inizia

Perché sostieni il Movimento Zeitgeist?

39 replies [Ultimo contenuto]
Anonimo
Ritratto di Anonimo

Bella domanda al quale ognuno può dare la sua risposta.

Apro questa discussione al fine di raccogliere le tesimonianze di coloro che hanno voglia di esprimersi, raccontando ognuno le proprie esperienze e di come siano state incisive nel prendere la decisione di sostenere il Movimento Zeitgeist

4.666665
Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.
Fulvio B. (non verificato)
Ritratto di Anonimo
Comincio io (Peter Ray)

Perché sostengo il Movimento Zeitgeist?

Perché non ho nessun motivo valido per non farlo, ergo, è l'unica cosa di reale buon senso che mi sia capitata negli ultimi 20 anni e per cui vale veramente la pena fare qualcosa.

Sin da quando ero bambino ho avuto un senso di rigetto per il denaro.
Da piccolo fino all’età di 8 anni si può dire che non sapessi neanche cosa fossero i soldi. Beh! Quelli sono stati di sicuro gli anni più felici della mia vita.
Non pensavo a niente, tranne che alla scuola e a giocare (più alla seconda^^).
Durante la settimana la scuola era una barba, ma non quando c’era la lezione di artistica (mi è sempre piaciuto disegnare e pasticciare con i colori^^). Il pomeriggio c’erano i cartoni animati e alle 5 avevo il permesso di scendere a giocare con i miei amici (quante ne abbiamo combinate).
La domenica era festa, ma non perché era domenica. Per me lo era per il semplice fatto che avevo mio padre tutto per me. A volte mi portava al bosco a cercare funghi, altre volte al lago a pescare, ed erano di sicuro i giorni più belli che ricordo. Stavo con papà e completamente immerso nella natura.
Quante cose ho imparato giocando.

Al mio 9° compleanno, se non ricordo male, ricevetti le mie prime 5000 lire. Non sono mai stato ingrato, di conseguenza ero contento del regalo, ma non sapevo cosa ci dovevo fare.
Lo chiesi a mio Padre che mi disse di tenerli da parte e di spenderli bene.

Spendere!? O_o

Continuavo a non capire finché la nonna non mi disse che potevo scambiarli con caramelle e Big Buble. Cercarono di spiegarmi il valore del denaro e di essere parsimonioso, ma avevo difficoltà a comprendere il perché la gente doveva prendere pezzi di carta in cambio delle loro cose.
Un paio di anni dopo cominciai a comprenderlo meglio.

Cominciate le medie sono cominciati anche i primi problemi di confronto con gli altri.

Il non avere i Jeans di quella o l’altra marca cominciava a diventare un problema, e i compagni che indossavano firme prestigiose non esitavano a schernire e a deridere coloro che non se li potevano permettere.
Ho sempre detestato questo tipo di comportamento, ma, ahimé per loro, avevo qualcosa che non avevano; La Musica.
Sembrerà strano, ma il fatto di conoscerla e di saper suonicchiare qualcosa mi ha fatto apparire come un genio, ed ero molto apprezzato dalle ragazze per questo^^.
Molto chiaramente i “firmati” della situazione non perdevano occasione per sminuirmi e per ribattere su come vestivo, ma alla fine si rendevano più ridicoli di quanto loro stessi riuscissero ad ammettere.

Fatto stà che a lungo andare ero stufo di essere deriso, e non so quanto ho insistito per volermi mettere a paro con loro. Non so quanti litigi si sono consumati per poter acquistare il mio primo paio di pantaloni firmati della Uniform (che adesso non valgono un cazzo).
Non mi rendevo conto del sacrificio che fecero i miei nello spendere tanti soldi per acquistarmi quei jeans che mi avrebbero fatto contento, ma crescendo mi resi conto che erano solo un abbaglio.
Le mode passano e se non stai al passo rimani sempre il "morto di fame" di prima.

Ecco come ho cominciato ad odiare il denaro.

La stessa cosa vale per lo stereo, il televisore o addirittura la bicicletta e gli occhiali, ma in fondo non mi importava più di tanto. Avevo le mie passioni, il disegno, la musica e mi piaceva l'astronomia.
Avendo doti artischiche, finite le medie, avrei voluto fare il corrispettivo liceo, ma non era nella "lista" dell scelte possibili: "che sei matto? Voi annà a fa er madonnaro per la strada e vive d'elemosina?"

Ed eccomi alle superiori a fare Ragioneria -.-

Non mi è mai piaciuta, ma sapendo che non sarebbe durata per sempre, nel tempo libero mi dedicavo alla musica, alla mia chitarra classica sgangherata e anche un po' al pianoforte.
Per un certo periodo non ci furono grossi problemi economici, ma non tardarono a ripresentarsi, e più diventavo grande, meno cose di cui avevo bisogno potevo avere.
Fatto sta che solo da adulto, finita la scuola, cominciando a lavorare e a guadagnare abbastanza soldi potevo gestire la mia vita in modo autonomo, potendo permettermi anche i lussi di seguire certe mode, e di comprarmi anche un'autovettura.
Da quel momento a volte mi sono ritrovato a giudicare anche in maniera pesante i miei genitori per non essere stati in grado di tenere il passo con gli altri, ma non ci misi molto a pentirmene, perché la colpa non è mai stata la loro, ma della distorsione dei valori provocata dal sistema monetario in cui abbiamo sempre vissuto e che ci ha reso degli schiavi.

Il mio odio per il denaro cresceva a dismisura sempre di più.

Ma anche se già intuivo che tutto il sistema di valori era profondamente distorto dal denaro, trovavi sempre il saggio di turno pronto a dirti: “e’ la vita, funziona così, che ce voi fa?” >< . L’essere apprezzato per ciò che si ha è qualcosa che mi ha sempre fatto rabbrividire.
Troppe volte ho assistito all’infelicità delle persone che inseguivano un sogno che è quello di emergere e di diventare qualcuno, ma che nella realtà consisteva nel non volersi sentire più emarginati; nel non sentirsi più “poveri”.

Avendo imparato la lezione, ho promesso a me stesso che non mi sarei lasciato trasportare più da certi discorsi.
Ho cercato di mantenere sempre la mia integrità personale in ogni situazione, cercando a più non posso di farmi scivolare addosso i giudizi della gente, ergo, se non ho i soldi per fare una cosa non la faccio, e aspetto un momento più propizio.

Questo “senso di responsabilità” mi ha consentito di rimanere a galla fino adesso, ma di certo non mi ha reso felice.
Troppi alti e bassi dettati da periodi di carenza hanno caratterizzato gli anni della mia adolescenza fino ad oggi. Troppe cose e troppi buoni propositi messi da parte per mancanza di soldi, soldi soldi... questi stramaledettissimi soldi!.

Ed eccoci all’entrata dell’euro. La gente sembra preoccuparsi solamente del cambio dal punto di vista aritmetico.
In realtà non mi ero posto il problema, ma non appena entrati in questa fantomatica moneta europea non ci misi molto a rendermi conto che qualcosa era distorto all’ ennesima potenza.
Quello che costava 10.000 Lire è diventato 10 €, ovvero il doppio, ma il peggio era che anche il valore degli immobili era raddoppiato in maniera analoga, e già erano quasi inaccessibili con le lire.

Chiaramente tutti si incazzano e fanno casino perché è fin troppo evidente la frode, ma quello che ancora oggi non capisco è come siano riusciti ad abbindolare la massa con la concessione dei mutui per la prima casa.

Sentivo gente fare discorsi del tipo: “ma che ce vai a fa in affitto? Con quello che costa te conviene comprarla. La rata del mutuo è più bassa di quella dell’affitto e cmq la csa è TUA."

Questo discorso mi ha sempre fatto rabbrividire. Tra me e me, riflettendo mi son detto: “certo il ragionamento fila, ma se io non pago l’affitto per un mese al limite posso chiedere al padrone di chiudere un occhio e di recuperare il mese prossimo, male che va mi da lo sfratto, ma avendo il deposito cauzionale di due mensilità, ho tempo di trovrarmi casa a un prezzo più basso; magari più lontano dal centro. Se invece non pago la rata del mutuo cosa succede? Sarà ma vedo sempre più numerosi gli annunci degli immobili in vendita all'asta giudiziaria.

Direi che si è ben visto quello che è successo. Se non puoi pagare la casa te la portano via, quindi, quand’è che è mai stata casa TUA? E quand'è che ti hanno mai messo in condizione di estinguere il debito, con piani d'ammortamento impossibili come quelli proposti dalle banche in quel periodo?
Le banche praticamente ti regalavano i soldi.
Non hai reddito sufficiente? Ci pensiamo noi!
Risulti cattivo pagatore? Ma de che te stai a preouccupà ci pensiamo noi!

Un vero delirio. Non mi sarà mai piaciuta la scuola di Ragioneria, ma almeno un minimo di base per capire questo me l'ha lasciata.

Quanta gente ho visto rovinata, distrutta, annientata dal debito. Alla fine con il mio modo di agire, che consiste nel non fare il passo più lungo della gamba, ergo, non fare debiti, non posso dire di essere felice perché costretto comunque a privarmi di tante cose, ma non sto ridotto alla disperazione, e comunque riesco ancora a non farmene una malattia.

Mentre prima tutti avevano da spendere consigli e si sentivano tutti geni della finanza adesso me li ritrovo che vengono a chiedermi: “Ma tu come fai a stare BENE?”.

Sto meglio di voi in quanto non ho debiti, ma non sto affatto BENE!!.
Anzi sono incazzato nero. Sono incazzato con l’obsolescenza pianificata legata ad un aberrante consumo ciclico derivante dal bisogno distorto di aumentare i profitti delle aziende, detesto la concezione di lavoro frustrante e alienante che serve solo per poter pagare i debiti. Disprezzo i datori di lavoro che ti opprimono e ti fanno mobbing forti del fatto che ti danno uno stipendio. Disprezzo le banche e le loro ignobili promesse del nulla; sono incazzato a morte con l’intero sistema monetario, ma tornando alla domanda iniziale: perché sostengo il Movimento Zeitgeist?

Perché sono stanco di tutta questa merda. Sono stanco di non potermi esprimere, stanco di arrancare e di abbozzare, ma soprattutto stanco di essere continuamente incazzato.

Non voglio più sentirmi così, e adesso finalmente, grazie alla collaborazione con questi ragazzi formidabili dall’inaudita apertura mentale e spirituale potrò non solo riprendermi la mia vita, ma potrò dedicarla anche agli altri in armonia con il mondo intero, semplicemente facendo ciò che più mi piace, che mi rende veramente felice, che mi rende libero.

Chi non vorrebbe una vita così?

Perché sostengo il movimento zeitgeist!
…. Ma che razza di domanda è

Svegliatevi!!!… fate ancora in tempo.

Peter Ray

saggiet
Ritratto di saggiet
Offline
Unito: 3 Nov 2010
Messaggi: 69
e sì...bella domanda!!

Me lo chiedo pure Io...
considerato che ho dedicato anni a conversare con persone sulle tematiche della vita.del "sistema" che abbiamo creato,dell'Ambiente e dei nostri comportamenti individuali e sociali.
A più riprese ho affrontato ciò,più si manifestavano situazioni ed eventi inducenti a riflessioni sui temi,e sappiamo bene che fino all'attuale si è ingigantito il tutto creando solo problemi per la popolazione tutta.
Fino a ritrovare in Me,scoperto l'esistenza di "Zeitgeist Movement",l'ennesimo rinvigorirsi del disappunto al sistema.
Nel tempo,devo dire che effettivamente,purtroppo,son più gli amici persi che ritrovati,perchè per le persone ,generalmente, ritengono frustrante e deprimente l'affrontare questi problemi,anche se ,come sappiamo, ci sono momenti in cui ci si lamenta per lo stato delle cose,ma deve restare "un momento",perchè "tanto funziona così" e nulla si può fare!!
Anche oggi!! ove più che mai,l'evidenza incelabile del declino,sociale e ambientale,preme sulla incolumità di tutti Noi,le persone preferiscono vivere il tutto "possibile" e subito.Dove la degenerazione ha raggiunto livelli osceni,e comunque vada vige il "si salvi chi può" e la fottuta speranza di "tanto me la cavo".Le persone preferiscono stare lontano da chi ricorda la negatività sociale,senza capacità di ascolto a prescindere,nemmeno per la prospettiva che propone il Venus Project....
Questi tempi,sembra non maturino mai per sensibilizzare le coscienze.
Io sono quì...perchè Amo la mia Terra/Casa,Amo l'essere umano e ne stimo la sua grandiosità,soffro immensamente per le sofferenze dei miei simili,siano essi quì o là !!!....soffro immensamente per l'indifferenza! dei miei simili nei confronti dei loro simili,ed è terribile comprendere e contemplare la cecità dei ben vedenti.
Se rifletto,so bene che il Nostro cammino e Arduo...
e devo ragionare per categorie ahimè...pensionati ? troppo adulti,stanchi e probabilmente avvezzi all'ubbidienza.Adulti benestanti ? troppo presi a sostenere il propio ruolo sociale/lavorativo sempre in corsa alla cariera da migliorare. Figure sinistre,che vivono a sopruso e abuso dei propi simili,mafiosi,arrampicatori sociali,bulli di ogni età,politici e faccendieri,poveri cristi a proselito del potere e dei potenti,proni con l'intento di dare sistemazione ai propi discendenti,persone intente a sopravivvere col propio "ego" ,appagati da piccole cose e situazioni,tipo sesso droga e sport,giovanissimi che non per colpa , crescono indottrinati al nulla e alle inclinazioni di retaggio familiare/ambientale....
Chi rimane ?....Noi !! e siamo comunque tanti nel Mondo, separati da punti di vista differenti,da criticità e soluzioni differnti.
Nutro sempre la speranza di unione di questi "Noi" nel Mondo e sulla capacità dei più giovani , colti e consapevoli , di riuscire a far breccia sulle coscienze degli ostici....
Sono quì,Io,piccolo uomo,per dare stimolo a questi ultimi,per dare vitalità al virus benefico per la salvezza del Mondo,degli individui,per mia figlia e tutte le generazioni a venire.
Non vi nascondo quanta amarezza ho nel mio cuore,adesso,nel mio ennesimo slancio scoprire,nonostante l'attuale,l'indifferenza al tutto che sovrasta le nostre meravigliose menti e le grandiosi possibilità.
Ma sono quì !!! a sostenere e sostenervi !!!....sono quì...

Stefano Pedini

Poeta
Ritratto di Poeta
Offline
Unito: 21 Dic 2010
Messaggi: 22
Perchè sostengo il movimento?

Perchè sostengo il movimento? Come dici tu Peter, perchè non dovrei? Finalmente trovo un gruppo che sostiene il mio pensiero di rivoluzionare questo schifo di società e le ingiustizie che ne conseguono. La mia storia è simile a quella di Peter anche se un pò più distruttiva per certi versi ma non vi tedierò con questo racconto. Io sostengo questo movimento perchè è la prima volta che vedo un mio sogno condiviso da cosi tante persone, perchè io penso che se ci impegniamo riusciremo ad attuarlo. Voglio svegliarmi un giorno, spero non troppo lontano, e poter essere in pace con me e con ciò che mi circonda e non essere perennemente incazzato come una bestia per la stupidà della gente, perchè la gente muore, perchè ci sono maltrattamenti sugli animali e tutto lo schifo che c'è ora, spero vivamente che accada e darò tutto me stesso per far si che si attui.

paolo87
Ritratto di paolo87
Offline
Unito: 15 Nov 2010
Messaggi: 331
perchè sostengo il movimento Zeitgeist

Innanzitutto ringrazio Peter per aver condiviso particolari preziosi della propria vita.
La domanda è molto interessante, ma vorrei cominciare col dire che nel mio intimo non mi piace pensare a movimenti, gruppi, o comunità, semplicemente perchè considero queste definizioni finte e frutto di una realtà creata da noi, una realtà che si discosta troppo dal più grande e completo esempio di realtà che ogni essere ha, la natura.
Io ricordo la mia infanzia, ricordo le elementari, ricordo come la mia mente rimaneva alibita nello studiare la storia, guerre di qua, guerre di la, mi chiedevo, ma è possibile che tutta la storia dell'uomo sia fatta da guerre?
non pensate ci sia qualcosa di strano? di sbagliato? eppure alle mie domande non arrivavano risposte, o al massimo, mi veniva detto "quando sarai grande capirai".
Da piccolo intorno ai 6 anni mi ammalai, sindrome di Guillan Barrè, un infezione del sistema nervoso paracentrale, in poche parole qualcosa mangiava la guaina che rivestiva i nervi del mio corpo, e piano piano, rimasi a letto paralizzato, potevo usare le braccia ma non camminavo, i medici non sapevano (e nn si sa tutt'ora) la causa di questa malattia, e al tempo nn si sapeva neanche la cura, sofrii fisicamente per degli esami che mi fecero, prelievo del midollo etc. ma il mio morale non era giù per quel che ricordo, ricordo la preoccupazione dei miei, e ricordo i doni di chi ci stava vicino( a noi bambini del reparto) La cosa particolare fù come riiniziai a camminare,
stavo a letto paralizzato e costretto dovevo urinare nel pappagallo, al che un bambino in un letto vicino al mio disse alla madre: anch'io anch'io, anch'io voglio fare la pipi li dentro! allora decisi di alzarmi, volevo dimostrare a quel bambino quanto fosse bello poter camminare fino al bagno per fare pipi, e lo feci, mi alzai sotto gli occho increduli di mia madre e piano piano andai in bagno, da quel giorno fu in discesa il recupero, due anni di fisioterapia e tornai in forma come nn mai, tanto è che lo sport divenne una delle mie più grandi passioni.
Alle medie venni catapultato in mondo che non capivo, vestiti, marche, soldi, sesso...???? Io ero un bambino e non capivo tutto quel mare di cose in cui venni immerso, eppure la solitudine, l'essre deriso, piano piano ebbero la meglio sulla mia natura, ed eccomi la uscito dalle medie, vestito di tutto punto, e con in testa una o due parole, sesso, e soldi.
Che schifo è! eppure erano quelli i valori predominanti, metteteci pure che i miei si separarono mentre stavo alle medie, ( tornando insieme dopo 2 anni) e capirete come mi ritrovai ad essere qualcosa che non sono.
Per fortuna le medie finirono, e dentro di me si facevano sempre più forti idee e sentimenti anticonvenzionali, inutile dirvi che le discussioni si sprecavano, e mi veniva rimproverato il fatto che io parlavo sempre di massimi sistemi, la società, l'umanità etc. eppure erano proprio quelli gli argomenti di cui volevo parlare, eppure non trovavo interlocutori disposti a dare spago, alle mie teorie da strampalato.
Una cosa mi ha sempre aiutato nella mia vita, sin da piccolo, grazie a mio padre feci viaggi, diciamo a stretto contatto con la natura, andammo in Islansa, Scandinavia etc. e la sensazione che provavo davanti a paesaggi incontaminati, erano di appartenenza alla terra, di pace e silenzio, di solitudine e amore, erano quelle emozioni a guidarmi, era quella la mia verità.
La mia interiorità nel corso della mia vita la paragonerei al mare, in continuo mutamento, con forti maree e correnti pronte a destabilizzarmi, come se non riuscissi mai a sentirmi appagato. Era chiaro che il sistema in cui vivevamo era malato, deviato, e nonostante grandi esempi del passato, di uomini che illuminarono il cammino dell'uomo, noi continuavamo a sbagliare e sbagliare in un circolo senza fine.
Da poco più di un anno sono padre, tutto molto velocemente, le idee chiare nella testa, dare a mia figlia una realta migliore, verde, una casa in campagna, una vita sana, autosufficente, ma come fare? come? come?
I SOLDI servono gli stramaledettissimi bastardi senza senso pezzi di carta che chiamiamo soldi per vivere, e come fare i soldi??
a boh, penso non si possa, e poi perchè? chi li vuole i soldi?
Io vorrei una casa, un paio di pannelli fotovoltaici, una paletta eolica, un orto, un paio di galline, magari una macchina elettrica, e un po di tempo per viaggiare e divertirmi, beh nel nostro sistema ciò è molto difficile da realizzare, essere autosufficenti.
E veniamo alla domanda, perchè sostengo il movimento Zeitgeist, la risposta penso di averla già data, l'unico problema è capire quando tutto ciò potrà divenire realtà.
Voglio natura, gioia, pace, sorrisi, serenità, tranquillità, intimità
Noi vogliamo a RESORCE BASED SOCIETY, e allora urliamolo, uniamoci, e urliamolo, tutti insieme, perchè siamo fratelli, e siamo stupendi!!!
Scusate se mi sono dilungato, ma avrei potuto scrivere altre 20 pagine, cmq spero sia passato il concetto, forza amici, fratelli, esseri umani, riprendiamoci la nostra natura!!!

"Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtutae e conoscienza"

adempius
Ritratto di adempius
Offline
Unito: 12 Set 2010
Messaggi: 23
Sarò breve, sostengo il

Sarò breve, sostengo il movimento perchè ho sostenuto sempre il valore 0 al denaro, perchè per colpa del denaro ci sono depressioni, suicidi, mafia, guerre... e poi perchè il movimento parla d un nuovo mondo basato sulle risorse...noi siamo nati in questo mondo per essere liberi di fare ciò che vogliamo ma non possiamo perchè in qualche modo dobbiamo trovare un qualsiasi lavoro per sostenerci e diventare dipendenti=schiavi della società che è basata sul denaro, e tutte le persone sono infettate da questo denaro, si è + che giusto che lo siano, ma se tutto questo si pò evitare..be allora io sostengo il movimento....

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
Peter thread da paura! Mi hai anticipato :)

Paolo87 mi hai fatto commuovere!

Inutile star qui a scrivere altro, a parte la tua lotta vinta contro il male, e che mi fa gioire per te, mi sono riconosciuto in pieno in quello che hai scritto e il perché sostengo il movimento... è alla luce del sole! Sottoscrivo l'energia positiva e lo spirito che è in te, e in me, e in tutti Noi, c'è! E' dentro di Noi! Facciamogli vedere la luce e riprendiamoci la nostra natura.

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

faith81
Ritratto di faith81
Offline
Unito: 7 Set 2010
Messaggi: 29
I miei perchè (Federica)

Mi complimento con voi tutti per i pensieri profondi che avete dimostrato di possedere nel profondo dei vostri cuori! Mi avete emozionata, vi ringrazio di cuore!!! Concordo con tutto quello che avete scritto e vi ammiro per la forza e la motivazione che vi hanno spinto a seguire ZM

Io ho deciso di sostenere ZM perchè mi vergogno per tutte quelle persone indegne e spregevoli che, con avidità ed egoismo, stanno distruggendo intere vite nel nome del POTERE e del DENARO

Ho deciso di seguire questo cammino perchè credo fermamente nella giustizia, nella fratellanza, nel rispetto e nell'amore verso qualsiasi forma vivente e non.

Ho deciso di svegliarmi da un lungo sogno perchè ho sentito e toccato troppe lacrime che mi hanno trafitto il cuore

Ho scelto ZM perchè vorrei lasciare ai miei figli e alle future generazioni l'unica vera e grande eredità: MADRE TERRA

Con affetto,
Federica

TigrediJava
Ritratto di TigrediJava
Offline
Unito: 30 Gen 2011
Messaggi: 15
sostengo il movimento zeitgeist...

perche' ho sempre creduto sin dall'eta' di sei anni che queste cose esistessero solo nella mia mente , ho sempre creduto che i problemi irrisolvibili di questo sistema malato siano tali solo perche' ce lo fanno credere , come e' possibile che esista la fame nel mondo ? questo mi chiedevo a sei anni cari fratelli . sostengo il movimento perche' e' cio' che sono io stesso , e' cio' che credevo di aver inventato ed e' cio' che mi rende vostro fratello ma soprattutto e' cio' che mi fa capire che c'e' ancora speranza per il futuro di mio figlio e dei vostri , e' cio' per cui darei la vita oggi !!!
TigrediJava

TigrediJava

paolo87
Ritratto di paolo87
Offline
Unito: 15 Nov 2010
Messaggi: 331
grazie per le considerazioni

TigrediJava ha scritto:
perche' ho sempre creduto sin dall'eta' di sei anni che queste cose esistessero solo nella mia mente , ho sempre creduto che i problemi irrisolvibili di questo sistema malato siano tali solo perche' ce lo fanno credere , come e' possibile che esista la fame nel mondo ? questo mi chiedevo a sei anni cari fratelli . sostengo il movimento perche' e' cio' che sono io stesso , e' cio' che credevo di aver inventato ed e' cio' che mi rende vostro fratello ma soprattutto e' cio' che mi fa capire che c'e' ancora speranza per il futuro di mio figlio e dei vostri , e' cio' per cui darei la vita oggi !!!
TigrediJava

Penso che non sia l'appartenenza a questo movimento a renderci fratelli, ma piuttosto l'appartenere ad una specie vivente su un'incredibile pianeta.

Io non penso che queste cose esistino solo nella tua mente, piuttosto credo siano le reazioni ad azioni deliberatamente attuate dall'uomo.

La fame nel mondo in un mondo di abbondanza esiste perchè crea profitto nelle mani di pochi

Penso che più di essere pronti a dare la vita oggi, sia utile, eseere pronti ad essere coscienziosi

"Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtutae e conoscienza"

TigrediJava
Ritratto di TigrediJava
Offline
Unito: 30 Gen 2011
Messaggi: 15
in effetti....

Ovviamente quello di dare la vita e' un esempio estremo su cosa sarei disposto a dare per portare avanti questi valori che sono in me da sempre ed il sentirmi fratello di tutte le creature della madre natura l'ho sempre pensato ma ora se permetti mi sento corrisposto trovando addirittura un movimento intero che la pensa come me , distinti saluti e grazie della risposta .

TigrediJava

Walter theWise
Ritratto di Walter theWise
Offline
Unito: 26 Set 2010
Messaggi: 21
Grazie

Grazie,Peter-ray, per l'idea; Grazie a tutti per la condivisione :) .

La curiosità, in una società piena di segreti, porta ovviamente a mettere in discussione i valori della "massa".

Siccome la 'massa' non ti capisce e tu soffriresti nell'amalgamarti, tendi ad isolarti .. mossa [a dir di molti] triste; MA.. necessaria.

Che tu sia un Programmatore/Hacker a caccia di sapere, che tu sia un genio incompreso, che tu sia un "ribelle" semplicemente stufo, che tu sia uno dei pochi a vedere il "quadro generale" da una prospettiva diversa...

..allora..

saprai bene cosa si prova a sentirsi un "povero pazzo eremita" che vede cose che [a detta delle istituzioni] NON DOVREBBE POTER VEDERE.

Una volta capito ed appurato che non sono io il "bug di sistema", ma è il sistema stesso marcio e fallimentare.. ho pensato che non ci fosse speranza e..
mi stavo già organizzando per andarmene a vivere isolato a contatto con la natura lontano da "questa merda". cit. X'D

----------------.: MA... :.----------------
ECCO che conosco per caso ZEITGEIST!!! Il primo progetto che affronta l'argomento sia scientificamente che eticamente!!! Ecco una via valida da percorrere!!! :)
Ritornano in primo piano valori come collaborazione ed amore.. e si stringe il rapporto e l'empatia dell'INTERA RAZZA UMANA con il pianeta terra.
----------------------------------

P.S. : Una cosa che mi ha fatto riflettere, è che nel ZM ho trovato molti argomenti in comune di cui parlare piacevolmente con amici nonostante i nostri studi personali partissero da strade differenti [sicurezza informatica, energie alternative, nascita dei popoli, astronomia, esoterismo, libertà d'informazione.. ecc]

Buona Serata; theWise ^ ^

Massimiliano Ma...
Ritratto di Massimiliano Masciulli
Offline
AmministratoreModeratore
Unito: 3 Lug 2009
Messaggi: 771
sostengo zeitgeist perché sono un DISADATTATO!

fin dall'adolescenza mi ponevo domande, e mi davo risposte come quelle esposte da alcuni di voi.
ero ancora ragazzino e mi ponevo una moltitudine di domande senza risposte, o con risposte che intimamente sentivo pretestuose.
ad esempio le rendite finanziarie mi son sempre state antipatiche, e dall'abisso della mia ignoranza in materia comunque mi rispondevo "quei soldi, quegli interessi non possono generarsi dal nulla," lo scambiarsi danaro/titoli non poteva giustificare il materializzarsi d'un valore che prima non c'era, così articolavo "se un valore viene generato apparentemente dal nulla, vuol dire che questo valore viene sottratto in modo inconsapevole e casuale dalla massa di VERO valore generato dal lavoro" così mi convinsi che era tutta una truffa.
nel corso degli anni successivi il mio pensiero si articolò toccando svariate posizioni politiche, fui radicale comunista anarchico ateista, ma nulla appagava la mia radicale sete di cambiamento.
vissi come molti le miserie della vita, e mi sentivo sempre più disadattato!
miserie della schiavitù del danaro e del lavoro salariato, che mi spinsero a fare esperienze nel sindacato.
miserie dell'accettazione psicologica, in un mondo (reale ed interiore) che rigettava la mia sessualità, e fu cosi che ebbi esperienze nell'associazionismo GLBT.
tra un esperienza e l'altra ho avuto periodi turbolenti in cui "staccavo la spina" e mi anestetizzavo con piaceri effimeri, discoteca motoraduni concerti ecc. il tutto condito da fiumi di alcol e da ogni tipo di droga al tempo disponibile.
ma ne l'impegno politico ne le droghe m'hanno mai dato vera soddisfazione.
15 anni fa' tutta questa inquietudine finì in un senso di consapevolezza, sono un frocio comunista anarchico disadattato e ne vado fiero!!!
la certezza di non esser io ad essere sbagliato ma tutto il resto, si come un don qishotte contro i mulini a vento, ma la mia RAZIONALITÀ mi mostrava L'EVIDENZA di tutto questo, è il mondo che è profondamente illogico ed assurdo!!!
gli abusi anestetizzanti son finiti, ed è nato in me un nuovo equilibrio, continuando a coltivare gli interessi politici sotto una visione più distaccata.
lo ZEITGEIST MOVEMENT e solo OVVIO E SCONTATO in un percorso del genere, ed è l'unico sbocco soddisfacente che placa la mia sete di DISADATTATO FIERO DI ESSERLO!!!

----------------------------
MASMARUPOR
moderatore forum - gestione utenti/gruppi

peter-ray (non verificato)
Ritratto di Anonimo
Bravi

Masma sei grande!

Anche io, nonostante sia etero, mi son sentito sempre un disadattato.
"Un pesce fuor d'acqua", e penso di comprendere molto bene quello che hai scritto.

Ringrazio anche Paolo87 per aver condiviso la sua "toccante" storia in questo spazio.

Queste sono le "vere" testimonianze necessarie a sostenimento del cambiamento e per cui vale la pena essere qui.

Grazie a tutti ragazzi, e continuate così. Apritevi senza timore :)

Massimiliano Ma...
Ritratto di Massimiliano Masciulli
Offline
AmministratoreModeratore
Unito: 3 Lug 2009
Messaggi: 771
re: peter

peter ha scritto:
Anche io, nonostante sia etero, mi son sentito sempre un disadattato.
"Un pesce fuor d'acqua", e penso di comprendere molto bene quello che hai scritto.

sono convinto, tu lo comprenda, ma la questione omosessuale/eterosesuale e molto meno rilevante di quello che lasci intendere, ed anzi da profano ti stupiresti di quanto conformismo sia presente nel mondo glbt.
in realtà sono disadattato anche verso quel ambiente, è poiché vengo dalla luna anche sotto quel versante, il pesce è fuor d'acqua anche li :-P
sto più a mio agio in un centro sociale covo di comunisti impenitenti, che in un bar gay.
le questioni veramente rilevanti sono altre, e nel tempo mi sono convinto che questo sia un non-problema, che coinvolge solo questioni marginali e talmente auto-evidenti rispetto ai mastodontici problemi sociali che pesano su di noi.(leggi portanza ecologica)
come consuetudine in queste questioni i problemi stanno nel livello psicologico degli individui, isole nel mare.
utile sarà la terapia sociale, a prescindere dal "problema" stesso che io penso sarà sciolto anche se non affrontato nello specifico.

----------------------------
MASMARUPOR
moderatore forum - gestione utenti/gruppi

Federico Pistono
Ritratto di Federico Pistono
Offline
Fondatore del capitolo nazionale
AmministratoreStaff Zeitgeist Italia
Unito: 18 Mar 2009
Messaggi: 1420
Bellissimo thread. Ho fatto

Bellissimo thread.

Ho fatto un bump, deve stare al top del forum! :D

Se ripenso allo stato del forum un anno fa, poco dopo che l'avevo creato... che passi da gigante abbiamo fatto!

Così voglio raga! Mi date la conferma che tutto lo sforzo che sto mettendo non è buttato al vento, anzi. ;)

Moving Forward, sempre.

Federico Pistono - Fondatore del Movimento Zeitgeist Italia
:: http://facebook.com/federicopistono.page
:: http://twitter.com/federicopistono
:: http://it.federicopistono.org

DionisOdam
Ritratto di DionisOdam
Offline
Unito: 10 Dic 2010
Messaggi: 14
Io credo che se ci si ritrova

Io credo che se ci si ritrova qui , come punto di partenza, e' perche' tutti noi percepiamo che c'e' qualcosa di sbagliato nella societa' in cui viviamo e avvertiamo istintivamente il bisogno di Dover/Poter fare qualcosa per far si che le cose comincino a cambiare.
Questo e' il mio punto di vista, ma credo che in molti non troverebbero sbagliato cio' che ho scritto :)

DionisOdam

zero
Ritratto di zero
Offline
Unito: 18 Feb 2011
Messaggi: 13
Io sono appena arrivato e

Io sono appena arrivato e spero di poter sostenere questo sito in tutti i modi. Lo spero... non perchè la condizione dipenda da me ma da ciò che troverò qui. D'acchito mi risulta tutto positivo, il problema è la disillusione (che credo non abbia raggiutno solo me). Sono abbastanza stanco di trovare porte "mentali" chiuse; di gente che pensa che le cose non possono cambiare o che comunque non dipende da loro. Sono stufo e non capisco come, davanti a certi dati di fatto si abbia una reazione in stile "fuoco di paglia", quando va bene... ma il giorno dopo tutto torna come prima, anche quando si è stati messi davanti a certe -quanto meno potenziali- verità.
Sembra che, in linea di massima, la gente si lamenti ma poi accetti di buon grado quanto succede. Esistono diverse "giustificazioni", in un certo senso, analisi che spiegano come mai la mente umana reagisca in questo modo ma comunque non è accettabile.
Quindi, sosterrò questo movimento con l'obiettivo di vedere dei cambiamenti (o quantomeno un inizio del cambiamento) con i miei occhi - il che vuol dire entro i prossimi sessant'anni. Senza utopia.

"È giunta l'ultima era dell'oracolo di Cuma,
nasce di nuovo il grande ordine dei secoli.
Già ritorna la Vergine, ritornano i regni di Saturno,
già una nuova stirpe scende dall'alto del cielo"

zegalvis (non verificato)
Ritratto di Anonimo
Perché lo aspettavo da più di un decennio.

Per questo sostengo il movimento Zeitgeist.
Da quanto ricordo, già dai 6 anni avevo una curiosità insaziabile per il funzionamento di ogni cosa che mi trovavo attorno e col passare degli anni questa curiosità non si è mai fermata.
Ho ricordi vividi del mio libro di scienze di 4 elementare.
Alle medie mentre i compagni sapevano a memoria la formazione della squadra del cuore, io sapevo a memoria tutti i simboli e gli elementi della tavola periodica, davo una importanza alla tavola periodica che faccio fatica ancora oggi a descrivere.
Ho ricordi vividi del libro di chimica in 5 superiore, divorato con passione durante una malattia (un femore rotto) di un mese e mezzo costretto a letto.
L'indigenza economica derivata da una condizione familiare non proprio di salute mi hanno fatto crescere con un convinto e profondo disprezzo per questa organizzazione sociale che stabilisce divisioni classiste in base al denaro.
Ho avuto sotto gli occhi mentre crescevo un familiare che lentamente mi lasciava, un altro perdere parte di una mano tutto per motivazioni puramente futili e non riuscivo, in vero non riuscirò mai ad accettare che avvengano questi "incidenti".
Il mio amore incondizionato per il "capire" ed il rapporto in me che questo ha fatto nascere con ogni novità scientifica che mi si presentava davanti, che mi desse dimostrazione che qualcosa si muovesse, che "si stiamo andando avanti" mi ha fatto capire che tutte le catene che tengono imbrigliato il progresso verso una società svincolata dai peggiori comportamenti umani, sono riunite e generate tutte dal profitto.
Mi attrasse la politica, non quella parlamentare, quella degli ideali, ci avrei messo poco ad arrivare alla conclusione che non sta nella gente della stanza dei bottoni ma nel tipo di stanza dei bottoni che nascono o si risolvono i problemi.
Nell'arco degli ultimi 11 anni, mi sono sempre più avvicinato alla convinzione che ho visto letteralmente tramutata in un film ed in un movimento scoprendo il movimento Zeitgeist e Zeitgeist Moving Forrward.
Per questo non posso fare altrimenti che sostenere questo movimento.
E mi sono quasi commosso nel vedere il film...
Contribuire e collaborare in modo che tutti possano avere la possibilità di vivere e non sopravvivere è la scelta più logica, sensata ed umana che si possa fare nella propria vita.

Melissa Biancon
Ritratto di Melissa Biancon
Offline
Unito: 7 Dic 2010
Messaggi: 12
Perché sostengo il Movimento

Perché sostengo il Movimento Zeitgeist?
Sono sempre stata una persona piena di vitalità, per quanto introversa e solitaria, ma creativa e piena di piccoli progetti. Il tempo, la crescità, la vita odierna mi hanno giorno dopo giorno succhiato via tutte le forze e le idee. Lentamente ha preso spazio solo un senso di profonda frustrazione e incomprensione per ciò che accadeva dentro di me, tanto come ciò che accadeva al di fuori di me, e intorno a me. Non l'ho mai potuto accettare.
Così come non ho mai potuto accettare l'evoluzione moderna, insensata e frenetica, che sempre più si sta trasformando in una involuzione distruttiva. Autodistruttiva. Credo sinceramente che tutti si meritino di più di questo degrado, che oramai ha invaso tutti gli aspetti della nostra vita. Lo meritiamo noi, come lo merità la natura da cui proveniamo, la natura che ci ha dato la vita.
Sostengo perchè non accetto, perchè desidero di più per me stessa, per gli altri .. e per il mondo.

zero
Ritratto di zero
Offline
Unito: 18 Feb 2011
Messaggi: 13
@ zegalvis

zegalvis ha scritto:
Per questo sostengo il movimento Zeitgeist......
...... che si possa fare nella propria vita.

Ecco un'altra dimostrazione del fatto che da situazioni, più o meno, difficili, se ne possa uscire in diversi modi: disperati ... delinquenti ... o persone migliori...
Ti faccio i miei complimenti, per quel che possano valere, per aver preso la terza strada.

"È giunta l'ultima era dell'oracolo di Cuma,
nasce di nuovo il grande ordine dei secoli.
Già ritorna la Vergine, ritornano i regni di Saturno,
già una nuova stirpe scende dall'alto del cielo"

Daniel Iversen
Ritratto di Daniel Iversen
Offline
Unito: 26 Feb 2011
Messaggi: 286
semplice e diretto. Perche

semplice e diretto.

Perche bisogna fare qualcosa, AL PIU PRESTO.

facebook.com/zeitgeistTrentino

42
Ritratto di 42
Offline
Unito: 16 Feb 2011
Messaggi: 47
Ho riflettuto a lungo su vare

Ho riflettuto a lungo su vare possibili soluzioni per ovviare ai problemi posti in Zeitgeist moving forward, ma mi è parso di trovare una soluzione solo guardando Zeitgeist Addendum, poi, però, mi sono sorti dubbi, quindi sono qui sul forum a chiedere

I put out the word "the" in "psychotherapist"

vuoto79
Ritratto di vuoto79
Offline
Unito: 10 Set 2010
Messaggi: 110
perchè non sostengo zeitgeist

Non so cosa dire... sto scrivendo e riscrivendo un sacco di cose, certi pensieri che non so tradurre a parole. Ed anche se provassi a cercare qualche argomento simile a questo, in altre sezioni del forum... è peggio di un labirinto, e poi gli argomenti non sono sviluppati a gradi... c'è un guazzabuglio che non si capisce niente.
Mi dispiace, speravo di poter condividere certe idee, ma non riesco a comunicare con questo forum, penso che non aprirò più questo sito, perchè mi crea soltanto ansia!

zegalvis (non verificato)
Ritratto di Anonimo
La sensazione di sentirsi spaesati

La sensazione di sentirsi spaesati capita facilmente quando ci ritrova in un posto nuovo.
Tuttavia, perché prima di uscire non provi a dare un'occhiata alla guida del sito?
puoi trovare tutte le informazioni che ti servono per orientarti nel sito.
Se oltrepassi questa sensazione di spaesatezza che provi ora, e ti armi di una buona dose di pazienza non te ne pentirai.
Buona lettura!

Massimiliano Ma...
Ritratto di Massimiliano Masciulli
Offline
AmministratoreModeratore
Unito: 3 Lug 2009
Messaggi: 771
@vuoto79

come ti è già stato suggerito consiglio la visione della

GUIDA ALL'USO DEL SITO
per cominciare a conoscere il funzionamento del sito

un po di link per cominciare a familiarizzare col sito....

Presentati alla community Zeitgeist Italia
per fare le presentazioni (nazionale)

GUIDA TEAMSPEAK
guida per connettersi a teamspeak (programma audio chat/conferenza del movimento)

http://www.zeitgeistitalia.org/faq
domande frequenti

http://www.zeitgeistitalia.org/wiki/welcome
pagina benvenuto (qui trovi Moltissimi link alla pagine "di servizio" e fondamentali del sito)

http://www.zeitgeistitalia.org/inizia
cos'è il movimento.
buona navigazione!

ciauu

----------------------------
MASMARUPOR
moderatore forum - gestione utenti/gruppi

marco putzolu
Ritratto di marco putzolu
Offline
Unito: 28 Mar 2011
Messaggi: 71
perchè

Perchè quando in qualche modo,la coscenza,il disagio di vivere in una società palesemente malata ti spingono a chiuderti,ad isolarti,a covare dentro di te una crisi profonda,e ti accorgi che i tuoi pensieri sono condivisi a pieno anche da altri...non altri che dicono,"ma le cose sono andate sempre così",allora sei pronto a ricominciare. Dare importanza al dialogo,allo scambio di idee, alla possibilità che possa terminare la logica delle omologazioni,delle stratificazioni sociali,alle divisioni preconcette.Per un'apertura totale nell'accettare un'avvicendamento da un ormai preistorico concetto di società,ad un nuovo progetto condiviso di una nuova struttura fatta di uomini tecnologici,spinti verso il progresso e verso l'evoluzione.Cambiare si può e si deve,per coloro che resteranno, come i nostri figli e per i futuri uomini che abiteranno il nostro pianeta.Il movimento non deve essere considerato come un evento estemporaneo per far sentire la voce del no,o la creazione di un'edentità politica(non sia mai),o di una qualsiasi ideologia .Deve essere l'inizio della messa in pratica non di un progetto, ma del Progetto.Molti storici hanno trattato a lungo, quale fosse il miglior modo per organizzare una corretta società,armonizzare l'uomo con l'uomo.Ogni stato ha dato una sua interpretazione,discutendo,creando divisioni,promovendo nuove soluzioni,non sapendo che la soluzione si trova dietro l'angolo.Questi esimi ricercatori non si sono accorti che per risolvere il loro dilemma hanno usato metodologie che ormai appartengono a più di duemila anni fà.Le società mondiali sono inserite in un sistema monetario dove si sono create due condizioni per l'uomo:
1)chi possiede denaro,e passerà il resto della sua vita ad incrementare il suo patrimonio usando tutte quelle strategie per averne sempre di più.
2) chi non nè possiede, e passerà tutta la sua vita ad averne quel minimo per non morire di fame.Guardando questi scenari dall'esterno,ci si accorge che il denaro a reso l'uomo informe nel suo aspetto interiore,vittima di un sistema che lui stesso ha creato.

marco

Andrea Pagnini
Ritratto di Andrea Pagnini
Offline
Unito: 18 Apr 2011
Messaggi: 2
Perchè

Salve a tutti, sono un nuovo iscritto e questo è il mio primo commento, probabilmente dovrei scrivere un messaggio di presentazione ma non so di preciso sotto quale topic lo devo mettere, quindi scriverò due righe qui.

Mi sono unito a questo movimento perché:

- ho sempre combattuto per una causa più grande
- forse posso dare un piccolo contributo
- ho capito che la vera rivoluzione non si fa con i fucili, ma dentro di noi
- ho sempre remato contro questo sistema
- la mia labradorina deve vivere in un mondo migliore :)

Sono come voi stufo di sopravvivere in un mondo in cui i valori sono la carriera, i soldi, l'arrivismo in generale, la gente ha perso il senno del tutto e dobbiamo rimettere in carreggiata questi illusi.
Non si tramandano più certe cose, perché la generazione dei nostri padri e madri hanno vissuto in una situazione più agiata rispetto ai nostri nonni, e ci siamo mangiati tutto quel poco che si era ottenuto 40 anni fa.
IL MIO MOTTO E' SEMPRE STATO : SACCHEGGIA LE BANCHE, DISTRUGGI IL GOVERNO, RADDRIZZA LE SCUOLE
Adesso capisco che l'unico modo per vivere un domani migliore è impegnarsi costantemente con le persone che stanno attorno a noi, portare la gente a chiedersi il vero perché, la gente deve sapere la verità, ma deve aver voglia di conoscerla allo stesso tempo.

"Tu non sei il tuo lavoro, non sei la quantità di soldi che hai in banca, non sei la macchina che guidi, né il contenuto del tuo portafogli, non sei i tuoi vestiti di marca, sei la canticchiante e danzante merda del mondo!"

"La pubblicità ci fa inseguire le auto e i vestiti, fare lavori che odiamo per comprare cazzate che non ci servono"

Siamo i figli di mezzo della storia, non abbiamo né uno scopo né un posto. Non abbiamo la grande guerra né la grande depressione. La nostra grande guerra è quella spirituale, la nostra grande depressione è la nostra vita.

Siamo cresciuti con la televisione che ci ha convinto che un giorno saremmo diventati miliardari, miti del cinema, rock stars. Ma non è così. E lentamente lo stiamo imparando. E ne abbiamo veramente le palle piene.

Ciao a tutti !!!

Fulvio B. (non verificato)
Ritratto di Anonimo
Benvenuto Andrea

Citazione:
Salve a tutti, sono un nuovo iscritto e questo è il mio primo commento, probabilmente dovrei scrivere un messaggio di presentazione ma non so di preciso sotto quale topic lo devo mettere, quindi scriverò due righe qui.

Ciao Andrea è un piacere conosceerti
Visto che lo chiedi il 3D per le presentazioni è questo:

http://www.zeitgeistitalia.org/node/263

Se devi ancora far dimistichezza sul sito, su chi siamo e gli obiettivi ecco 3 suggerimenti che ti potranno essere utili.

Benvenuto

Cos'è il movimento

Guida al'uso del sito

P.S.: Bella la citazione di Fight Club, ma siamo di sicuro in un ambiente di persone più mansuete, non andremo a far esplodere grattacieli :)

Ciau^^

herta alexandru
Ritratto di herta alexandru
Offline
Unito: 21 Apr 2011
Messaggi: 1
il movimento Zeitgeist mi ha

il movimento Zeitgeist mi ha aperto gli occhi su quello che sta succedendo veramente nel mondo,e grazie a questo ho iniziato a dare meno importanza ai soldi e ho capito che bisogna convincere tutti gli amici,e le persone care in generale che noi stiamo vivendo in un mondo corrotto e in un sistema che deve fallire,e che siamo noi la vera forza che fara crollare il sistema monetario che schiavizza l'intera umanità.I nostri figli devono nascere in un mondo libero,e devono venire a conoscenza di questo mondo ingiusto solo attraverso i libri di storia e non vivendoci dentro.le cose cambieranno e io non vedo l'ora che questo accada,ma prima bisogna impegnarsi per abolire la schiavitù,che continua ad esistere.

juri appignanesi
Ritratto di juri appignanesi
Offline
Unito: 14 Maggio 2011
Messaggi: 130
è semplice

sostengo il movimento perchè viviamo in un mondo dove le ingiustizie sono all'ordine del giorno,ad esempio,animali torturati,paesi del terzo mondo sfruttati,guerre,inquinamento ambientale,ingiustizie sociali,religioni che creano solo divisioni e conflitti,si pò continuare ancora ad elencare ma invece di parlare e nn fare niente forse è meglio far parte di questo movimento ma soprattutto divulgarne la sua esistenza e le sue idee. Io credo che questo movimento sia il punto di partenza per il nostro futuro,ringrazio tutti gli attivisti e i creatori del movimento,riuscire nell'impresa equivale a salvare il nostro pianeta e tutte le sue forme di vita!grazie a tutti e grazie al primo fondatore che ci ha illuminato!

Condividi contenuti