inizia

blog di Federico Pistono

Meno di un mese al Simposio Società Sostenibile!


Rimangono meno di trenta giorni per acquistare i biglietti del simposio "Società Sostenibile" del 19 Novembre a Verona!

Si tratta dell'evento più importante da quando esiste la comunità italiana del Movimento Zeitgeist ed un passo fondamentale nella nostra storia. Con questo simposio vogliamo dare spazio a queste realtà che si impegnano da anni sul territorio, creando un network, uno spazio di discussione in cui scambiare idee e creare collaborazioni.

Per prendere i biglietti visita questa pagina:
http://societasostenibile2011.eventbrite.com

Al simposio parteciperanno esperti di ambiente, tecnologia, economia, cultura e società, tra cui:

  • Alessandro Ronca, creatore del Parco per l'Energia Rinnovabile in Umbria
  • Andrea Tronchin, SobrEconomista, Animatore di Reti, esperto di Sovranità alimentare, Economia Solidale e Politiche della Decrescita obbligatoria
  • Gianpaolo Marcucci, laureato in Sociologia e autore di numerosi testi ed articoli in materia di società sostenibile è uno dei soci fondatori del movimento “Ecco Cosa Vedo”
  • Daniele Mancinelli, Master in ingegneria genetica presso la Norwegian University of Science and Technology (NTNU), Trondheim ed esperto di nutriceutica
  • Federico Pistono, laureato in informatica, educatore scientifico, attivista sociale, esperto di media e fondatore del Movimento Zeitgeist Italia

Trovi la lista completa dei relatori e molte informazioni sul sito del simposio (in aggiornamento, molti nuovi relatori in arrivo):
http://www.societasostenibile.org/2011/relatori

Ti aspettiamo a Verona!

Evento Globale, Zeitgeist Media Festival 2011

La serie di eventi mondiali dell’inaugurale Zeitgeist Media Festival 2011 è stata di notevole successo, ha permesso una coscienza sociale dell’Arte e delle piattaforme Multimediali in 20 paesi, avvicinandosi a circa 10.000 persone dal vivo e quasi 200.000 attraverso un Webcast gratuito in tempo reale.

Cambio di coordinamento del Movimento Zeitgeist Italia: due anni di grazie a tutti voi!

//p0rg.deviantart.com/art/Maybe-Next-Time-115525660
(source)

Quando ho visto Zeitgeist: Addendum per la prima volta, nel (lontano) 2008, sapevo che la mia vista non sarebbe stata più la stessa. Ho aperto la comunità italiana sotto spinta e consiglio di varie persone, che mi conoscevano per aver organizzato spontaneamente le proiezioni italiane di Zeitgeist: The Movie l'anno precedente e per le attività di volontariato che svolgevo da qualche anno sul territorio con altre associazioni.

Si trattava di un esperimento, non sapevo cosa aspettarmi da tutto ciò. Ho creato il sito, inserito i film e qualche pagina, seguivo le lecture e i radio address di Peter Joseph, cercavo di capirne di più. Più leggevo, più studiavo, e più mi interessava. Piano piano iniziarono ad arrivare nuove persone: 100, 200, 500... in poche settimane avevamo più di tremila contatti. Ho capito che stava nascendo qualcosa di grande, qualcosa di bello.

In questi due anni abbiamo fatto tanto: siamo partiti dal nulla e insieme abbiamo creato gruppi di lavoro, capitoli locali cittadini, organizzato conferenze e simposi, lanciato iniziative nazionali, scambiato abbracci gratuiti, creato collaborazioni con associazioni e gruppi non profit. Il nostro canale YouTube ha 104 video, con un totale di 317,699 visualizzazioni.

Il nostro sito ha totalizzato 2 milioni e 122 mila visite. Abbiamo 13 mila fan su facebook, novecento su twitter e più di 6 mila utenti registrati al forum. 54 podcast di quasi due ore l'uno, in cui si può ascoltare e percepire la crescita, umana e culturale di centinaia di persone, che hanno totalizzato più di 100 mila ascolti, un canale seguitissimo su iTunes.

Ma soprattutto, ho avuto il piacere di conoscere delle persone veramente bellissime e stringere delle amicizie che mi rimarranno per molti anni, forse tutta la vita.

Come tutte le cose, ci si evolve, si cambia, si va avanti. Coordinare il movimento italiano è stato bellissimo, ma è arrivato il momento per me di mettermi da parte e dedicarmi ad altro. Questo servirà sia per la mia crescita personale, che per la crescita del movimento. È ora che la comunità diventi più pro-attiva e che più persone si assumano queste responsabilità e compiti che fino ad ora ho svolto io. Nonostante fin dal primo giorno ho sempre cercato persone che potessero svolgere alcuni dei miei compiti e l'ho ripetuto fino alla nausea ad ogni incontro e podcast, non è andata proprio così. Sia chiaro, con questo non intendo lasciare il movimento, ma piuttosto voglio dedicarmi a cose che penso siano più adatte a me in questo momento, come lo scrivere storie, studiare e preparare conferenze.

Per troppo tempo ho "schermato" la comunità da tanti fastidi, che rimanevano opachi perché me ne occupavo io. Ora, non posso più occuparmene, devo andare avanti con la mia vita e dedicarmi ad altre cose.

Ho aperto un documento in cui dettaglio la lista di task che fino ad ora ho svolto io, quali sono le competenze richieste, insieme ad una stima di quanto tempo serve per svolgere ognuna di queste task. Capisco che trovare una persona con tutte queste caratteristiche non sia facile, inoltre penso che anche se ci fosse, non sarebbe giusto che si accollasse tutte queste cose: è veramente resource-demanding. Propongo che vengano divise tra un gruppo di co-coordinatori, che si dividano lo sforzo.

Se te la senti e pensi di avere le caratteristiche giuste, scrivi una mail a staff@zeitgeistialia.org.

Grazie di cuore a tutti!
Moving Forward

Federico Pistono
(uno di voi)

GRANDE EVENTO! Simposio "Società Sostenibile" organizzato dal Movimento Zeitgeist. Verona, 19 novembre 2011

Il mondo sta attraversando profondi cambiamenti. Il progresso tecnologico ha dato alla specie umana possibilità fino a poco fa inimmaginabili, ma è una spada a doppio taglio. Con esso, possiamo creare abbondanza e prosperità, oppure mettere le basi per la nostra stessa distruzione. Sta a noi, come specie, raggiungere un livello culturale ed umano che ci porti ad usare la tecnologia per scopi benefici, cercando di trovare un equilibrio dinamico con il pianeta, nel rispetto della vita.

Non si tratta di un sfida facile. Eppure, migliaia di gruppi di cittadini, associazioni di volontariato, aziende e individui si stanno mobilitando per portare un cambiamento positivo nel mondo. Con questo simposio, vogliamo dare spazio a queste realtà che si impegnano da anni sul territorio, creando un network, uno spazio di discussione in cui scambiare idee e creare collaborazioni.

Nelle parole di Federico Pistono, parafrasando Carl Sagan e Dr. Martin Luther King Jr:

We are one planet. We must learn to live together as a family or perish alone as fools."

http://www.societasostenibile.org/

Abbiamo cercato di tenere il costo il più basso possibile, per pagare le spese vive, prevediamo di non trarre alcun profitto dall'evento.

Maggiori informazioni su: http://www.societasostenibile.org/

Incontro nazionale per gli attivisti 2011 a Verona: come partecipare e aiutare ad organizzare

Quest'anno l'incontro nazionale per gli attivisti del Movimento Zeitgeist si terrà nella città di Verona verso la seconda fine di novembre. Sarà un'occasione per ritrovarci faccia a faccia, conoscerci, scambiare idee sulla transizione e su come costruire una società più vivibile.

Il luogo preciso è in fase di definizione, di sicuro si tratterà di un teatro nella città di Verona. La conferenza potrebbe durare uno o due giorni a seconda della richieste, disponibilità, proposte di keynote da parte degli attivisti e ospiti invitati.

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per rendere possibile questo evento! Se vuoi aiutare con l'organizzazione segui le istruzioni e compila questa form.

https://docs.google.com/spreadsheet/viewform?formkey=dDN0aFowNjhlNFdId04...

Islanda, quando il popolo sconfigge l'economia globale

L'hanno definita una 'rivoluzione silenziosa' quella che ha portato l'Islanda alla riappropriazione dei propri diritti. Sconfitti gli interessi economici di Inghilterra ed Olanda e le pressioni dell'intero sistema finanziario internazionale, gli islandesi hanno nazionalizzato le banche e avviato un processo di democrazia diretta e partecipata che ha portato a stilare una nuova Costituzione.

Cascata Islanda

Una rivoluzione silenziosa è quella che ha portato gli islandesi a ribellarsi ai meccanismi della finanza globale e a redigere un'altra costituzione

Oggi vogliamo raccontarvi una storia, il perché lo si capirà dopo. Di quelle storie che nessuno racconta a gran voce, che vengono piuttosto sussurrate di bocca in orecchio, al massimo narrate davanti ad una tavola imbandita o inviate per e-mail ai propri amici. È la storia di una delle nazioni più ricche al mondo, che ha affrontato la crisi peggiore mai piombata addosso ad un paese industrializzato e ne è uscita nel migliore dei modi.

L'Islanda. Già, proprio quel paese che in pochi sanno dove stia esattamente, noto alla cronaca per vulcani dai nomi impronunciabili che con i loro sbuffi bianchi sono in grado di congelare il traffico aereo di un intero emisfero, ha dato il via ad un'eruzione ben più significativa, seppur molto meno conosciuta. Un'esplosione democratica che terrorizza i poteri economici e le banche di tutto il mondo, che porta con se messaggi rivoluzionari: di democrazia diretta, autodeterminazione finanziaria, annullamento del sistema del debito.

Ma procediamo con ordine. L'Islanda è un'isola di sole di 320mila anime – il paese europeo meno popolato se si escludono i micro-stati – privo di esercito. Una città come Bari spalmata su un territorio vasto 100 mila chilometri quadrati, un terzo dell'intera Italia, situato un poco a sud dell'immensa Groenlandia.

Peter Joseph, Movimento Zeitgeist e finanziamenti miliardari

Negli ultimi due anni c'è stata molta speculazione riguardo al Movimento Zeitgeist, a Peter Joseph, su chi ci finanzia, quanti soldi fa Peter, se ci stanno dietro le banche, dei miliardari e via dicendo.

Per quando siano accuse infondate, ridicole e decisamente cattive, soprattuto in luce del fatto che Peter ha speso centinaia di migliaia di dollari per poi rilasciare gratuitamente in rete tutti i suoi film, quando avrebbe potuto fare milioni... immaginiamo che il dubbio comunque poteva starci.

Oggi, per togliere anche quel dubbio, Peter ha rilasciato pubblicamente la sua dichiarazione dei redditi, aggiornata al 2010, in cui mostra chiaramente che era in rosso di 22 mila dollari.

Peter Joseph reddito 2010 tasse

Se a questo aggiungete che, nonostante abbia accesso a più di mezzo milione di indirizzi email del movimento, Peter non ha mai richiesto esplicitamente donazioni a nessuno, forse apprezzerete meglio l'onestà e la perseveranza di questa persona che ha dedicato gli ultimi anni della sua vita a rendere la vita migliore a tutti, senza davvero chiedere nulla in cambio.

P.S. Chi vuole fare una donazione, può andare nella pagina di VODO di Moving Forward e cliccare su "Donate". No, non ce l'ha chiesto, sapevo che qualcuno lo avrebbe chiesto nei commenti e vi ho anticipato :P.

Commenti recenti

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 111 visitatori collegati.

Nuovi utenti

  • darrylbrockcyhtw
  • emmauasfodvrmkyip
  • Rizzo Patrizia
  • alicastockdillbakg
  • WPL
Condividi contenuti