere che la controlla ma della scarsa cultura della gente che la guarda!
È ovvio che chi ha più potere e ci guadagna dall'ignoranza della gente non farà altro che sfruttarla!
Anche questo è un sintomo di un sistema competitivo: chi ha un vantaggio tende a conservarlo!
La TV norvegese non ha niente a che fare con la vostra/nostra italiana come mai?
Non è la personificazione del male?

Vorrei ricordare a tutti che la TV funziona con il profitto e chi paga la pubblicità se ne frega altamente se si proietta Zeitgeist Addendum (vedi Sky), un film porno o il Grande Fratello 57!
Quello che contano sono gli ascolti!
Volete rimuovere il Grande Fratello dalla TV?
Fate una manifestazione di protesta ed i suoi ascolti raddoppieranno.
Girate canale e la trasmissione sarà sospesa dopo due episodi.

È solo una questione di logica e strategia.
La nostra strategia è fare tutto ciò che può aiutarci a crescere velocemente, non importa se questo significa andare in TV, politica ecc.
La strategia deve essere dinamica, variata e prendere in considerazione i fattori del momento e cambiare adattandosi alla situazione giorno dopo giorno. Questo fanno le Corporation e questo dobbiamo fare anche noi, si chiama applicare il metodo scientifico per ottenere uno scopo!

Il focus è sull'obiettivo ragazzi, non facciamoci distrarre da pregiudizi ed insicurezze!!

Se non ci proviamo ora prima che la crisi diventi grossa quando ci proveremo?

Positivi ed aperti di mente!
Quello che verrà verrà, lo affronteremo quando sarà il momento :)

fausto.govoni
Ritratto di fausto.govoni
Offline
Unito: 13 Gen 2010
Messaggi: 81
esempio

sperò che questo serva di esempio x tutti i movimenti in italia che credere nelle persone è una trà le cose fondamentali, e che molte persone dello spettacolo ci seguono in silenzio solo xchè la loro posizione fin ora li obbliga a fare ciò....io credo che questa sia la testimognanza definitiva che c'è tanta voglia di cambiare di reagire di ricominciare..
questa moltitudine innarrestabile stà uscendo sempre più allo scoperto proprio perchè nn ha paura di mostrare la propria forza....
spero che in futuro ci sia sempre più collaborazione tra movimenti italiani ed internazionali x poi portarci ad una definitiva fusione e visione del cambiamento sociale e culturale che è INEVITABILE
fausto

Fausto

Daniel Iversen
Ritratto di Daniel Iversen
Offline
Unito: 26 Feb 2011
Messaggi: 286
qui finiamo OT. apro un'altro

qui finiamo OT.

apro un'altro post.

continuiamo qui
http://www.zeitgeistitalia.org/node/2993

facebook.com/zeitgeistTrentino

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
@Faith81

Purtroppo e dico purtroppo non posso non essere daccordo con te, a tal proposito sto cercando di contattare Daniele o Federico su FB e ho gia inviato un messaggio a Riddick per cercare di dare una scossa ad una "triste" piega che sta prendendo su questo tema il movimento italiano (non conosco le altre realtà internazionali). Il movimento si è scritto e riscritto che è orizzontale e trasparente e così deve essere altrimenti è un castello fondato sulla sabbia pronto a sgretolarsi alla prima goccia di pioggia e credo che chi si è iscritto (in buona fede) non voglia questo.

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

faith81
Ritratto di faith81
Offline
Unito: 7 Set 2010
Messaggi: 29
Stiamo tranquilli

:)

bimbo
Ritratto di bimbo
Offline
Unito: 18 Set 2010
Messaggi: 12
No

Daniele ha scritto:

1) esposizione al pubblico del movimento => sempre positivo, come sapete le regole dello spettacolo dicono: non importante perché se ne parli purché se ne parli! Cantanti e politici come anche lady Gaga diventano più famosi per gli scandali e le cavolate che sparano che per le cose meravigliose che fanno! E noi siamo sconosciuti praticamente a tutti. Scendete in strada ed iniziate a chiedere: Conosci Zeitgeist e riportateci i risultati!
2) Diciamo che Paolo Bonolis abbia il coraggio di prendere in giro e tentare di ridicolizzare una persona di quasi 95 anni che ha speso la vita a studiare la società e la tecnologia per amore della gente e cercare di portare avanti un futuro migliore (certamente non per se stesso che ha 95 anni!) e che accetta di farsi intervistare in diretta o differita o quello che sia: chi ci farebbe la figuraccia Jacque Fresco o Paolo Bonolis??

Il punto 2 secondo me non è corretto; non si tratta di fermarsi sul fatto che Bonolis possa prendere in giro o meno J Fresco.
Qualsiasi sia l'esito della puntata bisogna rendersi conto che il "dopo" potrebbe rivelarsi più catastrofico dell'immediato, e non per demerito del presentatore, ma a causa di chi dietro muove i fili.

Esempio pratico?
Puntata perfetta. Ascoltatori: su 1000, 300 si sono semi-risvegliati.
Giorno successivo dai piani alti passa la circolare: buttare merda su Zeitgeist perchè 300 esseri unani si sono semi-risvegliati. (Volete i motivi per una decisione del genere? Salto perchè sono palesi)
Bastano due giornalisti, 2 presentatori che nei giorni successivi mettono in imbarazzo (immeritatamente) il movimento Zeitgeist facendolo passare per quel che non è cosa pensate che accada?

C'è parecchia confusione tra la gente che posta qui?
Non mi sembra affatto.

Non dico che sia sbagliato allargarsi al grande pubblico. Dico che questo non sia il modo corretto di farlo.
Paura di vincere? No, Il rischio potrebbe non essere proporzionale ad un eventuale futuro vantaggio.
Stò dicendo questo non per gettare fango. Ci tengo a questo movimento e le idee che porta con se mi appartengono. Ma se il movimento si muove nella direzione sbagliata...

antilope
Ritratto di antilope
Offline
Unito: 10 Feb 2011
Messaggi: 18
praticamente....

praticamente state dicendo che il fine giustifica i mezzi? NO GRAZIE!

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
mezzi e fine

antilope ha scritto:
praticamente state dicendo che il fine giustifica i mezzi? NO GRAZIE!

Stiamo dicendo che l'uso dei mezzi dipende dal fine. A seconda del fine che ci si pone i mezzi vengono usati di conseguenza.

Pensa ad un coltello, è un mezzo! Se il tuo fine è di sbucciare una mela lo utilizzerai in un modo, ma se il tuo fine è di scannare un maiale (o un uomo!) lo utilizzerai in un altro.
Il fine del movimento dovrebbe essere chiaro, per cui speriamo che il mezzo televisivo sia usato nel senso del fine del movimento e non strumentalizzato ecco il punto, credo sia semplice.

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

Daniele
Ritratto di Daniele
Offline
Unito: 29 Lug 2009
Messaggi: 208
Per Antilope

antilope ha scritto:
praticamente state dicendo che il fine giustifica i mezzi? NO GRAZIE!

Stai parlando come se volessimo andare a sterminare una famiglia.
Abbiamo una fantastica opportunità ed è quello che ci serve quindi perché no.
La TV è solo uno strumento tecnologico come ci ricorda Gabriele!
Sta a noi utilizzarla nel modo migliore e per esempio decidere cosa vada in TV utilizzando il nostro potere decisionale!
Ogni volta che accedente la TV e guardate qualcosa supportate per programma.
Se domani tutte le persone iniziassero a guardare solo programmi di cultura e scienza nel giro di un paio di mesi la TV diventerebbe il mezzo di diffusione della cultura scientifica più potente.

Ovviamente vale anche il contrario, la TV è uno specchio della cultura del popolo e può amplificarne difetti e pregi :)

Egolo
Ritratto di Egolo
Offline
Unito: 9 Feb 2011
Messaggi: 18
Attendo risposta

replico al tuo post visto che non ho ottenuto risposta al mio sulla richiesta di trasparenza:
"Sarebbe bello trovare sul sito gli accordi dell'evento una sorta di verbali degli incontri che ci sono stati tra gli organizzatori.
Tutto questo per trasparenza verso tutti al di la della fiducia che vi ho dimostrato nei post precedenti"

Se non ho risposte domani ne apro un altro e un altro finchè non ho risposte in merito e ovviamente il parere di tutti

Stefan Danov
Ritratto di Stefan Danov
Offline
Unito: 31 Maggio 2009
Messaggi: 478
Più il movimento cresce e più

Più il movimento cresce e più sono EDUCATE le perrsone, meno possibilità c'è di deragliare. Quindi cerchiamo di migliorarci per migliorare sia il prossimo che l'ambiente che condiziona sempre e comunque le persone.

Basta sistemi monetari, di baratto, servitù o schiavitù !

Egolo
Ritratto di Egolo
Offline
Unito: 9 Feb 2011
Messaggi: 18
!? trolling = richiesta di informazioni ?!

Scusate, ho chiesto delle informazioni con un post e lo indicizzate come trolling??
La mia richiesta che indico nuovamente non ha nulla di trolling!!
"Sarebbe bello trovare sul sito gli accordi dell'evento una sorta di verbali degli incontri che ci sono stati tra gli organizzatori.
Tutto questo per trasparenza verso tutti al di la della fiducia che vi ho dimostrato nei post precedenti"

Mi farebbe piuttosto piacere che Federico Pistono risponda alle domande che vengono poste (in quanto il post iniziale è il suo) e i moderatori del forum rispondano al perchè di questa a mio avviso ingiusta classificazione del post.

Non sono polemico e non voglio farne ma chiedo solo chiarezza e traparenza.

Stefan Danov
Ritratto di Stefan Danov
Offline
Unito: 31 Maggio 2009
Messaggi: 478
Ciao Egolo

Egolo, probabilmente qualcuno ha frainteso. Comunque mi pare che Rino (RIDDICK) abbia esposto in un commento sopra esattamente quali siano state le dinamiche. Se non è sufficiente puoi chiedere a lui stesso. Considera che probabilmente Federico Pistono proprio in questo periodo è parecchio indaffarato in troppissime attività e la priorità, nonchè l'impossibilità, di rispondere a tutte le richieste che gli vengono mandate è sempre più complicata e difficile.

Basta sistemi monetari, di baratto, servitù o schiavitù !

RIDDICK (non verificato)
Ritratto di RIDDICK
Nessuno nasconde niente...

Ciao ragazzi, comprendo che quanto accaduto possa aver generato degli interrogativi sulla vicenda, ma credo che la questione sia stata spostata da quello che era il concetto principale del messaggio, cosa che ho sottolineato più volte: la forza della collaborazione. Ho voluto sottolineare per iscritto sul forum l'impostazione sbagliata del messaggio principale, in quanto lasciava trasparire l'efficienza del singolo (al di là che si tratti di Federico, di me o di altri) invece che l'efficienza della collaborazione. Questo perché ritengo di grande importanza tale aspetto. Purtroppo a causa dell'impostazione sbagliata di alcune risposte e anche di alcuni passaggi del mio post originario, la discussione ha preso una piega tanto inaspettata quanto non voluta. Un altro esempio lampante delle conseguenze derivanti dal pensiero negativo!

Quindi il chiarimento tra me e Federico è stato estremamente rapido. Come ha sottolineato lui stesso è stata una sua dimenticanza (può succedere a tutti siamo sempre persone e non macchine), è stato subito condiviso da tutti il concetto principale del discorso, che ripeto trattasi della forza della collaborazione, quindi le discussioni nate successivamente - conseguenza di un discorso che non aveva nulla a che fare con il tema principale e nato da fraintendimenti assolutamente non voluti - non offrono nessun motivo per essere prese in considerazione.

Non vedo cos'altro si possa dire su questo "chiarimento privato". La trasparenza c'è sempre stata da parte di tutti, non possiamo certo pubblicare le registrazioni (audio/scritte) di tutto quello che ognuno di noi fa per il movimento, non basterebbe un GdL a parte! Credo che questo alone di diffidenza crei soltanto questioni irrilevanti, la cui discussione toglie energie importanti necessarie ad affrontare nel modo più efficiente questo processo di transizione, ora più che mai!

Federico Pistono
Ritratto di Federico Pistono
Offline
Fondatore del capitolo nazionale
AmministratoreStaff Zeitgeist Italia
Unito: 17 Mar 2009
Messaggi: 1420
Sorpresina sorpresina...

Sorpresina sorpresina... guardate un po' nella barra di sinistra di questo sito cosa c'è... :D http://www.ilsensodellavita.tv

Federico Pistono - Fondatore del Movimento Zeitgeist Italia
:: http://facebook.com/federicopistono.page
:: http://twitter.com/federicopistono
:: http://it.federicopistono.org

Egolo
Ritratto di Egolo
Offline
Unito: 9 Feb 2011
Messaggi: 18
nessuno è diffidente

Alcune cose non capisco.
Quali siano le "discussioni nate successivamnete che non offrono nessun motivo per essere prese in considerazione". Volevate solo post con scritto grandi continuiamo così!
C'è anche gente che ha dubbi e i dubbi si tolgono informandosi ma laddove manca l'informazione l'unico modo è fare domande e richiedere di essere informati.

Mi sembra di aver capito che da gennaio c'è un gruppo del movimento che è si occupato dell'evento "grazie all'auto di Rino e del gruppo Zeitgeist di Roma". Beh possible che in questo gruppo di persone non ce ne sia nemmeno una con il compito di tenere traccia degli incontri che girano intornoa questo fantastico evento che approvo?
Se come dici nemmeno un GdL basterebbe a tenere traccia degli incontri di questo evento televisivo allora dov'è la condivisione? perchè non chiedere se c'è gente disposta a tal attività!!

Possibile che non ci sia un contratto con mediaset, una scaletta un qualsiasi documento che spieghi qual'è i senso della partecipazione del movimento?
E se non ci fosse (ma non credo)possibile che nessuno del gruppo si sia appuntato nulla?

Altro punto, ma mediaset cosa da in cambio? Da almeno un contributo ai libri e dvd ?
Mi fermo qui ma avrei molte altre domande da fare.

E' per questo che chiedevo informazioni ne per diffidenza ne per non fiducia ma per essere informato perchè ad oggi quello che vedo è un gruppo del movimento che prende sempre di più la forma di una elite, che ha preso accordi con mediaset per presentare il movimento e tutto questo senza trasparenza (se non c'è informazone non c'è trasparenza)

Buona serata a tutti

Stefan Danov
Ritratto di Stefan Danov
Offline
Unito: 31 Maggio 2009
Messaggi: 478
Che spettacolo !! :D

Che spettacolo !! :D

Basta sistemi monetari, di baratto, servitù o schiavitù !

paolo87
Ritratto di paolo87
Offline
Unito: 15 Nov 2010
Messaggi: 331
Che sorpresa

Daje ragazzi, che bell'effetto vedere il nostro movimento sulla pagina di il senso della vita.
I motori sono accesi, le cinture allacciate, teniamoci bene perchè a breve si decolla!
Sono felice, e non vedo l'ora di essere assalito dalle domande che mi porranno in giro, per indirizzare tutti gli interessati ad informarsi direttamente sul sito!
Moving Forward

"Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtutae e conoscienza"

Egolo
Ritratto di Egolo
Offline
Unito: 9 Feb 2011
Messaggi: 18
GULP

Beh fa un bell'effetto !!!
Sono molto ottimista su questo evento spero nella curiosità dei telespettatori così che si informino sul movimento e sul progetto di Fresco.
Speriamo insomma che si risveglino.

@federico pistono: vorrei la tua opinione riguardo i miei post, magari quando hai tempo.

Federico Pistono
Ritratto di Federico Pistono
Offline
Fondatore del capitolo nazionale
AmministratoreStaff Zeitgeist Italia
Unito: 17 Mar 2009
Messaggi: 1420
collaborazioni e cultura

Egolo ha scritto:
Possibile che non ci sia un contratto con mediaset, una scaletta un qualsiasi documento che spieghi qual'è i senso della partecipazione del movimento?
E se non ci fosse (ma non credo)possibile che nessuno del gruppo si sia appuntato nulla?

Come ha scritto Rino, il gruppo di Roma ha preso i contatti iniziali. Da quasi due mesi io sono l'unico referente con Mediaset, a volte mi sento con Rino e Daniele al telefono, abbiamo sviluppato insieme il lavoro, in una collaborazione editoriale e culturale.

Non c'è alcun contratto di alcun tipo.

Egolo ha scritto:
Altro punto, ma mediaset cosa da in cambio? Da almeno un contributo ai libri e dvd ?
Mi fermo qui ma avrei molte altre domande da fare.

Noi forniamo consulenza gratuita e il programma ci da visibilità. Guarda, la cosa è molto semplice: Paolo Bonolis e Michele Afferrante hanno preso a cuore le nostre idee, da buoni professionisti ci hanno chiesto di collaborare aiutandoli con la selezione delle clip e con i testi.

Si tratta di uno scambio di cultura, non di soldi!

Capisco che sia difficile da accettare, ma è proprio qui che dobbiamo fare il salto di qualità e aprire la nostra mente.

Non la politica, non la guerra, non la rivoluzione, non l'economia, la cultura ci salverà.

Federico Pistono - Fondatore del Movimento Zeitgeist Italia
:: http://facebook.com/federicopistono.page
:: http://twitter.com/federicopistono
:: http://it.federicopistono.org

Egolo
Ritratto di Egolo
Offline
Unito: 9 Feb 2011
Messaggi: 18
Fine del chiarimento

Grazie per la risposta anche se parziale.

Sono d'accordo con te su tutto e sono sicuro che state svolgendo un ottimo lavoro perchè mi fido di voi(del gruppo che si sta occupando dell'evento) e non vedo l'ora che arrivi domenica.

Detto questo mi rammarica che non ci sia doc di alcun tipo.
Tralasciando gli accordi con mediaset, sarebbe stata un cosa stupenda trovare sul sito un area che tenesse traccia degli incontri per condividere tutti insieme quest'evento.
In questo modo tutto il movimento italiano è spettatore di quello che tu insieme a pochi altri state realizzando.

E mi dispiace sentir dire da riddick che alcune discussioni "non offrono nessun motivo per essere prese in considerazione" e che "non possiamo certo pubblicare le registrazioni (audio/scritte) di tutto quello che ognuno di noi fa per il movimento, non basterebbe un GdL a parte".
Tutto le "discussioni" vanno prese in considerazione perchè devono essere motivo di crescita e scambio "culturale" bisogna essere come hai detto anche tu "aperti di mentalità".
Perchè ci deve essere un "pensiero negativo" nel momento in cui una persona cerca un confronto?
Quello che chiedevo poi sulla doc era solo per questo evento che ha dell'eccezionale e andava a mio avviso gestito internamente in modo diverso.
A me sta bene che tu sia l'unica interfaccia, ma da gennaio a oggi insieme al gruppo di Roma avrete preso delle decisioni cosa pubblicare ecc. e allora perchè non condividere tuttto ciò ma consegnarci solo il pacchetto finale come dei telespettatori??

Spero che questo scambio di opinioni sia motivo di crescita per tutti, per me lo è stato.
E se verranno altri eventi di questa grandezza e ne sono sicuro, spero verranno gestiti in modo più traparente che non significa non avere fiducia!

Con affetto
Flavio

zegalvis (non verificato)
Ritratto di RIDDICK
Ottimo davvero!

Attendo con ansia domenica per riaccendere la TV dopo 2 anni nella speranza di riuscire a vedere questa trasmissione.
Devo fare un bel giro di telefonate a tutti gli amici e conoscenti per dire "mi raccomando domenica sera accendi la TV (non mi sarei mai sognato di dirlo...) su Canale 5 e vediti il programma di Bonolis.

Joris Cabrini
Ritratto di Joris Cabrini
Offline
Unito: 3 Feb 2011
Messaggi: 5
Opinione

Reputo il commento di Daniele molto intelligente e ben scritto,se posso dire il mio modesto parere ne vale la pena di provare,per un semplice motivo,il movimento rifiuta il denaro il profitto il militarismo le religioni e il commercio,quindi se abbiamo questi concetti come non modificabili possiamo essere al riparo da qualsiasi tipo di tentativo strumentalizzante che sicuramente ci sarà. Lunedi capiremo meglio che cosa succederà al movimento Italiano e sono sicuro che sapremo difenderci da ogni tipo di strumentalizzazione da parte dei media e non solo.

Joris Cabrini

Francesco Lomanno
Ritratto di Francesco Lomanno
Offline
Unito: 6 Nov 2010
Messaggi: 40
Bello! Subito sotto "segui in

Bello! Subito sotto "segui in diretta la videachat del grande fratello" vedersi il banner del movimento. LOL
Peccato che facciano le puntate in contemporanea con gli incontri teamspeak.

Haze304477
Ritratto di Haze304477
Offline
Unito: 25 Mar 2011
Messaggi: 4
fidati... è un casino

Egolo ha scritto:
Anche se condivido quello che hai scritto [.......] cmq anche Grillo fa TV, vedi le partecipazioni ad anno zero.

TROVIAMO SUPPORTO NELLA SCIENZA ALTRIMENTI I NOSTRI DISCORSI CADRANNO COME CASTELLI DI SABBIA.

NB: qualcuno conosce economisti italiani che possano confermare ciò che il movimento sostiene in materia di debito mondiale?

Avendo studiato economia all'università ho affrontato in numerosi corsi il tema del debito pubblico, in particolar modo in macroeconomia II, III, ed economia pubblica. Grafici su grafici per spiegare come manipolare il debito per mezzo di manovre dei tassi d'interesse, e poi ancora curve e linee e un casino che non finisce più. L'argomento oltre che essere complicato (pure per chi ha delle basi per affrontarlo) è anche "oscuro". Alla domanda: uno stato può indebitarsi all'infinito? non esiste una risposta (nella teoria potrebbe essere Sì se l'orizzonte di vita di una persona fosse di infiniti anni), i professori rispondono in modo vago e ti squotono un po' la testa come per dire... questo argomento non fa parte del mio campo di studio... (???)
Il debito pubblico secondo le leggi di economia può essere abbassato, (per carità questo è vero) il problema principale è che tutto questo ha un costo micidiale, (vedi crisi economica) e nei fatti il massimo obiettivo raggiunto è stato quello di rallentarne la crescita.
Insomma... da quel che si può capire, anche se fosse possibile abbassare il debito pubblico (nella realtà dei fatti e non solo nella teoria), il nuovo equilibrio raggiunto porterebbe solo ad una transitoria fase di tranquillità (che per altro non corrisponderebbe alla fase antecedente a tutto), al che si innescherebbe per l'ennesima volta il meccanismo inflazionistico sul quale l'uomo può speculare e fare business e da lì si continua fintanto che si riesce a tirare ancora un po' la corda, fintanto che la tensione economica è ancora tollerabile e il debito pubblico è considerato ok ed in fine... fino a quando arriva un'altra mazzata e si riparte di nuovo, l'inflazione è stata definita (scusate ma su due piedi non mi ricordo da chi e spero di essere preciso nella citazione) come l'elemento che olia le ruote del carro (figura allegorica che rappresenterebbe il mercato).
Tutto questo è descrivibile come un ciclo, la notizia brutta è che ad ogni ciclo il potere di mercato tende a essere sempre meno diviso, concentrato tra le industrie/aziende più potenti che hanno la possibilità di trattenere a monte i profitti maggiori, lasciando sempre meno ricchezza a valle e impedendo un pieno circolo della moneta nel sistema economico.
Facendo un esempio stupido (come la vedo io): si pensi che il cuore umano sia una corporation potentissima e da lì passi tutto il sangue del corpo e si ipotizzi che quest ultimo non sia in grado di produrre sangue ma in esso ne circoli solo una determinata quantità, ad ogni ciclo di sangue il cuore lo riceve tutto ma NON ne restituisce una piccola parte... quanti cicli ci vorranno prima che tutte le piccole cellule periferiche del corpo comincino a morire? quanti cicli ci vorranno prima che anche quelle più vicine al cuore smettano di funzionare? E con esse il cuore stesso. (disoccupazione, povertà, crimine...)
Naturalmente come è vero che il sangue è prodotto nel midollo, è vero che le banconote vengono stampate dalla banca centrale, tuttavia se il cuore continuasse a trattenere sangue nel giro di poco esploderebbe, invece così non accade nel sistema economico attuale, la banca centrale, per ovviare la mancanza di moneta necessaria a saldare un debito (naturalmente causato da un mancato circolo di moneta (a sua volta dovuto a cattivi investimenti a sfavore di alcuni ma a favore di altri)), produce nuova carta straccia a nastro che viene messa in circolo come nuovo sangue, tuttavia più vengono stampate e meno valore hanno (inflazione), meno valore hanno e più devono esserne usate per comprare un bene e infine più devono esserne usate e più saranno trattenute come al solito a monte, da coloro che ormai hanno raggiunto un tale estabilishement economico da poter godere del lusso di fare business impossibili per un normale se non benestante cittadino del mondo.
E' tutto un circolo VIZIOSO che prelude a uno scenario in cui il potere viene spartito tra pochissimi nomi (si pensi a come funziona il gioco del monopoly pero' senza ritirare i 20 dal via e strappando tutti i cartellini di imprevisti e probabilità che ti regalano i soldi ma lasciando quelli che ti danno la mazzata, una cosa terrificante che ti farebbe passare la voglia ancora prima di iniziare a giocare). Se il comportamento competitivo fosse portato all'estremo si verificherebbe esattamente il contrario di quanto espresso nell'idea dello zeitgeist. Una completa antitesi tra economia basata sul sitema della moneta in cui tutto il patrimonio del mondo finirebbe con l'essere rappresentato da un singolo...(diciamo il vincitore finale della competizione economica), e l'idea su cui si fonda lo zeitgeist, in cui il mondo è rappresentato da un'idea comune presente nelle coscienze di ogni individuo che la costituisce.

Questo è stato il mio primo post, spero di non essere andato troppo off topic e mi scuso se è così (quasi sicuramente).
Non sono uno studente di economia con 10 master a yale, bocconi, oxford etc, le fonti per il post sono le mie conoscenze personali acquisite nel corso degli anni di studio, premesso questo voglio riportare il consiglio di mio padre "ricordati che ovunque vai ci sarà sempre qualcuno che ha un'intelligenza maggiore della tua e ti tappa la bocca alla prima ******** che dici." Spero di essere stato abbastanza corretto nel cercare di approfondire i meccanismi economici attuali, e se qualcuno vuole intervenire per correggere, partecipare, criticare o magari spostare questo post in un thread più adeguato, sarei contentissimo. :D

Haze

AeonPleroma
Ritratto di AeonPleroma
Offline
Unito: 14 Feb 2010
Messaggi: 167
Vittoria

ovviamente la scelta di mirare su Zeitgeist domenica 27 alle ore 21 è quella di entrare in diretta "concorrenza" con Report che reinizia domenica 27.

Report che casualmente finiva la scorsa stagione con una puntata dedicata a concetti ed idee chiaramente vicini al movimento Zeitgeist.

i potenti di oggi osservano in silenzio..
e si capisce che è ora di futuro.
e si capisce quale è la direzione del futuro..
inizia una nuova rincorsa.

e.. noi che possiamo dire ...
non possiamo che essere contenti delle nuove scelte... :)

faith81
Ritratto di faith81
Offline
Unito: 7 Set 2010
Messaggi: 29
Puntata di domani

Ciao ragazzi, da alcune info di un'amica che ha partecipato come pubblico alla registrazione della puntata di domani, vi segnalo che Bonolis ha introdotto ZM verso la fine ed è andato in onda un video su Krishnamurti...A questo punto cresce la curiosità!!! Vediamo poi come hanno impostato il montaggio! ;)
Sarebbe bello partecipare come pubblico, le registrazioni avvengono tutti i Mercoledi, dalle 15.30 alle 19.30 presso lo studio in Via Tiburtina 561,salvo nuove indicazioni. Io sono favorevole!!!!

Maksymilian Pora
Ritratto di Maksymilian Pora
Offline
Unito: 26 Mar 2011
Messaggi: 3
primo pure per me

Dopo svariate visite e un interesse ormai lungo, il tuo post m'ha finalmente dato la spinta per iscrivermi.
Con grande piacere leggo la "diffidenza" dal sistema economico di uno studente che ne ha studiato le caratteristiche.
E' da un po' di tempo che capita di dover discutere con "esperti" (sapientoni, più semplicemente...) sul tema, e personalmente non avendo come base degli sutdi economici mi risulta spesso difficile o impossibile rispondere a delle domande trabocchetto che mi vengono poste durante le discussioni con ragazzi che magari sono ai primi anni di economia e quindi con una convinzione economica ai massimi livelli.
Ciò che sfugge loro è l'estrema semplicità del sistema che viene proposto nell'economia basata sulle risorse; cercano sempre delle vie come per rendere le cose più complicate...come se una cosa semplice non possa essere quella più giusta per tutti noi. Ma non c'è da meravigliarsene visto che già indirizzandosi sugli studi in economia significa, in parte, dogmatizzarsi.
Sarebbe proprio interessante riuscire a instaurare un dialogo proprio con persone che stanno studiando economia e vedere le "conclusioni" alle quali potremmo arrivare.

un saluto a tutti

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
Il senso della Vita

Voglio riportare un passo tratto dal libro "Tu sei il mondo" di Osho che ben s'intona con il messaggio profondo di cambiamento che vogliamo dare, che sembra, e spero dia il programma di Bonolis.

Parole come "mondo", società", "religione", "nazione" sono semplici espressioni prive di valore, contenitori vuoti.
All'infuori di te, il mondo non esiste.
[...]
Akbar è stato uno dei più grandi imperatori dell'India. la biografia di Akbar riporta questo aneddoto: Un giorno Akbar sava chiaccherando con i suoi amici... e intorno a se aveva gli uomini migliori, i più saggi, i più creativi, persone scelte in ogni parte dell'impero. Il suo giullare di corte era in piedi accanto a lui.
Questa è una cosa da notare: in ogni corte di ogni grande imperatorec'era sempre un giullare, il cui unico scopo era di impedire alla corte di diventare troppo seria, manteneva nella reggia leggerezza, allegria, di tanto in tanto creava un'esplosione di risate.
Era una grande intuizione, il giullare di corte,e di solito si trattava di uno degli uomini più saggi dell'epoca, poiché il suo non era un compito facile. Birbal era il giullare di corte di Akbar. Nel bel mezzo della discussione Akbar diede uno schiaffo a Birbal, senza alcun motivo. Ebbene, non si poteva rendere uno schiaffo all'imperatore, ma lo schiaffo doveva finire da qualche parte, quindi Birbal schiaffeggiò la pesona che si trovava in piedi vicino a lui.
Tutti pensarono: "Che stranezza!". Il tutto era iniziato senza alcun motivo. Improvvisamente, come preso da pazzia, Akbar aveva schiaffeggiato il povero Birbal. E anche quest'ultimo si era comportato in modo un po' strano. Invece di chiedere all'imperatore: "Perché mi hai schiaffeggiato?", si era limitato a schiaffeggiare l'uomo che era in piedi vicino a lui! Il quale, pensando che fosse una regola di corte, schiaffeggiò il suo vicino. In una catena, lo schiaffo fece il giro di tutta la reggia.
E sarete sorpresi nell'apprendere che, quella notte, Akbar prese uno schiaffo dalla moglie! Egli chiese: "Perché mi stai schiaffeggiando?".
Lei rispose: "Non c'è motivo un gioco è un gioco".

E lui: "Chi ti ha detto che questo è un gioco?".
Lei rispose: E' tutto il giorno che gira la voce che a corte è iniziato un gioco bellissimo... la sola regola è che non si può restituire lo schiaffo alla stessa persona, devi trovare qualcun altro da colpire. Qualcuno l'ha dato a me... ora il tuo schiaffo è tornato a te, il gioco è completo".

In questo grande mondo ci sono migliaia di giochi insensati, e tutti vi partecipano, naturalmente in misura modesta, secondo le proprie capacità. Ma ricorda "lo schiaffo" tornerà a te, presto o tardi. Dove potrebbe mai finire?
Qualsiasi cosa ti arrivi, ricordalo, è il prodotto di una tua azione. Forse ne hai dimenticato l'inizio. Il mondo è grande, ci vuole tempo. Ma ogni cosa torna alla propria sorgente: questa è una delle regole fondamentali della vita, non la regola di un gioco.

Pertanto, se stai soffrendo, se sei infelice, se hai delle tensioni, se pieno di ansia e di angoscia, non consolarti dicendoti semplicemente che questo mondo è orribile, che tutti sono cattivi e tu sei vittima.
Krishnamurti afferma che tu non sei affatto una vittima, tu sei l'artefice di questo mondo insensato e, ovviamente, devi subire le conseguenze di tutto ciò a cui hai contribuito. Stai partecipando alla semina, dovrai partecipare anche al raccolto, non puoi fuggire.

Se si rende consapevole l'individuo, lo si fa smettere di addossare la responsabilità agli altri ma, al contrario, lo si spinge a guardarsi dentro per vedere in che modo egli sta contribuendo a questa follia globale, è possibile che il singolo individuo cessi di dare il suo contrubuto, visto che anche lui deve soffrire. Se l'uomo arriva a capire che il mondo intero altro non è che una sua proiezione, su scala più vasta...
Poiché milioni di individui hanno fornito la stessa collera, lo stesso astio, la stessa competitività, la stessa violenza, tutto ciò è diventato immenso. Tu non riesci a concepiredi poter essere responsabile: "Io posso aver contribuito solo per una piccola parte..." Ma un oceano altro non è che l'insieme di milioni e milioni di gocce di rugiada. Una goccia di rugiada non può pensare di essere responsabile. Senza la goccia di rugiada non ci sarebbe affatto l'oceano. L'oceano è solo un nome, la realtà è la goccia di rugiada.
Accettare la tua responsabilità ti cambierà, e il tuo cambiamento sarà l'inizio del cambiamento del mondo, poiché tu sei il mondo. Per quanto tu sia piccolo, un mondo in miniatura, hai in te tutti i suoi semi.
La tua rivoluzione preannuncerà la rivoluzione del mondo intero. E quando Krishnamurti dice "Tu sei il mondo", non parla solo a te, si rivolge a tutti. Voi tutti siete il mondo.
Se volete cambiare il mondo, non iniziate cambiando il "mondo"; questo è il metodo errato che l'umanità ha seguito finora: cambiare la società, cambiare le strutture economiche, cambiare questo, cambiare quello ma non cambiare l'individuo.
Cambia te stesso.

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

Daniele
Ritratto di Daniele
Offline
Unito: 29 Lug 2009
Messaggi: 208
Maksymilian

Maksymilian Pora ha scritto:
Dopo svariate visite e un interesse ormai lungo, il tuo post m'ha finalmente dato la spinta per iscrivermi.
Con grande piacere leggo la "diffidenza" dal sistema economico di uno studente che ne ha studiato le caratteristiche.
E' da un po' di tempo che capita di dover discutere con "esperti" (sapientoni, più semplicemente...) sul tema, e personalmente non avendo come base degli sutdi economici mi risulta spesso difficile o impossibile rispondere a delle domande trabocchetto che mi vengono poste durante le discussioni con ragazzi che magari sono ai primi anni di economia e quindi con una convinzione economica ai massimi livelli.
Ciò che sfugge loro è l'estrema semplicità del sistema che viene proposto nell'economia basata sulle risorse; cercano sempre delle vie come per rendere le cose più complicate...come se una cosa semplice non possa essere quella più giusta per tutti noi. Ma non c'è da meravigliarsene visto che già indirizzandosi sugli studi in economia significa, in parte, dogmatizzarsi.
Sarebbe proprio interessante riuscire a instaurare un dialogo proprio con persone che stanno studiando economia e vedere le "conclusioni" alle quali potremmo arrivare.

un saluto a tutti

Ciao ragazzi:)
Come è vero quello che dici la stessa cosa accade a me regolarmente quando inizio una delle nostre infervorate discussioni con il Sales Manager della Corporation dove lavoro, anche se le sue certezze stanno pian pianino iniziando a scricchiolare, mentre io posso portargli esempi pratici di inefficienza e paralisi evolutiva che accadono all'interno della nostra Corporation e contro i quali mi imbatto regolarmente durante il mio lavoro di sviluppo e design di processi industriali!

In fondo alla fine delle nostre discussioni si raggiunge la stessa conclusione non è l'esistenza del sistema ma la cultura dominante che decide dove si spendono i soldi e vadano gli investimenti. Si tende a dimenticare il potere del marketing e tutti gli effetti collaterali prodotti da un sistema che è disegnato per aumentare produttività e competizione regolarmente anche ora che abbiamo superato praticamente il livello di produttività procapite necessario a soddisfare la richiesta di beni materiali e servizzi UTILI e dobbiamo inventarci una ragione per convincerci che dobbiamo consumare di più per sostenere praticamente il nostro benessere.

Il fatto che in una RBE tutto sarebbe molto più semplice perché permetterebbe finalmente alle persone di connettersi creando dei self-arranging-holographic-clusters (non saprei come tradurla, qualcosa tipo dei gruppi connessi in modo olografico tra loro che si auto-riarrangiano nelle attività e strutture sociali e persino composizione delle persone nel modo più efficiente per risolvere un problema o massimizzare un risultato: praticamente come funziona il cervello) che creerebbero un livello di benessere ed una civiltà impensabile per noi.

Penso che la sfida più grande sarà per noi dimostrare che un sistema dove esistono due forze contrapposte (interesse a creare e massimizzare il profitto indipendentemente dal fatto che questa attività sia positiva per il benessere comune da una parte e l'interesse comune della popolazione dall'altra), al nostro livello di sviluppo tecnologico e sociale non potrà mai competere con un sistema dove la gente lavorando per il bene comune allo stesso tempo lavora per il proprio benessere personale poiché l'elemento di competizione e difesa del proprio sapere e lavoro è stato rimosso dalle regole del gioco per cui diventa inutile e non remunerato dal sistema stesso.

Denis Gobbi
Ritratto di Denis Gobbi
Offline
Unito: 29 Dic 2010
Messaggi: 198
Gabriele Alloro e Daniele vi stimo

i vostri post ricchi di storie e ragionamenti sono sempre a dir poco illuminanti, grazie.

Ed un grande benvenuto anche a Maksymilian nella nostra community di pazzi rivoluzionari =)

Maksymilian Pora
Ritratto di Maksymilian Pora
Offline
Unito: 26 Mar 2011
Messaggi: 3
sales manager?

Ciao Daniele :)

fa sorridere come le storie, in ambiti diversi, portino a conclusioni simili.
pure io lavoro per una azienda (ancora non corporativa e non quotata in borsa anche se ha sedi internazionali in tutto il mondo) nella quale giornalmente sono a contatto con il sales manager del nord est.
è incredibile come i problemi, apparentemente relativi alla propria azienda, siano intrinsecamente comuni a tutte le realtà aziendali del nostro territorio.
inefficenza, prodotti che si rompono sempre più facilemente e una quantità enorme di sprechi.
poi ti ritrovi a pranzare col tuo sales manager e magari qualche cliente e li senti parlare di "mercato che è cambiato", del fatto che "non è più come una volta" e "non ci sono più soldi". Li vedi continuamente sbattere la testa contro un muro fatto di materiale che non conoscono.
Non appena provi a dare una spiegazione, una proposta alle loro inconsapevoli domande che si fanno, sminuiscono quello che hai da proporre: a loro sembra troppo "semplicistico" affermare che il muro contro il quale sbattono sia il "consumo ciclico" o il "sistema monetario" poichè è da anni che sono abituati a vivere in tale sistema ed effettivamente per loro diventa difficile accettare l'idea che tutto questo non funzioni. Non si ha una mentalità "a lungo termine", si fa fatica a guardare oltre il primo scalino che si ha da affrontare.
Noto però, esattamente come vale per te, che pure il mio sales manager man mano che ci ritroviamo a discutere, anche se magari cerca di nasconderlo un po', ascolta con maggior interesse e concentrazione le idee che cerco di esporgli.
Far capire alle persone che il lavoro attuale dovrebbe dare beni e benessere comune piuttosto che personale sarà il passo successivo alla coscienza comune sul fatto che ci sia un errore alla base dell'attuale sistema.

Grazie Ishiki Takai, è un piacere stare tra i pazzi.
E' più piacevoli di quanto si possa credere troterellare su se stessi.

a presto

Denis Gobbi
Ritratto di Denis Gobbi
Offline
Unito: 29 Dic 2010
Messaggi: 198
Paolo Bonolis ha detto:

A proposito di stasera :)

Bonolis ha scritto:
“Non a caso andiamo in onda la domenica, che tradizionalmente non è una serata che paga molto negli ascolti di Canale 5, tra abitudine alla fiction di Raiuno e campionato di calcio. Insomma - sottolinea Bonolis - se devi andare basso con gli ascolti, almeno lo fai con qualcosa di dignitoso".

DA: http://www.altrenotizie.org/televisione/3913-bonolis-torna-con-zeitgeist...

Stefan Danov
Ritratto di Stefan Danov
Offline
Unito: 31 Maggio 2009
Messaggi: 478
Non si può dire che la

Non si può dire che la signora Mariavittoria Orsolato sia una gran fan di Bonolis da come ha dipinto l'argomento =)

Basta sistemi monetari, di baratto, servitù o schiavitù !

Denis Gobbi
Ritratto di Denis Gobbi
Offline
Unito: 29 Dic 2010
Messaggi: 198
Mariavittoria Orsolato

Per me ha scritto un articolo condivisibile al 100%

Probabilmente alcune persone non si rendono ancora conto che alcune parti del suo carattere "televisivo" (Bonolis) sono intrinsecamente legate al personaggio che lui si è creato e che vende in TV, e che si adatta perfettamente al tipo di programmi che fà ed a quello che molti telespettatori vogliono.

Insomma, mi pare in effetti un pò inutile definirlo un personaggio che ridicolizza la gente in TV come qualcuno fà, non credo proprio sia la vera natura di nessun essere umano, Bonolis compreso,ma è semplicemente dettato dall'ambiente in cui vive ed al suo lavoro a lui necessario per sopravvivere nel sistema.

Oltre a questo, la frase di Bonolis fà capire infatti come dietro ai personaggi televisivi (che paragono a dei clown per intrattenere i telespettatori, in sostanza... sono anchessi dei personaggi che si inventano sullo schermo...) la maggior parte delle volte, specie nel tipo di programmi che conduce Bonolis si nascondano persone reali: semplici esseri umani con dei bisogni ed influenzati dall'ambiente come chiunque altro!

Stefan Danov
Ritratto di Stefan Danov
Offline
Unito: 31 Maggio 2009
Messaggi: 478
Non so se questa volta è una

Non so se questa volta è una questione puramente di "vendita" di un prodotto. Magari sarò io ad essere troppo positivo, ma mi pare di aver capito che Bonolis sposa la causa a prescindere dagli ascolti. Tant'è che sta "sponsorizzando" un argomento altamente anti-profitto e come dice l'articolo stesso, anti-televisivo tradizionale.

Basta sistemi monetari, di baratto, servitù o schiavitù !

Meth91
Ritratto di Meth91
Offline
Unito: 26 Mar 2011
Messaggi: 52
al tg5 hanno parlato della

al tg5 hanno parlato della puntata di stasera accennando tutti gli ospiti che ci saranno, ma del movimento non ne hanno minimamente parlato

Daniele Bianchi
Ritratto di Daniele Bianchi
Offline
Unito: 19 Ott 2010
Messaggi: 28
anche io posso dire la mia... meglio tardi che mai

finalmente anche io posso dire la mia, anche se con estremo ritardo, visto che ultimamente ho frequentato poco il forum, e che nell'ultima settimana per pulire, formattare e partizionare il mio pc ho avuto una marea di problemi. e poi mi piace lamentarmi :P
L'accostamento bonolis-zeitgeist girava da tanto nell'aria, sin da quella sera di gennaio in cui il cinema azzurro scipioni si esaurì in pochissimo tempo e silvano agosti ci permise di utilizzare anche la seconda sala.
Poi arriva Paolo Bonolis, già si sentivano i commenti nell'aria: ma che ci fa uno come lui qui? ecco, è finita ancor prima di cominciare, gli occhi di mediaset sono venuti a spiarci, arriva il "vip" e passa davanti a tutti... e via discorrendo.
e be' in effetti, anche se non dissi niente, una domanda me la posi anch'io... ma più che sul perché fosse venuto, su come mai dovesse passare davanti a tutti. perché non ho mai detto niente? perché alla fine tutti videro il film, nessuno rimase fuori, e anche perché io in certe occasioni (soprattutto in quei giorni) fatico a espormi. Alla fine la questione, visti i risultati, non mi sembrò così rilevante.
mission accomplished. tutti hanno visto il film, bonolis rimane a dir poco impressionato dal lavoro svolto e dalle idee portate avanti dal movimento. si congratula con rino e luciano, i nostri punti fermi di roma :) e da lì si può dire che è nato tutto.
e poi? e poi nascono i dubbi: tra ieri e oggi mi sono letto ogni messaggio di questo thread, e certamente con alcuni utenti mi sono trovato più d'accordo che con altri (come daniele, antilope, egolo). ma, come ognuno, io ho la mia di idea sulla questione e vorrei condividerla con voi. non posso portare dati scientifici, siamo nel campo dei pareri e delle opinioni personali.
Parto dal punto che ritengo fondamentale: se fossimo vissuti in un altro tempo, avrei detto che ce ne facciamo della televisione? abbiamo internet, usiamo solo quello e altri mezzi che siano un po' meno influenzati rispetto agli altri.
Ma sfortunatamente non siamo in un'altra linea temporale, siamo qui ed ora: e la situazione non è delle migliori. sembrerò un catastrofista ma mi sembra di vedere il mondo sull'orlo del collasso: da dove partiamo? dal giappone? dalla libia? dalla siria? dai fallimenti economici delle nazioni?
Tutto ciò per dire che abbiamo veramente poco tempo (non che qualche anno fa ce ne fosse stato di più, ma sicuramente la situazione odierna è a dir poco sconcertante e mi fermo qui altrimenti non smetto più). E ora si è presentata al movimento un'occasione unica di entrare in un numero elevatissimo di famiglie italiane. quindi mi chiedo perché non cogliere questo evento per quello che è? una meravigliosa occasione di speranza e possibile risveglio da parte delle persone.
qualcuno potrebbe dire: ma non eravate voi che dicevate che bisognava spengere il televisore? in effetti sì, e come dar torto a questa affermazione di fronte a tutti i programmi spazzatura che ci sono? ma mi chiedo: e se per un momento il messaggio fosse diverso, ovvero non guardare come due trombano sotto le lenzuola per non farsi vedere dalle telecamere (ogni riferimento al grande fratello è puramente casuale :)), ma una semplice presentazione di un nuovo stile di vita, efficiente, sostenibile, rispettoso di ogni forma di vita, che possa condurre la specie umana a evolversi e non a rimanere nella stagnazione che la condurrà quasi certamente ad un'estinzione prematura?
non so se avete mai visto il primo film di fantozzi, ma la mia speranza nell'usare lo strumento tv (ricordo che è uno strumento, l'uso che se ne fa dipende solo ed esclusivamente da noi) è che accada una cosa simile a quando fantozzi viene messo verso la parte finale film nello stanzino col comunista, dopo la delusione amorosa con la signorina silvani (so che siamo apolitici, è solo un modo comico per far capire ciò che spero che accada).
Insomma fantozzi è l'unico che inizia a frequentare il dipendente comunista, viene escluso e guardato con imbarazzo dai colleghi, inizia a studiare i testi del comunismo, del socialismo, etc. e ad un certo punto, durante lo studio (tre mesi di letture maledette), esplode e dice:"ma allora mi hanno preso sempre per il culo!" (se volete farvi due risate vi rimando qui)
se in questo percorso televisivo la gente comincerà a "risvegliarsi" come fantozzi (ovviamente in maniera meno estremizzata e al di fuori della forma politica), e ricomincerà a pensare, a fare domande, comincerà a vedere che un diverso stile di vita non solo è concepibile ma è anche possibile, è davvero così importante che il messaggio del movimento sia arrivato attraverso internet, la televisione, la radio, o qualsiasi altro media di comunicazione?
cerchiamo di tenere in considerazione le basi del movimento: il metodo scientifico. se l'individuo nel suo percorso di risveglio intellettuale ricomincerà ad "usare la testa" (nel senso di ragionamento e pensiero critico) sarà già l'altro individuo il primo che si muoverà nella direzione di una più chiara conoscenza, che inizierà a documentarsi e a chiedere, e soprattutto a chiedersi il perché di tutto ciò che lo circonda.
e poi non dimentichiamoci che comunque c'è una collaborazione tra i coordinatori del movimento (sia a livello nazionale che regionale) e bonolis e afferrante.
certo, se non ci fidiamo neanche tra noi, non penso che andremo molto lontani.
l'unico appunto che potrei muovere è che davvero in certi punti del thread non si capisce cosa sia avvenuto, quindi forse sarebbe preferibile rivedere quei messaggi, anche se possono generare un po' di confusione.
e alla domanda: ci fidiamo di bonolis? be' messa così non è neanche una domanda. perché tanto per cominciare non lo conosco (parlo per me). quindi diciamo che c'è un 50% di fiducia e un 50% di sfiducia. le mie esperienze passate mi hanno portato ad essere diffidente ma non per questo sto con un fucile puntato su chiunque. diciamo solamente che gli si può dare il beneficio del dubbio, visto che comunque le idee del movimento sappiamo quali sono, sappiamo che possono non piacere ai piani alti, e quindi un minimo rischio lo corre anche lui, se non altro in termini di share.
ciò non vuol dire ci si debba fidare ciecamente, visto che la fiducia cieca non ha mai portato da nessuna parte. quindi ben vengano le domande e la ricerca delle risposte.
ma cerchiamo comunque di non partire prevenuti, perché volenti o nolenti, la tv è praticamente in ogni casa, quando non è sui cellulari o direttamente sui computer.
e c'è poco da fare: in un momento storico come il nostro riuscire a trasmettere il messaggio del movimento al maggior numero di persone nel minor tempo possibile è fondamentale.
quindi dico solo: ormai siamo qui, vediamo come la situazione si evolverà e prepariamoci alle mille domande che potranno porci i miliardi di nuovi utenti che arriveranno qui incuriositi dalla presentazione del movimento nel programma di bonolis.

"Resisti. Nel resistere, diventa forte."
Dak'kon

Denis Gobbi
Ritratto di Denis Gobbi
Offline
Unito: 29 Dic 2010
Messaggi: 198
si ma infatti

Stefan Danov ha scritto:
Non so se questa volta è una questione puramente di "vendita" di un prodotto. Magari sarò io ad essere troppo positivo, ma mi pare di aver capito che Bonolis sposa la causa a prescindere dagli ascolti. Tant'è che sta "sponsorizzando" un argomento altamente anti-profitto e come dice l'articolo stesso, anti-televisivo tradizionale.

non ho escluso questo, se non si è capito, ho semplicemente detto che i personaggi televisivi molte volte non sono come appaiono, ma hanno una "duplice" identità, quella che vendono in TV modellata su una richiesta del mercato televisivo, e poi ci sono loro persone reali :D concordo con te che non sia una semplice trovata per fare ascolti ;)

AeonPleroma
Ritratto di AeonPleroma
Offline
Unito: 14 Feb 2010
Messaggi: 167
mente collettiva..

a sensazione, mi sono fatto l'opinione che stiamo entrando in una fase in cui il vecchio pachidermico media televisivo sta capendo che può convivere con la rete senza temerla, e la rete a sua volta sta capendo che non è un mezzo da abbattere a tutti i costi ma va solo "riequilibrato".

Posso alludere che la stessa cosa sia avvenuta con il passaggio dalle radio alle tv in passato e con il passaggio dai giornali alle radio in tempi ancora più remoti e cosi via..

la radio non è scomparsa.
i giornali non sono scomparsi.
i libri non sono scomparsi.
non abbiamo smesso di comunicare verbalmente.

non smetteremo di vedere il televisore..

ma tutto evolverà plasmandosi nella grande mente collettiva...

Condividi contenuti